Guerriglia a Roma, arrestato a Chieti il black block che ha incendiato il blindato dei carabinieri

22 ottobre 2011 0 Di redazione

È originario di Benevento, risiede a Riano Irpino e studia a Chieti il 23enne arrestato oggi dai carabinieri del Ros accusato di essere l’incendiario del blindato dei carabinieri distrutto sabato scorso nel corso della manifestazione degli Indignatos a Roma. Le sue iniziali sono L. V. e oggi è stato tratto in arresto mentre, a bordo dell’auto di un suo amico, si stava dirigendo in stazione per salire su un treno che lo avrebbe portato in Val di Susa per la manifestazione “no tav”. Un vero professionista, quindi, inchiodato da una telefonata. I militari, infatti, stavano indagando sulle attività di uno spacciatore quando al telefono di quest’ultimo, il giovane molisano si sarebbe vantato dell’eroico gesto compiuto sabato scorso. “Hai visto cosa ho fatto sabato”, avrebbe detto L.V. allo spacciatore raccontando l’episodio. Questo fatto, unitamente ad alcuni fotogrammi ricavati da immagini registrate nel corso del corteo e dei disordini, lo avrebbero inchiodato alle sue responsabilità.