Giorno: 28 dicembre 2011

28 dicembre 2011 0

La rassegna “Cassino che legge” ospita il primo romanzo di Michele Clemente “Horror Vacui”

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

È stato presentato questo pomeriggio, nell’ambito della rassegna promossa dall’assessorato alla cultura del comune di Cassino “Cassino che legge” il primo romanzo di Michele Clemente dal titolo “Horror Vacui”. La rassegna – come spiega il curatore lo scrittore e poeta Francesco De Napoli – ha lo scopo di promuovere la cultura locale con particolare riguardo per i giovani autori locali e l’editoria del nostro territorio. Sottotitolo della manifestazione – prosegue De Napoli – è ‘Il libro non è un mattone, anzi sì ‘, nel senso che nel linguaggio comune il libro, quando pesante, viene definito un mattone, noi abbiamo ribaltato questo concetto ritenendo che il libro è il “mattone su cui poggia tutta l’architettura della cultura italiana e locale in particolare”. All’evento erano presenti il sindaco Giuseppe Golini Petrarcone, che ha avuto parole di elogio per il giovane scrittore cassinate, sottolineando la voglia della cittadinanza di cultura e l’impegno dell’amministrazione comunale a favorire e sviluppare questa necessità attraverso manifestazioni come questa. L’assessore alla Cultura, Danilo Grossi, ha ribadito l’importanza di eventi come quello di questo pomeriggio per accrescere il livello e il bisogno di cultura nella nostra città, ma anche per promuovere giovani talenti, come Michele Clemente, che si cimenta oggi con il suo primo romanzo, pur non essendo nuovo al panorama letterario locale. Il volume è stato presentato dal poeta e scrittore, Francesco De Napoli, che ha evidenziato le caratteristiche del lavoro di Michele Clemente, in tutti i suoi aspetti, dalle paure e le aspirazioni giovanili, alle passioni e all’importanza delle passioni, amorose, civili, sociali dei giovani durante il loro passaggio dall’età adolescenziale a quella adulta. Più intenso e legato ai sentimenti dell’amicizia, dell’amore, della voglia di conoscenza e di nuove esperienze dei giovani non tralasciando il possibile aspetto autobiografico dell’opera, l’intervento di don Nello Crescenzi, docente e conoscitore profondo del mondo giovanile e dell’Autore. Giovane e brillante studente del liceo-ginnasio ‘G. Carducci’, Michele Clemente, sedicenne, è alla sua prima opera, ma non è nuovo al mondo della scrittura e della poesia. Secondo classificato al concorso letterario ‘Premio Pinchera’ nel 2009 con un brano sull’amicizia con riferimenti al volume ‘L’amico ritrovato’. Nel 2010 una sua fiaba dal titolo “Spasimi” è stata selezionata e pubblicata nella raccolta antologica “Una fiaba per te” nell’ambito della quarta edizione dell’omonimo concorso indetto dal comune di San Pietro Infine (CE). Quarto classificato al premio letterario di poesia “Città di Cassino”, XIV edizione, nel 2011, con la poesia “Ombre”. Ora, con Horror Vacui, è al suo primo lavoro in prosa. Un volume in cui, attraverso il viaggio del ventenne Mimmo alla scoperta dell’Oceano, offre al lettore una riflessione sulle aspirazioni, i sogni e le passioni giovanili. Ma soprattutto è l’analisi delle inquietudini degli adolescenti nella fase di passaggio all’età adulta. La loro voglia di scoprire il mondo attraverso le molteplici vicende che la vita riserva. In Horror Vacui, Michele Clemente, le esplora sapientemente, con un linguaggio semplice, diretto, tipicamente giovanile, in un susseguirsi di situazioni che rendono il romanzo avvincente e profondo allo stesso tempo. Un testo che si legge ‘ tutto in un fiato ’, che appassiona e descrive con sapiente maestria la passione amorosa, timida ed  impetuosa al tempo stesso, unita a quella civile e sociale. Un testo in cui non mancano i colpi di scena, dove forte emerge la personalità dell’Autore, del suo rapporto con il mondo degli adulti e con i genitori. Horror Vacui, paura del vuoto: “E’ una sensazione difficile da spiegare, ma che può prendere tutti – spiega l’Autore –  mi sembra ampiamente riassunta in quella frase latina. Rappresenta  proprio la paura di ciò che non si conosce. Si ha paura e basta, quasi, senza sapere da cosa si è tormentati. È come sentirsi cadere nel vuoto, senza possibilità di aggrapparsi a qualcosa per non precipitare”. Un testo alla ricerca di risposte ad interrogativi, spesso cercati nell’immensità dell’Oceano dal protagonista del romanzo, ma che a ben guardare sono più vicini di quanto si creda, in un orizzonte più ristretto, molto più… Mediterraneo!

Felice Pensabene

    

 

28 dicembre 2011 0

Patente di guida: dal 2012 foglio rosa a 17 anni

Di admin

Da Giovanni D’Agata riceviamo e pubblichiamo:

Dal 2012 chi possiede un titolo di guida valido potrà esercitarsi alla guida di un’auto già a 17 anni affiancato da un accompagnatore abilitato.

Lo prevede il D.M. 11 novembre 2011, n. 213 (pubblicato in Gazzetta Ufficiale 23 dicembre 2011, n. 298) con il quale il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti ha dato attuazione all’art. 115 del codice della strada (così come modificato dalla Legge 29 luglio 2010, n. 120).

Ai fini del rilascio dell’autorizzazione alla guida accompagnata, il minore dovrà frequentare un corso di formazione presso un’autoscuola di durata non inferiore a dieci ore effettive di guida (implementabili dal genitore o dal legale rappresentante del minore d’intesa con l’autoscuola) al termine del quale l’allievo ha diritto al rilascio dell’attestato di frequenza.

Innanzitutto il foglio rosa, ovvero l’autorizzazione ad esercitarsi alla guida, può essere rilasciato solamente dopo aver superato l’esame di teoria della patente.

Il foglio rosa permette al candidato di esercitarsi alla guida dell’auto, a patto che si venga affiancati da una persona munita di patente valida per la stessa categoria (o per categoria superiore) conseguita da almeno 10 anni.

La persona che esercita il ruolo di istruttore non deve inoltre superare i 60 anni di età.

Gli autoveicoli per le esercitazioni devono essere segnalati da un contrassegno con la lettera “P”.

Ottenuto il foglio rosa il candidato ha 6 mesi di tempo per superare l’esame di pratica. Durante i sei mesi l’esame può essere ripetuto al massimo 2 volte, dopodiché il candidato dovrà ripetere anche l’esame di teoria.

E’ possibile sostenere l’esame di pratica a partire da un mese dopo la data in cui il candidato ha ottenuto il foglio rosa.

Le condizioni per poter prendere il foglio rosa a 17 anni saranno le seguenti:

– Essere in possesso della patente A

– Effettuare almeno 10 ore di guida in autoscuola, di cui 4 in autostrada o su strade extraurbane e due di notte

– Ottenere l’autorizzazione da parte dell’ufficio del Dipartimento per i trasporti, la navigazione e i sistemi informativi

– Guidare veicoli senza rimorchio e con una potenza non superiore a 55 kw/t e 70 kw

– Essere accompagnati da un conducente titolare di patente B da almeno 10 anni e da nessun’altra persona

– Applicare sul veicolo il contrassegno GA ovvero “guida accompagnata”.

Per tali ragioni Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti” mette in guardia tutti al rispetto delle normative per evitare di incorrere nelle sanzioni amministrative previste dalla legge. Chi guida senza contrassegno P è soggetto ad una sanzione che va dai 78 ai 311 €, chi guida con istruttore a fianco ma senza foglio rosa rischia una multa da 398 € a 1596 € mentre per chi guida con foglio rosa ma senza affiancamento la multa prevista varia da 389 € a 1559 €.

28 dicembre 2011 0

Detenuto in clinica tenta di violentare una paziente, arrestato

Di admin

Ieri i Carabinieri del locale Comando N.O.R., a conclusione di tempestiva attività investigativa, traevano in arresto l’autore di una violenza sessuale ai danni di una donna, ricoverata presso una clinica del centro. L’uomo, un pregiudicato di Roma D.L.D. 28 enne, sottoposto a libertà vigilata nella medesima struttura sanitaria, aveva tentato di abusare sessualmente di una degente, ma le grida e la resistenza opposta dalla stessa, consentivano l’intervento dei sanitari che inducevano il malfattore alla fuga. Le immediate ricerche dei militari si concludevano rapidamente con la cattura del prevenuto ed il suo trasferimento presso la Casa Circondariale di Latina.

28 dicembre 2011 0

Grave incidente domestico, muore carbonizzata anziana di 82 anni

Di admin

Tragedia all’interno di un’abitazione di via Borgo Nuovo del Comune di Mosciano S.A.: verso le ore 17,30 circa un’anziana signora T.P classe 1927 mentre era intenta ai fornelli a cucinare, per una tragica fatalità prendevano fuoco gli abiti della donna e in pochi secondi le fiamme avvolgevano in una morsa mortale il corpo. La signora ha cercato urlando aiuto ma in casa c’era in un’altra camera l’anziano coniuge non deambulante poiché già allettato da problemi di salute, il quale sentendo la moglie urlare e non potendo muoversi riusciva a chiedere aiuto solo telefonicamente alla figlia che si portava immediatamente sul posto, ed entrando in casa trovava il corpo dell’anziana madre carbonizzato esanime per terra con ancora i fornelli accesi e la stanza completamente avvolta dal fumo acre. L’immediato intervento dei Vigili del Fuoco di Teramo e dei militari della Stazione di Mosciano S.A. permettevano di mettere in salvo l’anziano coniuge allettato e di mettere in sicurezza lo stabile spegnendo un principio di incendio.

28 dicembre 2011 0

Rifiuti, Tedeschi (Idv): “Consiglio di stato mette a nudo incompetenza e rimpallo di responsabilità. Subito commissione ambiente”

Di admin

Dall’Ufficio stampa Gruppo Idv riceviamo e pubblichiamo: “Il Consiglio di Stato accoglie l’istanza formulata dal Colari (Consorzio laziale rifiuti) ed in pratica mette a nudo incompetenze e rimpalli di responsabilità. Insomma ancora una volta l’operato dell’amministrazione regionale viene censurato attraverso vie legali. A nulla sono valse le osservazioni ed i moniti dell’opposizione in Commissione Ambiente, non da ultimo proprio nell’audizione in sede di Commissione del Prefetto/Commissario Pecoraro”. Lo dichiara in una nota Anna Maria Tedeschi, consigliere regionale di Italia dei Valori. “Non ci si può trincerare dietro l’istituto del commissariamento per ignorare i veri problemi della gestione del ciclo dei rifiuti di Roma Capitale ed in particolare di Malagrotta” continua Tedeschi. “Ora bisogna tornare a fare sul serio e ad affrontare i compiti che i ruoli istituzionali impongono. Compiti e ruoli ovviamente devono andare di pari passo con osservanza delle regole e trasparenza: la convocazione urgente della Commissione Ambiente è il primo passaggio obbligato”.

28 dicembre 2011 0

Investe e uccide 35enne, pirata rintracciato e arrestato. Era ubriaco

Di admin

I Carabinieri della Stazione di San Salvo hanno arrestato AMEZCUA FRANCISCO JAVIOER, 31enne, di cittadino Spagnolo, domiciliato a San Salvo. Verso le 05.00, Dell’Arciprete Luigi, 35enne operaio di Monteodorisio, in compagnia di una ragazza, mentre si trovava sul ciglio della strada nei pressi del casello autostradale Vasto Sud, intento a sostituire una ruota della sua autovettura, veniva investito da un’altra autovettura, una Ford Fiesta, condotta da AMEZCUA FRANCISCO JAVIOER. Dopo il violento impatto, Dell’Arciprete rimaneva sull’asfalto. Invano interveniva il personale del 118, il quale non poteva far altro che accertare il decesso del giovane. Nel frattempo, i Carabinieri del Radiomobile della Compagnia di Vasto, sulla base delle testimonianze raccolte sul luogo dell’incidente e dagli elementi rilevati sul posto, rintracciavano l’autovettura, Ford Fiesta, con a bordo due soggetti, un ragazzo e una ragazza. Fermata l’autovettura, i militari notavano subito che il conducente si trovava in uno stato di ebbrezza alcolica. Sottoposto ad accertamenti con l’etilometro in dotazione, si accertava un tasso alcolico di circa 2.0 g/l. Il giovane, pertanto, veniva arrestato per omicidio colposo, omissione di soccorso e guida in stato di ebbrezza alcolica. L’autovettura veniva sottoposta a sequestro. Dai primi accertamenti sembrerebbe che i due giovani stessero ritornando a casa dopo aver trascorso la notte in un locale per festeggiare il compleanno di un amico.

28 dicembre 2011 0

Finisce con la gamba nel trattore, ferito agricoltore di Villa Santa Maria

Di redazione

Ha rischiato di perdere una gamba l’agricoltore che questa mattina è rimasto incastrato all’interno di un macchinario del suo trattore mentre spargeva il letame in una serra a Santa Maria Imbaro. Il 58enne ha tentato di disincagliare l’attrezzo pingendo con un piede l’ostacolo quando, improvvisamente, il macchinario gli ha afferrato il pantalone fino a trascinare nei meccanismi buona parte dell’arto. Le sue urla disperate hanno attirato le attenzioni dei parenti che hanno alnciato l’allarme. Sul posto sono accorsi i vigili del fuoco e gli operatori del 118 di Lanciano oltre ad un’eliambulanza per il trasporto del ferito nell’ospedale di Pescara.

28 dicembre 2011 0

Maxi sequestro di botti illegali, sequestrati dai finanzieri oltre 3 quintali e mezzo

Di admin

Con l’approssimarsi delle festività di fine anno, sono stati intensificati i controlli nel territorio soprattutto per quanto riguarda il settore delle armi e degli esplosivi in genere, al fine di una corretta applicazione delle disposizioni contenute nel T.U.L.P.S..

Nel corso di tale attività, i finanzieri del Nucleo Mobile della Compagnia della Guardia di Finanza di Frosinone hanno sottoposto a controllo un’autovettura di proprietà di un ventenne abitante nel capoluogo ciociaro, gravato da precedenti penali, al cui interno erano custoditi in maniera visibile alcuni cartoni contenenti prodotti esplodenti.

Gli specifici accertamenti finalizzati alla verifica del legittimo possesso e della tipologia dei prodotti esplodenti consentivano di rilevare che all’interno dell’autovettura erano custoditi circa 4.500 artifizi pirotecnici non appartenenti alla categoria della libera vendita, per un peso complessivo di circa Kg. 100, mentre il proprietario dell’autovettura era privo delle necessarie autorizzazioni prefettizie attestanti il rispetto di tutte le norme di sicurezza imposte dalle vigenti leggi.

In considerazione dell’elevato quantitativo di prodotti esplodenti rinvenuti all’interno dell’autovettura, peraltro priva di copertura assicurativa, e ritenendo che presso un immobile nella disponibilità del giovane – individuato attraverso le varie banche dati informatiche – potessero essere occultati altri prodotti della stessa specie, i finanzieri estendevano le operazioni di ricerca anche all’interno dei relativi locali, rinvenendo una vera e propria “”Santabarbara””.

Infatti, occultati all’interno di una stanza, i finanzieri rinvenivano circa 15.000 artifizi pirotecnici, molti dei quali erano privi della classificazione del Ministero dell’Interno e ad alto potenziale offensivo, per un peso di oltre Kg 260, oltre ad una pistola a salve calibro 8 alterata ed illecitamente detenuta. Durante il controllo i finanzieri rilevavano, altresì, che i materiali pirici illegittimamente detenuti erano privi delle istruzioni d’uso, dell’indicazione della quantità di polvere attiva utilizzata per il loro confezionamento e della prevista marcatura CE che attesta la sicurezza e la conformità del prodotto stesso alle vigenti disposizioni normative.

Tutti i prodotti esplodenti rinvenuti all’interno dell’autovettura e presso l’immobile nella disponibilità del giovane, complessivamente costituiti da 19.500 artifizi pirotecnici dal peso di circa Kg 360, la pistola calibro 8 e l’autovettura controllata sono stati sottoposti a sequestro, con conseguente segnalazione all’A.G. inquirente del giovane per le responsabilità penale derivanti dall’illecita detenzione di materiali esplodenti senza licenza del Prefetto, dall’omessa denuncia di materie esplodenti e dalla detenzione di prodotti esplodenti non riconosciuti e classificati dal Ministero dell’Interno.

Attesa la consistente quantità e la pericolosità dei prodotti sequestrati, gli stessi venivano concentrati presso un deposito giudiziario autorizzato ed idoneo alla custodia in attesa degli opportuni accertamenti della magistratura.

I prodotti esplodenti sequestrati, se immessi nel mercato, avrebbero fruttato circa 18.000,00 euro.

28 dicembre 2011 0

Maltempo, da domani temporali sui settori ionici e venti forti su Sardegna e Sicilia

Di admin

Un’area depressionaria attiva sullo Ionio ed alimentata da flussi in quota di provenienza nord- atlantica, determinerà a partire da domani una fase perturbata sulle nostre estreme regioni meridionali e un marcato rinforzo della ventilazione sulle due isole maggiori. Precipitazioni sparse e nevicate attorno ai 600 metri interesseranno invece l’arco alpino e l’Appennino tosco-emiliano.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione civile ha emesso un avviso di avverse condizioni meteorologiche che prevede dalla mattinata di domani, giovedì 29 dicembre 2011, precipitazioni, anche a carattere di rovescio o temporale e accompagnati da attività elettrica e forti raffiche di vento, su Calabria e Puglia, in particolare sui settori ionici.

L’allerta meteo riguarda inoltre venti forti da nord-ovest, con rinforzi fino a burrasca forte, che dal pomeriggio di domani, soffieranno sulla Sardegna, in graduale estensione alla Sicilia, dando luogo a mareggiate lungo le coste esposte.

Il Dipartimento della Protezione civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile.

28 dicembre 2011 0

Protezione Civile, affidata gestione flotta canadair

Di admin

Sono in corso di formalizzazione le procedure relative all’affidamento del servizio di gestione operativa e logistica dei 19 Canadair del Dipartimento della Protezione Civile che fanno parte della flotta anti-incendio boschivo dello Stato.

La gara, espletata con procedura comunitaria, è stata aggiudicata al Raggruppamento temporaneo di imprese formato dalla società Inaer Aviation Italia S.p.A. e dalla Inaer Aviones Anfibios S.A.U, che aveva già assicurato il servizio durante l’anno in corso. L’affidamento del servizio avrà durata triennale, rinnovabile per altri tre anni.

Nel corso della sola campagna estiva 2011, periodo di massima attività, i velivoli della Flotta AIB coordinata dal Dipartimento della Protezione Civile, hanno assicurato l’intervento in 1.354 richieste di concorso aereo all’attività di spegnimento assicurata dalle regioni: l’azione dei mezzi aerei nella lotta agli incendi boschivi è sempre più decisiva, come hanno dimostrato anche gli eventi che di recente hanno coinvolto il territorio di Vado Ligure.