Ficaccio: “Isola pedonale comune di Cassino tra due fuochi. Gli ambientalisti la vogliono, i commercianti si oppongono”

12 dicembre 2011 0 Di admin

“Da diversi giorni prosegue il dibattito e diversi sono gli interventi sul problema dell’isola pedonale nella nostra città.” A sostenerlo è il consigliere di Sinistra Ecologia Libertà, Alberto Ficaccio che auspica un confronto aperto ed allargato sul tema. “A questo punto urge al più presto un tavolo di concertazione tra i vari attori (commercianti- Ambientalisti e comune) per trovare una soluzione sull’attuazione dell’Isola pedonale nella città di Cassino. Fermo restando la necessità improcrastinabile da parte del comune di tutelare la salute dei cittadini, tenendo ad esempio sotto controllo le polveri sottili, è necessario anche trovare un punto di incontro con i commercianti che costantemente espongono le proprie ragioni, sostenendo che l’isola danneggi le loro attività, soprattutto in un momento di grave crisi economica come questo. Detto ciò, rimane un principio fondamentale: la città deve essere amministrata e le decisioni, anche se per alcuni potrebbero risultare impopolari, vanno necessariamente prese. Importante è il confronto, ma dopo il confronto ognuno deve assumersi le proprie responsabilità per raggiungere l’obbiettivo. Alla luce di queste esigenze, si rende necessario comparare le varie proposte e le alternative possibili, per trovare una soluzione che possa, anche in via sperimentale, venire incontro alle richieste sia dei commercianti che dei cittadini. Il comune sta lavorando sul piano urbano del traffico, in questo contesto si inserisce l’isola pedonale; andrebbero previsti, ad esempio, una serie di parcheggi nelle zone limitrofe della città per decongestionare il traffico al centro cittadino. Vanno previste inoltre piste ciclabili, un servizio Navetta (Elettrico O Metano) che consentano dai parcheggi e dalle varie zone della città gli spostamenti dei cittadini dalla periferia al centro urbano. Proprio per queste ragioni, è allo studio un progetto per i turisti che si recano in visita nella nostra città per veicolarli al centro cittadino, tutto questo con l’intento di aumentare flusso turistico oggi più che mai necessario per ridare linfa e prospettiva di ripresa ad una città fortemente penalizzata da una grave crisi economica ed occupazionale. Abbiamo l’esigenza di affrontare in modo incisivo i problemi legati alla mobilità ed al trasporto urbano, aumentando così la sicurezza stradale e la qualità ambientale della nostra città. In questo senso l’isola pedonale rientra nella strategia che noi come amministratori abbiamo intenzione di adottare. Una strategia che, se ben progettata e ben inserita infatti, può produrre effetti positivi sia nell’immediato che sul lungo periodo. Per queste ragioni, vogliamo farci carico di tutti questi problemi e siamo disponibili al confronto, con la ferma intenzione di cercare le possibili soluzioni. Non siamo, però, disposti ad accettare l’atteggiamento di quanti, in modo strumentale e demagogico cercano di ostacolare le iniziative dell’amministrazione comunale il cui unici scopo è salvaguardare senza se e senza ma, gli interessi dei cittadini e della città.”