Si “fidano” del navigatore satellitare e finiscono in un fiume a Frisa

27 dicembre 2011 0 Di redazione

Si sono fidati del navigatore satellitare e si sono ritrovati in un fiume. È accaduto ieri pomeriggio a Frisa e sfortunati protagonisti della vicenda è una famiglia residente a Bologna che ha trascorso il Natale a Castel Frentano. Marito, moglie al settimo mese di gravidanza, figlio di due anni e nonna di 87 anni, a bordo di un’Audi A3, alle 17, sono partiti dal piccolo paese abruzzese per tornare in Emilia. Non conoscendo la strada, il conducente ha preferito affidarsi alle indicazioni del navigatore satellitare. Nulla di più sbagliato dato che si sono ritrovati a percorrere una strada sempre più stretta che ben presto è diventata sterrata per interrompersi in un fiume. A quel punto, con l’acqua che, seppur non altissima, bloccava le ruote del veicolo, è stato per loro impossibile tornare indietro. Tra il panico generale è stato lanciato l’allarme al quale hanno risposto prontamente gli agenti della polizia stradale del distaccamento di Lanciano. Agli uomini del comandante Renato Menna, però, la famiglia non riusciva ad indicare la posizione in cui si trovavano, per cui è stato necessario far intervenire più volani e, alla fine, sono stati localizzati a Frisa ed erano finiti parzialmente nel fiume Vallone. Per tirarli all’asciutto è stato necessario far intervenire i vigili del fuoco di Lanciano. Le loro condizioni non sono preoccupanti.