Rientro sonda russa Fobos-Grunt, il dipartimento della protezione civile monitora evoluzione

15 gennaio 2012 0 Di admin

In riferimento al rientro nell’atmosfera della sonda interplanetaria FOBOS-GRUNT, l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI), nell’ultimo aggiornamento, ha comunicato al Dipartimento della Protezione civile che la previsione di rientro è compresa tra le 16:55 (ora italiana) e le 21:20 del 15 gennaio 2012.

All’interno di questo arco temporale, non si può ancora escludere la possibilità che uno o più frammenti del satellite possano cadere sul nostro territorio; a probabilità stimata è attualmente inferiore allo 1,7%. Al momento, è una la finestra temporale di interesse per l’Italia, compresa tra le 19.14 e le 19.44 del 15 gennaio e coinvolge potenzialmente le regioni Liguria, Emilia Romagna, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Toscana e marginalmente Lombardia e Marche.

L’ASI tuttavia informa che la probabilità a priori di provocare una vittima sull’intero pianeta è inferiore alla soglia di attenzione adottata a livello internazionale, pari a 1/10.000.

Il Dipartimento della Protezione civile seguirà l’evolversi della situazione in stretta collaborazione con l’ASI e le componenti e le strutture operative del Sistema di Protezione civile.