I carabinieri di Frosinone abilitati all’uso del defibrillatore

30 marzo 2012 0 Di redazione

Presso il Comando Provinciale Carabinieri di Frosinone, il personale della Croce Rossa ha tenuto per alcuni giorni i corsi per l’abilitazione all’uso dei defibrillatori BLSD (Basic Life Support Defibrillation – Supporto di Base Vitale Defibrillazione). Sono stati abilitati i militari che prestano servizio presso i Nucleo Operativi e Radiomobili delle Compagnie, quelli cioè impiegati nei servizi di pronto intervento e pertanto i primi a giungere sul luogo di qualsiasi accadimento. Il corso BLSD ha l’obiettivo principale di far acquisire gli strumenti conoscitivi e metodologici, nonché le capacità necessarie per prevenire il danno anossico cerebrale e riconoscere in un paziente adulto lo stato d’incoscienza, di arresto respiratorio e di assenza di polso in una condizione di assoluta sicurezza per se stesso, per la persona soccorsa e per gli altri soccorritori. In sostanza lo scopo del BLS (sostegno delle funzioni vitali) è quello di riconoscere prontamente la compromissione delle funzioni vitali e di sostenere la respirazione e la circolazione attraverso la ventilazione bocca a bocca o bocca-maschera ed il massaggio cardiaco esterno sino all’arrivo di mezzi efficaci per correggere la causa che ha prodotto l’arresto cardiaco. Il processo formativo necessario per conseguire le conoscenze teoriche e la capacità per effettuare le manovre di “rianimazione cardiopolmonare di base” nell’adulto e utilizzare il Defibrillatore Semiautomatico Esterno precocemente deve basarsi sull’insegnamento di tecniche quali il BLSD