Velardocchia (SEL): “Un tavolo sulla povertà per discutere delle emergenze sociali ed elaborare nuove forme di sostegno”

13 aprile 2012 0 Di redazionecassino1

“Nella giornata di ieri, giovedì 12 aprile, si è riunita la seconda commissione consiliare permanente da me presieduta, per fare il punto della situazione circa i progetti in itinere con particolare riferimento al progetto Voucher, il quale sarà oggetto di qualche rivisitazione all’esito del periodo sperimentale che cade a giugno. Ciò si rende necessario al fine di ottimizzare i già buoni risultati ottenuti. Al termine dei lavori è stata anche affrontata la possibilità di ripristinare presso il Comune di Cassino il Servizio Civile Nazionale. Per fare ciò occorre un impegno specifico da parte dell’Amministrazione onde poter ottenere l’approvazione dei progetti da presentare, ma il Servizio Civile Nazionale può rappresentare un’importante occasione formativa per le giovani generazioni, e un prezioso aiuto sia per l’Amministrazione che per il territorio. A chiusura della seduta di commissione poi, sempre presso la sala giunta del Municipio, si è svolto un tavolo di studio composto dall’Amministrazione comunale con l’Assessore alle Politiche Sociali Di Russo, i componenti della seconda commissione, dai rappresentanti dei vari enti che operano sul territorio in materia di lotta al disagio e alle povertà, nella specie Caritas, CAV, Banco Alimentare, Centro dei Diritti e della Solidarietà, Exodus, Casa della Carità. L’appuntamento aveva lo scopo di affrontare da un lato la tematica delle emergenze sociali, dall’altro quella di elaborare nuove forme di sostegno al reddito e di progettualità economiche da offrire al nostro territorio. Nella situazione attuale osserviamo come oltre alle povertà ‘tradizionali’ se ne sono aggiunte altre, che vanno a coinvolgere strati della popolazione fino a poco tempo fa appartenenti alla cosiddetta classe media. Questo è dovuto alle pesanti ricadute sul piano socio-economico della ormai globale crisi finanziaria e occupazionale, unitamente al progressivo svuotamento degli strumenti in dotazione al tradizionale modello di welfare. Da questo primo incontro è nata l’idea di creare due gruppi di lavoro. Il primo volto a coordinare, in un’azione unitaria, tutti quegli interventi che quotidianamente vengono svolti dagli Enti e dalle Associazioni che operano ottimamente sul territorio, offrendo risposta alle necessità primarie degli utenti quali alimenti, igiene personale, ascolto della persona, sostegno alla maternità. Il secondo, invece, dovrà occuparsi dello studio volto alla creazione di nuovi strumenti di contrasto alla povertà da un punto di vista prettamente economico. Questo lavoro passa per un nuovo utilizzo delle pur modeste entrate comunali, per la redazione di progetti per ottenere finanziamenti regionali, statali ed europei, e, inevitabilmente per un maggiore impegno da parte dell’amministrazione comunale ad affermare quei criteri di equità e di giustizia sociale nei confronti dei cittadini. Una riunione molto proficua a cui faranno seguito, a stretto giro, nuovi appuntamenti volti a dare fattività all’idea di rete sociale da attuare nella Città di Cassino.” A riferirlo in una nota il Presidente della seconda commissione consiliare e consigliere di Sinistra Ecologia Libertà Andrea Velardocchia.