Lenzuola annodate e serrature manomesse, la polizia penitenziaria sventa evasione dal carcere di Cassino

31 maggio 2012 0 Di redazione

Una lunga corda composta di lenzuola annodate per calarsi da una altezza superiore ai due metri e mezzo, è stata rinvenuta nel carcere San Domenico di Cassino durante i normali servizi di vigilanza. La corda era nascosta sotto ad un frigorifero ed era ben fatta tanto da poter reggere la discesa di più persone. Era quello il segnale che lasciava intendere che qualcuno o alcuni fossero allo studio, o meglio, alla realizzazione un piano di evasione. Per questo nella struttura penitenziaria di via Sferracavallo sono iniziati una serie di controlli e indagini nelle celle e tra i detenuti per cercare di scoprire chi fosse pronto a fuggire. Pare inoltre che nel corso delle verifiche che hanno riguardato sbarre e portoni blindati, sarebbero state trovate alcune serrature manomesse. Qualcuno, quindi, voleva lasciare il carcere senza salutare ma la vigilanza della polizia penitenziaria gli ha fatto saltare i progetti.
Ermanno Amedei