Giorno: 8 giugno 2012

8 giugno 2012 0

Scende con la bici i cento gradini di Lanciano e si schianta contro un muro. Grave un bimbo di 12 anni

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Una imprudenza che è costata cara ad un ragazzino di 12 anni di Lanciano che, questa sera, ha rimediato un preoccupoante trauma cranico. Era poco prima delle 19 quando, il ragazzo, in sella alla sua bicicletta, ha pensato di scendere la scalinata dei cento gradini nel centro storico, quella che termina su viale Vittorio Emanuele. Alla fine della scalinata, il ragazzino di origini straniere è arrivato ad una velocità senza controllo chiantandosi contro il muro dell’edificio. Uno schianto violentissimo in seguito al quale il ragazzino ha riportato un brutto trauma cranico. Immediatamente trasportato in ospedale è stato sottoposto ad una serie di controlli e mantenuto sotto osservazione.

8 giugno 2012 0

Le gettano un topo in auto, lei inorridisce, scappa, e dice addio alla macchina

Di redazione

Il genio del crimine è sempre al lavoroe e, come in un centro ricerche, a Napoli sperimenta nuovi sistemi per aggirare la gente e derubarla. Quella messa in atto a Fuorigrotta di Napoli ha i contorni di una vera e propria rapina a mano armata. Il pugno del ladro, però, non stringeva una pistola ma, pensate un po’, un topo con cui ha fatto fuoco, pardon… è stato gettato nell’abitacolo di una Nissan Micra che una 30enne del posto aveva da pochi giorni ritirato dall’autosalone. La ragazza si stava concedendo un giro con la sua nuova auto lasciando aperto mezzo finestrino. In tre, in sella ad una moto, le si sono avvicinati e uno ha lanciato nell’auto il roditore. La donna, in preda al panico, ha frenato ed è schizzata via dall’abitacolo della vettiura lasciandola incustodita per alcuni secondi. Il tempo che due dei malviventi scendessero dal ciclomotore e, entrati nell’auto, sono ripartiti portandola via e lasciando la donna ad urlare non più per la paura del topo, ma per la convinzione di aver perso la macchina appena comprata.

8 giugno 2012 0

Terremoti: lieve scossa tra Agrigento, Trapani e Palermo

Di admin

Una scossa di terremoto è stata lievemente avvertita dalla popolazione tra le province di Agrigento, Trapani e Palermo. Le località prossime all’epicentro sono i comuni di Santa Margherita di Belice, Montevago e Poggioreale.

Secondo i rilievi registrati dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia l’evento sismico è stato registrato alle ore 20,38 con magnitudo 2.3.

Dalle verifiche effettuate dalla Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile non risultano danni a persone o cose.

8 giugno 2012 0

Il sindaco di Cassino Petrarcone: “Udc fuori dalla maggioranza, decisione coerente ed inevitabile”

Di admin

“Abbiamo dato seguito a quanto già affermato più volte, rimanendo coerenti con la decisione iniziale che questa maggioranza ha preso in merito alla questione Udc.” Queste le parole del sindaco di Cassino, Giuseppe Golini Petrarcone, a margine della riunione che si è tenuta questa mattina negli uffici comunali alla presenza dei capigruppo di maggioranza e del capogruppo Udc Iris Volante. “Nel corso dell’incontro di oggi – ha spiegato il sindaco – abbiamo avuto modo di chiarire i motivi che hanno portato a questa inevitabile decisione. Da parte nostra c’è sempre stata massima disponibilità al confronto con tutti i rappresentanti in Consiglio Comunale del partito della Vela, a dimostrazione della nostra volontà di portare avanti un’azione di governo comune. Abbiamo sempre dimostrato aperuta verso un partito da tutti considerato parte integrante della maggioranza. Tuttavia la scelta infelice, fatta solo poche settimane fa dall’Udc, di convocare una conferenza stampa, nel corso della quale non sono mancati attacchi verso la mia persona e nei riguardi dell’intera amministrazione, non poteva passare inosservata. Come conseguenza, quindi, siamo giunti ad una decisione che, per quanto forte, si è resa inevitabile nei confronti di chi ha dimostrato, ed il caso Giannandrea ne è l’esempio più evidente, di voler minare gli equilibri all’interno delle forze di maggioranza. Ci tengo a sottolineare che la decisione, maturata in modo unanime, riguarda strettamente il profilo politico. I rapporti personali e la sitma professionale, come ribadito anche dai capigruppo di maggioranza questa mattina, non vengono minimamente messi in discussione. Anzi, siamo convinti che sarà possibile continuare ad avere, seppure da posizioni diverse, un confronto sereno con l’Udc, soprattutto su temi importanti che riguardano la nostra città. Siamo in un momento difficile in cui è necessario il contributo di tutti ed è per questo motivo che lunedì 8 giugno ho convocato anche l’opposizione per condividere scelte importanti e fondamentali per il futuro di Cassino come quelle che riguardano il bilancio.”

8 giugno 2012 0

Ritrovato senza vita l’anziano disperso a Civitacampomarano

Di admin

Hanno avuto purtroppo esito infausto le ricerche dell’uomo, residente a Civita campomarano e dato per disperso dalla giornata di ieri. Per tutta la notte e poi fin dalle prime luci dell’alba, i tecnici del Soccorso Alpino Regionale, assieme ai Carabinieri, alle unità cinofile dei Vigili del Fuoco, al Corpo Forestale dello Stato ed ai numerosi volontari, tra i quali il Sindaco Paolo Manuele, avevano perlustrato di nuovo, palmo a palmo, il territorio. E’ stato richiesto, inoltre, l’intervento dell’elicottero della Polizia di Stato, proveniente da Pescara, che si è alzato in volo, perlustrando la zona assieme ai tecnici del Soccorso Alpino, secondo quanto stabilito dalla Convenzione in atto tra il Ministero dell’Interno Dipartimento di Pubblica Sicurezza ed il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico. La segnalazione del ritrovamento del corpo senza vita dell’anziano, avvistato dall’elicottero proprio dai tecnici del Cnsas Molise, non lontano dalla strada di collegamento che da Civitacampomarano conduce a Montefalcone, è arrivata alla Sala Operativa, allestita dal Cnsas Molise presso il Municipio, subito dopo mezzogiorno.

8 giugno 2012 2

Misterioso fenomeno luminoso nel cielo del cassinate. L’avvistamento da Sant’Apollinare

Di admin

Giovedì 7 giugno, dopo le 20. E’ da Sant’Apollinare che si riesce ad osservare, nel cielo, un corpo luminoso che si sposta e che sembra compiere una parabola discendente.

Mentre ad una prima osservazione, quello che per noi è a tutti gli effetti un Ufo, e cioè un oggetto volante non identificato, appariva più vicino e in maniera più nitida, con il passare dei minuti esso si è allontanato sempre più. Pur conservando una traiettoria in caduta.

In realtà, l’unica cosa che si può veramente dire, dall’analisi ad occhio nudo, è che si è trattato di un fascio di luce, simile a quello di una grossa cometa, facendo riferimento all’immaginario comune che questo termine richiama, che è andato poi abbassandosi sempre più verso la linea dell’orizzonte.

Circa due settimane fa, eravamo stati testimoni di un fenomeno simile. L’avvistamento, questa volta, era avvenuto da Ausonia.

Sergio Procacci

8 giugno 2012 0

Energy drink ancora nel mirino delle Autorità. Due casi sospetti di morte segnalati in Francia

Di admin

Da Giovanni D’Agata riceviamo e pubblichiamo:

Dalla Francia rimbalza una notizia che riporta l’attenzione sull’uso delle cosiddette bevande energetiche. L’interesse dell’agenzia sulla sicurezza alimentare d’oltralpe sarebbe stato ridestato dalla morte di due persone per attacco di cuore dopo che avevano bevuto una di queste bevande.

La prima bevanda energetica nel senso attuale del termine sarebbe nata nel Giappone negli anni sessanta: la lipovitan. Negli ultimi anni hanno però hanno preso piede in maniera esponenziale, soprattutto a seguito della messa in commercio di un prodotto ormai notissimo tra giovani e meno giovani: la Red Bull.

Mentre in Italia sono anni ormai che circola la Red Bull, in Francia ne è stata autorizzata la vendita solo a partire dal 2010 anche perché fino ad allora, era stato proibita da una relazione dell’AFSSA risalente al 2003, poiché dopo una serie di esperimenti i ricercatori avevano osservato “effetti negativi neuro-comportamentali” sui topi da laboratorio.

Nonostante alcuni dubbi, dopo la messa in commercio tali bevande si sono diffuse in maniera esponenziale ed il mercato appare ancora in forte espansione. In Nord America, sono stati censiti più di 2010 marchi. Nel 2011, le vendite sono arrivate a toccare i € 113,5 milioni in Francia, con un aumento del fatturato del 17,4% rispetto l’anno precedente.

Gli effetti di queste bibite sono semplici da spiegare: sono destinate a fornire energia al consumatore utilizzando alcuni tipi di sostanze stimolanti e per tali motivi non devono essere confuse con le bevande energetiche destinati agli atleti per gli intensi sforzi perché forniscono minerali, essenziali per la reidratazione di sali e calorie.

Chiaramente non contengono nessun prodotto miracoloso. Sono composte principalmente di zucchero, di sostanze stimolanti come la caffeina, taurina e glucuronolattone. La rinnovata energia che percepisce il consumatore deriva principalmente dallo zucchero e dalla caffeina che compongono le bevande. Essi contengono 8 grammi di caffeina per dose. Tuttavia, come è noto la caffeina è uno stimolante che consumato in dosi elevate, può essere dannoso.

L’aminoacido taurina naturalmente presente nel corpo, è uno degli ingredienti che solitamente compone tutte le bevande in commercio con un contenuto dieci volte più concentrato proprio in quelle più famose. Ed i suoi effetti sul corpo e la salute umana sono ancora sconosciuti.

Anche il glucuronolattone, un’altra molecola presente nel corpo umano, è molto concentrato in queste lattine. Stando ad alcuni studi tale sostanza avrebbe una stretta connessione con il funzionamento dei reni.

Vi è da specificare, inoltre, che al momento attuale, gli effetti a lungo termine di questa miscela contenuta nella stessa bevanda rimangono sconosciuti.

Per quanto riguarda gli effetti collaterali ad oggi non è dato sapere granché se non che l’Agenzia per la sicurezza alimentare francese ha comunicato mercoledì scorso di aver ricevuto la segnalazione di due casi di morte per infarto in connessione con il consumo di bevande energetiche e che quindi al momento le indagini sarebbero in corso.

Istituito nel 2008, il monitoraggio di queste bevande ha identificato 24 casi di effetti collaterali segnalati, per tredici dei quali ci sarebbe “un possibile o probabile nesso di causalità”, ha sottolineato l’agenzia della sicurezza alimentare. Sono stati segnalati effetti al cuore (disturbo del ritmo: tachicardia), neurologici (crisi di epilessia, tremore, vertigini) e psichiatrici (ansia, agitazione, confusione). Inoltre, “tre casi di ictus e due casi di arresto cardiaco, tra cui un mortale – sono stati segnalati per cui il legame con il consumo di energia bevanda potrebbe non essere chiaramente stabilito”.

Vi è da segnalare che ormai, da tempo, tali bevande vengono miscelate da giovani e meno giovani con gli alcolici per fare degli esplosivi cocktail anche per ridurre la percezione dei sintomi associati all’alcol, seppur non riducendone minimamente gli effetti negativi. In altri termini, il consumatore è alticcio o ubriaco, ma è non ne avverte i sintomi e per lui mettersi alla guida non è un problema. Con le conseguenze del caso in termini di tragedie determinate dall’abuso congiunto di alcol e bevande energetiche.

Alla luce di quanto è stato riportato in Francia, Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti” si chiede se non sia opportuno avviare una ricerca analoga anche in Italia e se nel frattempo non costituisca una dimostrazione di prudenza per le autorità demandate di limitare il consumo di tali bevande perlomeno ai maggiorenni in attesa di conoscere tutti gli effetti diretti ed indiretti.

8 giugno 2012 0

Alle scuola dell’Infazia e Primaria D’Annunzio di Lanciano “espongono” i Botero e Dalì in erba – Le Foto

Di redazione

E’ l’arte, è stata la “lingua” con cui i bimbi dell’istituto comprensivo D’Annunzio di Lanciano hanno voluto raccontare il percorso formativo e culturale seguito durante l’anno scolastico. E’ singolare che bimbi della scuola dell’Infanzia, così come quelle della Primaria, si trovino a proprio agio cimentandosi con le opere di artisti del calibro di Mirò, Botero, Haring, Klee. Eppure il risultato è sotto gli occhi di tutti. Basta visitare i due plessi scolastici trasformati per l’occasione in vere gallerie d’arte: sia il plesso Bellisario che D’Amico nel quartiere Santa Rita. E’ lì, in quelle stanza dove si sente il vociare dei bambini impegnati nelle loro attività didattiche nelle aule adiacenti, che sono esposti slanci di fantasia, ispirati ai maestri di sempre. Immaginiamo la simpatia stupefatta di un Botero nell’ammirare i tentativi dei bambini di imitare la sua “Famiglia”. E’ un vero percorso quello che illustra Velia Giangiordano, maestra della scuola D’Amico, come fosse una vera gallerista; assolutamente orgogliosa dei lavori dei suoi ragazzi ma che corre il rischio di rimanere sconosciuto a molti. Nel plesso di scuola primaria, invece, trova posto anche uno studio sulle maschere realizzate parte in das: quelle del carnevale di Venezia ma anche quelle africane, greche e azteche; parte in terracotta, quelle più tradizionali che ripercorrono gli antichi mestieri, propri di Lanciano, come i vasai. Il pezzo forte in esposizione in questo caso è il presepe realizzato con materiale di recupero e popcorn, che ha vinto il primo premio della 21esima edizione della manifestazione “Riscopriamo il presepe” organizzata a Lanciano dall’associazione Lanciano Vecchia. Insomma, un lavoro enorme, per quantità e qualità. Er. Amedei [nggallery id=428]

8 giugno 2012 0

Maltempo, precipitazioni in arrivo al nord

Di admin

Una saccatura atlantica in transito sull’Italia determinerà da questa sera un peggioramento delle condizioni meteorologiche sulle regioni del nord, in particolare sui settori alpini e prealpini.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di avverse condizioni meteorologiche che prevede dalla tarda serata di oggi, 8 giugno, precipitazioni a carattere di rovescio o temporale su Piemonte, Veneto e Friuli Venezia Giulia.

I fenomeni potranno dar luogo a rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.