Petrarcone: presentata all’On. Tenaglia una relazione in difesa del Tribunale di Cassino

14 giugno 2012 0 Di redazionecassino1

“Lavoriamo alacremente per scongiurare con tutte le nostre forze l’ipotesi, che per conseguenze sarebbe tragica, di chiusura del Tribunale di Cassino”. Lo ha dichiarato il sindaco di Cassino Giuseppe Golini Petrarcone di rientro da Roma al termine di una mattinata che lo ha visto impegnato, insieme al presidente dell’Ordine degli Avvocati Giuseppe Di Mascio, alla Camera dei Deputati dove ha incontrato l’Onorevole Lanfranco Tenaglia membro della Commissione Giustizia. “Questa mattina – ha continuato il sindaco – mi sono recato personalmente a Roma per sottoporre all’Onorevole Tenaglia una relazione sul ruolo strategico e sull’importanza che il Tribunale di Cassino riveste per l’intero territorio. Così come avvenuto con l’Onorevole Di Pietro che ho incontrato nella giornata di lunedì, l’Onorevole Tenaglia si è dimostrato molto disponibile e si è impegnato a convocare anche gli altri membri della Commissione Giustizia della Camera per un meeting bipartisan in cui esporre le forti motivazioni, contenute all’interno della relazione presentata, che attestano l’importanza, non solo come presidio di legalità, che ha il Tribunale di Cassino.” La giornata del primo cittadino è poi proseguita in Comune con una serie di incontri sempre mirati all’organizzazione di iniziative pro Tribunale. “Nel pomeriggio – ha dichiarato il sindaco – ho incontrato i rappresentanti dei comitati spontanei che sono sorti, il presidente dell’ordine degli Avvocati, il presidente dell’ordine dei commercialisti e le Forze dell’Ordine per preparare la manifestazione del 21 giugno davanti al Tribunale che coinvolgerà, oltre a tutte le sigle sindacali, l’intera cittadinanza. Quella del Tribunale è una battaglia troppo importante che investe tutte le forze politiche e sociali e che dobbiamo portate avanti con grande forza fino alla fine. Proprio a tal proposito questa mattina di ritorno da Roma ho incontrato il presidente della camera di commercio di Frosinone, Florindo Buffardi, con il quale abbiamo deciso la chiusura, in segno di protesta, di tutte le attività commerciali per la giornata di giovedì 21 giugno a partire dalle ore 18.00. Infine domani mattina, presso la sala giunta del Comune, ho convocato un summit a cui parteciperanno parlamentari e consiglieri regionali del territorio.”