Terremoto in Emilia, oltre 16.000 persone assistite dal Sistema nazionale di Protezione Civile

2 giugno 2012 0 Di redazione

In Emilia-Romagna prosegue l’assistenza alle persone ospitate in seguito al terremoto nei 35 campi allestiti dal sistema nazionale della protezione civile, nelle strutture al coperto (come scuole, palestre e caserme), nei vagoni letto messi a disposizione da Ferrovie dello Stato e Genio Ferrovieri, negli alberghi e campeggi messi a disposizione attraverso la convenzione stipulata con Federalberghi e Assohotel dalla Regione Emilia-Romagna. In particolare, oltre 8.700 cittadini sono accolti nei campi tende e circa 3.000 nelle strutture, mentre sono circa 1.700 coloro che hanno scelto le strutture alberghiere e ricettive, per un totale di oltre 13.400 assistiti.
Nella Regione Lombardia, all’interno dei 3 campi di accoglienza allestiti nella provincia di Mantova, risultano inoltre ospitate 620 persone, cui se ne aggiungono 1.980 che hanno trovato assistenza nelle strutture al coperto e negli alberghi, per un totale di 2.600 persone.
Sono circa 4.500 le forze messe in campo dal Servizio nazionale di protezione civile: volontari delle colonne mobili delle Regioni, delle Province Autonome e delle organizzazioni nazionali, operatori ed esperti della protezione civile, vigili del fuoco, personale delle forze armate e dell’ordine, e delle altre strutture operative. A questi si aggiunge il personale delle strutture territoriali di protezione civile.