Montino: “Malagrotta era e Malagrotta è rimasta. Non è soluzione, ma presa per i fondelli”

23 agosto 2012 0 Di admin

Dall’Ufficio stampa PD al Consiglio regionale del Lazio riceviamo e pubblichiamo:

“Chiude Malagrotta, forse. Sicuramente riapre Malagrotta 2. Le parole del Prefetto Sottile sull’idoneità di Monti dell’Ortaccio suonano come una sentenza di condanna alle orecchie degli abitanti dei XVI Municipio. Sono quattro anni che Alemanno e la sua amministrazione non affrontano il problema rifiuti della Capitale. Ama ha lasciato gli impianti a mezzo servizio senza che il centrodestra muovesse un dito per farli funzionare a pieno regime. Le percentuali di raccolta differenziata sono quasi ferme e solo dopo l’intervento del Governo, dopo due anni di nulla, la Giunta Polverini ha stanziato soldi per incrementarla. Senza politiche per favorire il riciclo e riuso dei materiali siamo al punto di partenza. Malagrotta era e Malagrotta è rimasta. Ma tutta la Valle Galeria ha già dato. Non possiamo accettare che a pagare gli errori del centrodestra di Comune e Regione siano i soliti noti. Chi, da anni, combatte per veder tutelata la propria salute. Siamo contrari a una scelta che sposta il problema di qualche centinaio di metri. Non è una soluzione, solo una presa per i fondelli di chi abita a Malagrotta e continuerà a vivere accanto ai rifiuti”