Regionali 2013 – Fardelli: “In Regione Lazio esistono risorse per la Provincia. Ma occorre competenza”

16 febbraio 2013 0 Di redazione

“Ho preso un impegno serio e sono certo che grazie a voi e a tanti come voi che mi stanno sostenendo in queste settimane, riceverò tanti consensi”. Lo ha sostenuto Marino Fardelli in un incontro presso l’Hotel Rocca di Cassino, parlando in maniera chiara e decisa ad un centinaio di elettori che hanno seguito con attenzione l’intervento del candidato al Consiglio regionale del Lazio con la lista per Giulia Bongiorno. Presente il dirigente dell’Udc provinciale nonché membro del Cda del Cosilam Mario Pacitto, a sostegno del candidati. Gli elettori, che hanno affollato la sala, hanno apprezzato le parole del candidato che ha iniziato il suo intervento proprio con un appello al voto utile per un territorio, la provincia di Frosinone, che ha bisogno di rappresentanti che, come ha affermato Mario Pacitto, portino volontà, impegno, capacità. Marino Fardelli ha ripercorso gli ultimi mesi, motivando la sua scelta di candidarsi: “Come tanti genitori, mi sono chiesto cosa faranno in questa provincia i miei due figli da grandi, se non s’interverrà subito”. Con la decisione e la tranquillità di chi sa infondere sicurezza a chi ascolta, Marino Fardelli ha dichiarato: “Ci sono ora e ci sarò dopo. Non mi perderò nei meandri della Regione Lazio. Credo nel lavoro di squadra e la mia squadra siete tutti voi”. Il dirigente Mario Pacitto, in apertura di serata ha elogiato proprio la scelta della candidatura nella persona di Marino Fardelli: “Bisogna cambiare con persone giovani che abbiano esperienza e capacità e che possano portare la voce della provincia a Roma”. Mario Pacitto ha invitato tutti gli elettori di Cassino a stringersi intorno alla candidatura di Marino Fardelli. In un momento in cui l’antipolitica rischia di sopraffare le parole dei candidati, il discorso di Marino Fardelli ha invece catalizzato l’attenzione dei presenti ai quali si è appellato perché si vada al voto: “Scegliete chi vi pare ma andate a votare, non deleghiamo ad altri le decisioni che interessano il nostro territorio. Perché restare spettatori passivi quando invece possiamo essere protagonisti delle scelte future?”. L’appello è anche quello di portare la voce fuori e di convincere gli indecisi ad andare alle urne attraverso buone e giuste motivazioni. “Le motivazioni ci sono e sono tante. La mia è una campagna elettorale concreta, fatta di ascolto prima e di proposte poi. Non ho fatto promesse o proclami impossibili. Ho descritto la difficile realtà, ma ho anche prospettato possibilità concrete di investimenti per il nostro territorio se solo portiamo in Regione Lazio la competenza giusta per potervi accedere”. Dall’Hotel Rocca di Cassino a Roccasecca e poi Pontecorvo e Sora, Frosinone e ancora Anagni, Alatri e, come ogni giorno tanti centri grandi e piccoli della provincia di Frosinone vengono coinvolti negli incontri con i cittadini che Marino Fardelli terrà fino all’ultimo giorno utile di campagna elettorale. Incontri al massimo di un centinaio di persone, per fare in modo che ci si possa confrontare in maniera più diretta, escludendo le manifestazioni di massa “dove il rapporto diretto non esiste e dove gli elettori presenti molto spesso purtroppo diventano un numero” ha detto in proposito Marino Fardelli.