Cassino – dalle sigarette di contrabbando a quelle elettroniche, sequestrate sull’A1 ricariche per e-cigarette

18 marzo 2013 0 Di admin

Il mercato delle sigarette elettroniche sembra espandersi e i contrabbandieri si adeguano. La polizia stradale di Cassino ha sequestrato un ingente quantitativo di ricariche per e-cigarette di provenienza sospetta. Un tempo l’arteria autostradale Roma Napoli era canale importante per i traffici di sigarette di produzione straniera importate in Italia clandestinamente, oggi il traffico illecito delle classiche “bionde” sembra lasciare il passo a quello delle ricariche per le sigarette elettroniche. Gli uomini della polizia stradale della sottosezione di Cassino ne hanno sequestrate ben 3460 fliaconi da 10ml di diverse fragranze e con diverso contenuto di nicotina. La merce era contenuta in tre scatole trasportate in una Fiat Panda guidata da C.P., 59 anni di Napoli. L’uomo, a differenza dei contrabbandieri di sigarette tradizionali solitamente denunciati per immissione sul territorio nazionale di tabacchi esteri, è stato denunciato per ricettazione dato che non ha saputo spiegare la provenienza della merce finita, ovviamente, sotto sequestro.