Crescono gli arresti per furti, più frequente quelli di rame, acciaio e ferro

5 marzo 2013 0 Di redazionecassino1

Prosegue incessante l’attività a largo raggio intrapresa dai Carabinieri della Compagnia di Giulianova per contrastare il dilagante fenomeno dei furti che interessa gran parte del territorio nazionale.

Ieri, nelle prime ore pomeridiane, una pattuglia di Carabinieri effettivi alla Stazione di Pineto arrestava : LICCIARDELLO Santo 28 ENNE di Silvi Marina e VALLE RAMIREZ Angel 51 ENNE di origine cubana, da tempo residente a Silvi Marina.

Alcuni cittadini notando la presenza di due individui sospetti nei pressi di un’azienda agricola telefonavano ai Carabinieri i quali giunti nei pressi dell’azienda sorprendevano i due a bordo di un autocarro nell’atto di allontanarsi. La perquisizione immediata permetteva di recuperare materiale ferroso trafugato immediatamente prima e che veniva subito restituito al legittimo proprietario.

I due uomini venivano arrestati e condotti agli arresti domiciliari a Silvi Marina a disposizione della Procura della Repubblica di Teramo.

Nella mattinata odierna LICCIARDELLO e RAMIREZ sono stati condannati a 8 mesi di reclusione e 250 euro di multa con contestuale sospensione della pena.

Negli ultimi mesi si registra un aumento di furti di materiale ferroso (rame, acciaio, ferro) ai danni di stabilimenti, talvolta abbandonati, capannoni, cabine elettriche. Tale fenomeno lascia spazio a due considerazioni: la prima è che esiste un fiorente  mercato di materiale ferroso dai più considerato materiale di scarto; la seconda è che tali espedienti fanno emergere uno stato di grave indigenza da parte di talune categorie di persone.