Coldiretti Frosinone, un plauso alla Forestale per il sequestro dei finti Dop-Igp

13 aprile 2013 0 Di admin

Coldiretti Frosinone plaude all’importante azione di prevenzione che nei giorni scorsi è stata realizzata dal personale del nucleo agroalimentare e
agroambientale del Comando Provinciale CFS di Frosinone, in collaborazione con il personale del Comando Provinciale CFS di La Spezia, che ha registrato
controlli sulla sicurezza agroalimentare anche in diversi esercizi commerciali della provincia di Frosinone.
“Un plauso – ha detto Paolo De Cesare, direttore di Coldiretti Frosinone – per l’ennesima azione di prevenzione compiuta con gli accertamenti svolti
dal personale forestale che ha portato all’individuazione di diverse confezioni di lardo di colonnata, mortadella di bologna e parmigiano reggiano nelle cui etichette venivano utilizzati termini riconducibili a prodotti certificati DOP/IGP ma che in realtà sono risultati per origine, provenienza e qualità diversi da quelli dichiarati con relativo inganno nel consumatore. La sicurezza alimentare vede Coldiretti impegnata da anni, ormai, e la grande azione anche del Corpo forestale dello Stato, da sempre attento alla tutela della sicurezza agroalimentare dei cittadini, è senz’altro un ulteriore importante segnale nell’ambito delle verifiche e delle indagini sulla qualità delle produzioni alimentari, anche per gli aspetti igienico- sanitari. Il giro di affari dei prodotti contraffatti supera i 50 miliardi di euro l’anno in tutto il Paese provocando danni di immagine considerevoli oltre che annientare spesso il lavoro degli imprenditori agricoli onesti. “La garanzia della provenienza e la qualità dei prodotti per le imprese di Campagna Amica ciociare e laziali – ha detto Savone – costituiscono degli asset nella tutela della sicurezza alimentare e nella garanzia per il consumatore della genuinità dei prodotti che vede Coldiretti impegnata a 360 gradi”.