Quirinale: Fumata nera,ora la maggioranza è di 504 voti, Prodi nuovo candidato Pd

19 aprile 2013 0 Di redazionecassino1

Terza fumata nera per l’elezione del nuovo Presidente della Repubblica, nella seduta odierna, in cui la maggioranza richiesta era ancora di 672 voti favorevoli. Da oggi pomeriggio, quando inizieranno le votazioni che prevedono la maggioranza di 504 voti favorevoli per essere eletti, cambirtà tutto lo scenario. Già da questa mattina, accantonata la candidatura di Marini, il Partito democratico ha presentato quella di Romano Prodi.  E’ il giorno della verità per la corsa al Colle.  Dopo aver riunito i grandi elettori Pd le agenzie battono la notizia della proposta di Prodi al Colle avanzata dal segretario Pd Pierluigi Bersani, con relativo applauso e standing ovation dei deputati e senatori presenti. Un candidato di parte, non condiviso da Berlusconi, che aveva messo il veto sul suo nome. L’ex presidente del Consiglio – per due volte sfidante del Cavaliere alle elezioni – sarebbe in questo momento in Mali e dovrebbe rientrare sabato. E’ inviato speciale del segretario generale dell’Onu per il Sahel. Immediate le reazioni del Pdl. “Quella di Prodi è una scelta che divide. Il contrario di quello che serva all’Italia”, ed  ha subito detto una manifestazione “anti Prodi” in piazza Montecitorio. Monti e Lista Civica hanno presentato la candidatura del ministro Annamaria Cancellieri verso cui sembra convergere anche il Pdl.  Il Movimento 5 Stelle, intanto, continua a votare Stefano Rodotà, che stamattina ha ottenuto 249 voti, e fa trasparire l’intenzione di voler collaborare al nuovo governo se il Pd accettasse di votare il giurista. Vedremo cosa succederà nella prossima votazione fissata per questo pomeriggio.

F.P.