Abbigliamento “tarocco”, bombole di gas insicure, tabacchi illegali e droga nella rete dei controlli della Finanza a Fondi

30 maggio 2013 0 Di redazione

I finanzieri della compagnia di Fondi hanno sequestrato, presso le principali vie di comunicazione che portano alle località turistiche del sud pontino (tra cui la stazione ferroviaria), circa cinquecento capi d’abbigliamento riportanti marchi contraffatti.
Altri militari in abiti borghesi, invece, hanno effettuato i controlli direttamente sui treni, “mischiati” tra viaggiatori e pendolari.
I prodotti sottoposti a sequestro (tutti capi di abbigliamento) sono giubbotti, polo, tute, pantaloni e camicie riportanti note marche italiane ed estere (adidas, fred perry, d&g, armani, nike, burberry).
Al termine delle operazioni, i finanzieri hanno denunciato alla procura della repubblica di latina tre responsabili, tutti di origine campana, per i reati di commercio e vendita di prodotti con segni falsi e mendaci.
Uno dei denunciati è stato trovato in possesso di un book fotografico tutto dedicato a scarpe di varie marche (tra cui le note hogan) nonché numerosi foglietti riportanti ordinativi e prenotazioni ricevute in zona.
Nei giorni seguenti sono stati effettuati ulteriori sequestri, sempre in materia di marchi contraffatti, con la denuncia di altri tre soggetti campani, trovati per le vie del centro cittadino di fondi in possesso di oltre 50 capi di abbigliamento con noti marchi (“nike”, “hogan”, “burberry” e “liu & jo”), nonché circa 50 supporti magnetici su cui erano registrati illegalmente recentissimi brani musicali e riproduzioni cinematografiche.
Per tutti i sequestri sono già state avanzate le richieste di perizie ai licenziatari delle griffe contraffatte.
Nel corso dei controlli sono state rilevate anche altre irregolarità:
• È stato denunciato il titolare di un bar, il quale vendeva, sprovvisto delle prescritte autorizzazioni dei monopoli di stato, tabacchi lavorati nazionali, poi sequestrati;
• Un altro imprenditore è stato denunciato perché deteneva per la vendita 500 kg di gas per uso domestico in bombole, senza le prescritte autorizzazioni di prevenzione incendi;
• Infine, due soggetti sono stati denunciati poiché trovati in possesso di alcune dosi di cocaina, sottoposte a sequestro unitamente alla somma di 3.000 euro circa in contanti, ritenuta il provento dell’attività di spaccio.