Attive da mercoledì, nel centro storico, due “Case dell’acqua”

6 maggio 2013 0 Di redazionecassino1

Da mercoledì (8 maggio 2013) saranno attive a Città Sant’Angelo due Case dell’Acqua: i distributori sono nel Centro Storico, accanto alla Porta Sant’Antonio, e a Marina, in via XXII Maggio 1944. Al costo di 0,05 cent/litro sarà possibile prelevare acqua dell’acquedotto microfiltrata, sia naturale sia gassata. La macchina accetta monete 10, 20, 50 centesimi, 1 e 2 euro. Sarà però anche in vendita una chiavetta elettronica ricaricabile al costo di euro 5,00. Sul pannello di erogazione delle fontane ci sono tutte le istruzioni di funzionamento e le informazioni per gli utenti. “La Casa dell’Acqua” spiega il sindaco Gabriele Florindi “vuole promuovere l’utilizzo dell’acqua pubblica, un bene primario che non va sprecato. Distribuisce acqua di qualità, del posto, permette di risparmiare e aiuta l’ambiente, diminuendo la produzione, la circolazione e lo smaltimento di plastica e quindi le emissioni di CO2”. La presenza di queste strutture è infatti prevista anche nel Piano di Azione per le Energie Sostenibili adottato dall’amministrazione. L’acqua distribuita nella “Casa” è quella dell’acquedotto comunale, ulteriormente depurata e refrigerata, sia naturale sia addizionata di anidride carbonica. La nascita delle diverse contrade che formano Città Sant’Angelo, storicamente, è legata alla presenza delle fontane. Anche per questo le Case dell’Acqua sono un modo intelligente, ecologico ed economico di unire al presente il nostro passato.