Futuro di Laziodisu e decentramento dell’Università, incontro Fardelli – Smeriglio

18 giugno 2013 0 Di admin

Il futuro di Laziodisu Cassino e il decentramento dell’Università sono stati gli argomenti che in un incontro, il consigliere regionale Marino Fardelli ha discusso con il Vice Presidente della Giunta Regionale del Lazio Massimiliano Smeriglio, Assessore alla Formazione e all’Università. Sono recenti infatti, le nuove direttive politiche della Regione Lazio per il diritto allo studio che porteranno alle modifiche anche statutarie di Laziodisu, per l’applicazione della spending review e volte a migliorare l’efficienza della macchina amministrativa. “L’intento della Regione Lazio di rimodulare le risorse e la mission del rilancio di Laziodisu – ha detto l’on. Fardelli – troveranno largo consenso oltre che successo, se nella piattaforma di governance che si intende attuare verranno chiamati a partecipare rappresentanti del personale e degli studenti che vivono quotidianamente l’Ente”. Un processo di riforma partecipato chiede il consigliere Fardelli, che ha incontrato la disponibilità del Vice Presidente Smeriglio, il quale si è detto aperto ad incontri con dipendenti e studenti per confrontarsi sugli obiettivi che vogliono Laziodisu uno strumento più utile allo scopo a cui è preposto. Il consigliere Fardelli ha ricordato durante l’incontro che delle diciannove università laziali, solo due non rappresentano il territorio metropolitano, l’Università della Tuscia di Viterbo e l’Università di Cassino e del Lazio Meridionale. “Due realtà che decentrano cultura e lavoro e che rappresentano un antidoto a chi profetizza un futuro sempre più metropolitano creando invece equilibrio. La mia proposta parte da qui”.