pubblicato il4 settembre 2013 alle 16:39

Fonte e D’Onofrio, precisazioni e smentite a bugie, cattiverie ed estrose fantasie dai gruppi di maggioranza e opposizione

A seguito degli articoli comparsi sui quotidiani locali, riteniamo opportuno chiarire alcuni passaggi e smentire bugie, cattiverie ed estrose fantasie sorte nell’ambito dei gruppi consiliari di maggioranza ed opposizione. Siamo stupiti del gran clamore determinato dalla nostra adesione al PD e conseguente formazione del gruppo in seno al consiglio, infatti già nel corso della campagna elettorale regionale la maggioranza (indipendentemente dal partito d’appartenenza) ha sostenuto il suddetto PD. Avendo vinto il PD le elezioni regionali già il 28 febbraio 2013 in riunione di maggioranza si discusse sull’opportunità di formare il gruppo PD per un affiancamento alla regione.  Subito Anna D’Onofrio pressava insistentemente, nell’ambito del gruppo civico di maggioranza, i tesserati 2012 del PD al fine di formare il gruppo collegato al partito, tutto ciò senza alcun esito, a questo punto la suddetta D’Onofrio usciva dal gruppo civico continuando il percorso intrapreso già da alcuni anni.

faccedivita.it

Igor Fonte, fatti tutti i dovuti e necessari passaggi anche con il proprio riferimento in assise condivideva il progetto politico del PD. L’intero percorso è stato lineare, coerente e trasparente. Teniamo a ribadire che non è stata formulata alcuna richiesta per incarichi, assessorati e presidenze.  Evidentemente questa condotta politica non è comprensibile da chi è abituato a fare politica in modo diverso. Confermiamo la nostra assoluta lealtà incondizionata al Sindaco Giuseppe Golini Petrarcone.

I Consiglieri del Partito Democratico

Anna D’Onofrio

Igor Fonte

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07