Da lunedì gli alunni della media “Diamare” avranno gli spazi per l’educazione fisica

15 novembre 2013 0 Di redazionecassino1

“Da lunedì 25 novembre i ragazzi delle cinque classi della scuola media Diamare avranno nuovamente gli spazi a disposizione per fare educazione fisica.” A darne notizia è stato l’assessore all’istruzione del Comune di Cassino, Danilo Grossi, a margine della riunione che si è tenuta in Municipio con i dirigenti scolastici del primo e del terzo circolo comprensivo, nell’ordine la Di Palma e la Panaccione. “Come è noto – ha continuato Grossi – questo è stato un anno particolare per i ragazzi, oltre che per il docenti ed il personale, della Diamare che si sono trasferiti presso la struttura sede storica della scuola elementare D’Annunzio a seguito della necessità di destinare l’edificio di Via San Marco ai nuovi uffici giudiziari del Tribunale di Cassino. Uno spostamento, tuttavia, che si è svolto in maniera esemplare e che non ha creato alcun tipo di variazione a quella che è l’attività didattica dei bambini delle elementari e di quelli della scuola media Diamare. L’unica questione che ancora non aveva trovato soluzione riguardava la possibilità per i ragazzi delle cinque classi della Diamare di avere uno spazio per poter fare educazione fisica. Proprio questo è stato il tema affrontato nella riunione di ieri con le dirigenti scolastiche del primo e del terzo circolo comprensivo di Cassino, riuscendo a giungere ad una soluzione condivisa che prevede l’utilizzo della Palestra della scuola D’Annunzio da parte delle cinque classi della Diamare nella giornata di sabato, oltre che l’utilizzo del campo esterno, ovviamente nei giorni di sole, il lunedì. Con questa soluzione i ragazzi della Diamare potranno tornare a fare educazione fisica alternando l’ora di attività a quella di teoria che comunque è prevista dal programma. Per il resto la palestra della D’Annunzio dal lunedì al venerdì rimarrà a disposizione delle 24 classi della scuola elementare del primo circolo comprensivo di Cassino. Ringrazio sia al Di Palma per la disponibilità mostrata, mettendo a disposizione la palestra della scuola, sia la Panaccione che in un anno così particolare fatto di trasferimenti è sempre stata collaborativa; disponibilità e collaborazione che anche in questa circostanza hanno permesso di raggiungere una soluzione condivisa nell’interesse dei ragazzi che frequentano le due scuole.”