Furti in villa a Cisterna di Latina, scoperto il covo della banda e recuperata la merce

12 novembre 2013 0 Di admin

Scoperto il covo nel quale una banda di ladri di abitazioni depositavano la refurtiva dopo le scorribande notturne effettuate nelle case di Cisterna di Latina. Gli uomini del commissariato costernino, coordinati dal vice questore Valter Dian, erano sulle tracce di Mateus Kequi, un albanese 21enne pregiudicato e senza fissa dimora sfuggito la scorsa settimana all’arresto quando, gli stessi agenti della polizia, intervenuti per una serie di furti in villa nella zona 17 Rubbie, hanno fermato un’auto con a bordo 4 stranieri tra i quali il 21enne albanese. Erano gli autori di quei furti ma Kequi è riuscito a divincolarsi e scappare per le campagne. Le indagini, in questi giorni sono arrivate in un casolare sulla via Appia nel territorio di Cisterna. Lì, tra alcuni connazionali, si nascondeva il giovane e anche il magazzino in cui era stipata tutta la refurtiva messa a segno durante le notti precedenti. Rinvenuti quindi televisori anche di grosse dimensioni e di ultima generazione, telefonini, orologi e oggetti preziosi, il tutto immediatamente sottoposto a sequestro e custodito negli Uffici del Commissariato. Una decina di persone residenti nelle zone periferiche di Cisterna, in particolare Colle Marcaccio, Le Castella e 17 Rubbie che nelle ultime settimane avevano subìto e denunciato alle forze dell’ordine furti in abitazione, hanno formalmente riconosciuto i loro oggetti tra la refurtiva sequestrata e potranno tornarne in possesso una volta dissequestrati.