Giorno: 13 aprile 2014

13 aprile 2014 0

Anziano pestato e gettato nel Liri, interrogatorio fiume per i due indiziati in attesa dell’esito delle ricerche

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Proseguiranno probabilmente tutta la notte nella compagnia di Sora gli interrogatori dei due uomini fermati dai carabinieri indagati per il presunto omicidio di Mario Grossi, loro vicino di casa in contrada Compre. Probabilmente, prima di incriminare formalmente i due per l’ipotetica accusa di omicidio e occultamento di cadavere, la magistratura vorrà aspettare l’esito delle ricerche del corpo nel fiume Liri. Ricerche che riprenderanno domani alle prime luci dell’alba. Al momento, infatti, oltre alla versione fornita da un testimone che ha raccontati di aver visto i due gettare in acqua il corpo dell’anziano, vi sarebbero alcune macchie di sangue ritrovate sulla riva del fiume. La versione che sembra aver preso piede sulle cause scatenati della furiosa lite dall’esito drammatico, sembra doversi ricondurre ad una badante straniera. Da indiscrezioni trapelate, inoltre, sembrerebbe che i due indiziati fossero ubriachi. Comunque domani mattina il gruppo sommozzatori dei vigili del fuoco riprenderà a scandagliare i fondali del Liri con l’ausilio di due gommoni. ”Stiamo cercando il corpo – ha detto uno dei sommozzatori – in una tratto in cui il fiume è profondo circa due metri e la corrente è molto forte”. Ermanno Amedei

13 aprile 2014 0

Real Theodicea batte il Castrocielo e conquista la seconda categoria

Di admin

Real Theodicea batte il Castrocielo 5 a 2 e conquista la seconda categoria. Nonostante manchi ancora una partita alla fine del campionato oggi pomeriggio sul campo di Sant’Angelo la squadra ha vinto contro il Castrocielo garantendo la promozione alla categoria superiore. Tanta la partecipazione dei tifosi che hanno esultato e gioito insieme a giocatori e dirigenti ed è grande festa al campo sportivo di Sant’Angelo per la vittoria.

13 aprile 2014 0

80enne gettato nel fiume a Sora, si ipotizza omicidio passionale

Di admin

Si chiamava Mario Grossi aveva circa 80 anni ed era residente nella zona Compre a Sora l’uomo che nel pomeriggio è stato pestato e successivamente gettato nel fiume Liri. Alcuni testimoni hanno visto due uomini di circa 55 anni, vicini di casa dell’80enne, fermati poi dai carabinieri, gettare l’uomo nel fiume nei pressi delle loro abitazioni. Si ipotizza, quale motivo del litigio sfociato in quello che sembra essere un omicidio, la pista passionale legata ad una badante straniera. Dopo tre ore di lavoro i sommozzatori hanno interrotto le ricerche di Mario Grossi nelle acque del fiume Liri a causa dell’oscurità. Riprenderanno a scandagliare il corso d’acqua alle prime luci dell’alba con l’ausilio di due gommoni. “stiamo cercando il corpo – ha detto uno di loro – in una tratto in cui il fiume è profondo circa due metri e la corrente è molto forte”.

13 aprile 2014 0

Uomo gettato nel fiume Liri a Sora dopo pestaggio, ricerche in corso

Di admin

Sono in corso le ricerche nel fiume Liri a Sora del corpo di un uomo anziano che, pare, sia stato gettato in acqua in località Compre dopo una violenta lite. L’allarme è stato lanciato poco dopo le 16 e, mentre i carabinieri starebbero interrogando due uomini, i vigili del fuoco hanno chiesto l’ausilio dei sommozzatori per scandagliare i fondali del fiume.

13 aprile 2014 0

La Passione di Cristo a Montecassino

Di admin

L’Abbazia di Montecassino ha fatto da sfondo suggestivo, la sera di sabato 12 aprile, alla rappresentazione della Passione di Cristo ad opera della città di Sezze. Lì infatti è attiva dal 1933 l’Associazione della Passione di Cristo che mette in scena la Sacra Rappresentazione con una tale ricchezza di scene, personaggi, animali e costumi da rendere l’evento “di grande risonanza e vasta partecipazione popolare”, come ha detto il Presidente della repubblica Giorgio Napolitano. Ed è stata un’edizione straordinaria, quella portata a Montecassino proprio in occasione del 70° anniversario della distruzione dell’Abbazia e del 50° della proclamazione di San Benedetto Patrono d’Europa, come altre straordinarie edizioni hanno toccato negli anni passati Roma, Santiago de Compostela, Assisi, Latina e San Giovanni Rotondo. Una pioggia violenta è iniziata proprio poco prima che cominciasse la rappresentazione, tanto da mettere in dubbio, tra la gente, che potesse svolgersi, mentre gli organizzatori erano ben decisi a farla a tutti i costi, anche sotto la pioggia. Davanti al portone PAX, che, illuminato di azzurro con le poderose mura faceva da fondale impareggiabile, si svolgevano le scene, trasmesse anche in diretta televisiva da Lazio Tv, Teleuniverso e Rete Sole, oltre che da altri canali digitali e satellitari. E difatti, nel cancello delle auto era stato istallato un gazebo dove sedevano personaggi che illustravano e commentavano per i telespettatori quanto si andava svolgendo davanti a loro. Da lì è partito l’evento, con un saluto ed un’introduzione dell’Amministratore apostolico di Montecassino D. Augusto Ricci, con gli interventi anche dei due sindaci, di Cassino e di Sezze, mentre una pioggia battente, che certamente aveva scoraggiato tante persone, aggiungeva in verità suggestione e drammaticità allo scenario. Per quasi due ore la Sacra Rappresentazione ha ripercorso non solo la Passione di Cristo, ma tutta la storia del Vecchio e del Nuovo Testamento fino a Gesù, alla sua Passione, morte e resurrezione. I figuranti, un gruppo alla volta, iniziavano davanti al portone PAX e portatisi nel centro del piazzale rappresentavano le scene, ben trentanove, poi scendevano verso la casa S. Antonio in forma processionale, mentre gli spettatori restavano fermi per assistere al loro passaggio. Dopo le prime scene, finalmente la pioggia è cessata e la rappresentazione è andata avanti in modo più agevole. Rappresentate Confraternite, figure di Santi, come Benedetto, Francesco, P. Pio, Maria Goretti, Carlo da Sezze, poi Patriarchi e Profeti e personaggi biblici fino ad arrivare al Nuovo Testamento con l’annunciazione a Maria, i Re Magi, Erode e la strage degli innocenti, la fuga in Egitto, Giovanni Battista e il Battesimo di Gesù, gli Apostoli, la resurrezione di Lazzaro, per arrivare all’Ultima cena e alla Passione. Ultima scena la Resurrezione.

13 aprile 2014 0

Inaugurata la biblioteca nella Casa della Carità di Cassino

Di admin

Venerdì 11, presso la Casa della Carità è stata benedetta e inaugurata una biblioteca ad uso degli ospiti della Casa, allestita grazie al fattivo contributo del Rotary Club di Cassino. Alle 20,30 rotariani e amici si sono ritrovati nella Casa per partecipare all’inaugurazione. Prima di salire al piano superiore, dove si trova la stanza dedicata d’ora in poi alla lettura, nella sala comune Luigi Pietroluongo ha accolto gli ospiti e Sr. Ermanna ha presentato la realizzazione del progetto di una sala lettura, che si è deciso di intitolare a S. Giovanna Antida Thouret. Per questo ha dato la parola a Sr. Claudia Grenga, Suora della Carità già stata a lungo a Cassino ed oggi a Roma con posti di responsabilità nella Congregazione. È stata lei, con gioia degli uditori, molti dei quali l’hanno ben conosciuta, che ha presentato la figura di S. Giovanna Antida, donna coraggiosa e intraprendente, ricca di iniziative e mai sottomessa al potere, una Donna con la D maiuscola insomma, ha detto Sr Claudia, donna a tutto tondo, che nella sua vita ha costantemente cercato la strada voluta per lei da Dio, e che è stata sempre di aiuto e servizio ai poveri e agli abbandonati, in un’epoca particolarmente difficile e tumultuosa come quella della Rivoluzione francese e napoleonica. Il discorso è stato quanto mai interessante e seguito con la massima attenzione da tutti. Poi si è passati al piano superiore della Casa, che molti vedevano per la prima volta e dopo che il Vicario generale della Diocesi, Mons. Fortunato Tamburrini, ha benedetto la sala, il dott. Persechino, presidente del Rotary Club di Cassino, ha consegnato a Sr Ermanna il contributo e la disponibilità dei membri a collaborare con la Casa della Carità, in un clima amichevole e familiare. Gli scaffali si sono abbastanza riempiti ma hanno ancora spazio per altri libri…

13 aprile 2014 0

Ladri tentano la fuga in auto braccati dalla Polstrada a Cassino, inseguimento termina con un arresto

Di admin

Rocambolesco inseguimento, questa mattina, iniziato sull’autostrada nel Cassinate, si è concluso su una arteria stradale esterna a Rocca d’Evandro. Gli agenti della sottosezione di polizia stradale di Cassino comandata dal vice questore Giovanni Consoli e dal sostituto commissario Giovanni Cerilli hanno individuato una Audi A3 rubata nel corso della notte a Firenze. Immediatamente è cominciato l’inseguimento ad altissima velocità che è proseguito anche fuori dall’A1 quando i malviventi hanno deciso di uscire al casello di San Vittore del Lazio sfondando la barriera del telepass e proseguendo la corsa in direzione Rocca d’Evandro con gli agenti della Polstrada alle calcagna. In più occasioni i fuggitivi hanno anche speronato l’auto di servizio ma dopo molti chilometri percorsi a folle velocità, i ladri hanno abbandonato la vettura cercando scampo nelle campagne. Uno dei due, però, B.K. 26 enne originario albanese, è stato fermato ed arrestato nel giardino di una casa privata. Il suo complice è riuscito a far perdere le tracce.

13 aprile 2014 0

Fiamme in appartamento a Cassino, l’intervento dei pompieri evita il peggio

Di admin

Appartamento in fiamme, questa mattina in via Mainarde nel rione Colosseo. Il rogo all’interno di un appartamento al terzo piano è stato innescato alle 8.40 dal malfunzionamento di una caldaia. Le fiamme e il fumo hanno generato il panico tra i residenti ma il celere intervento dei vigili del fuoco del distaccamento di Cassino ha impedito che l’incendio assumesse dimensioni maggior. Er. Amedei

13 aprile 2014 0

Drammatico schianto sulla Salaria a Fara Sabina, muore 57enne di Firenze

Di admin

Scontro frontale, questa mattina sulla Salaria al chilometro 45, in località Borgo Quinzio nel comuni di Fara Sabina. Erano le 8.40 circa quando due vetture si sono scontrate per cause ancora al vaglio dei carabinieri. Il bilancio è drammatico: un morto e un ferito grave. A perdere la vita è stato un 57 anni di Firenze. Per l’uomo non c’è stato nulla da fare, Ferito anche un altro uomo. Sul posto, oltre ai vigili del fuoco di Rieti, anche gli operatori del 118 intervenuti, oltre che con l’ambulanza, anche con una eliambulanza. Er. Amedei