Giorno: 21 luglio 2014

21 luglio 2014 0

Cade dal tetto a Terelle, prima si sente illeso e miracolato, poi chiama il 118

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Cade dal tetto e inizialmente sembra essere rimasto miracolosamente illeso. Pocop dopo, accusa un malore e chiama l’ambulanza. È accaduto oggi pomeriggio a Terelle dove un uomo di 53 anni era impegnato a riparare il tetto della sua abitazione quando è stramazzato al suolo facendo un volo di alcuni metri. Soccorso dai familiari, l’uomo si è rialzato e sembrava non aver riportato nessuna ferita. Poco dopo, però, gli stessi familiari hanno chiamato il 118 richiedendo l’intervento. Allertata anche una eliambulanza ma poi è stato deciso per il trasporto in ospedale a Cassino. Er. Amedei

21 luglio 2014 0

Coltivava nell’orto 40 piante di marijuana, arrestato 20enne di Cassino

Di admin

Nel corso di predisposti servizi antidroga che il Comando della Stazione carabinieri di Vallerotonda sta effettuando a seguito di controlli di giovani residenti nel piccolo comune sospettati di far uso di marijuana, questa mattina, a Cassino i carabinieri hanno arrestato per il reato di coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di marijuana un 20enne di Cassino.

Lo stesso, nel corso della perquisizione personale e locale effettuata, veniva trovato in possesso di gr. 10 circa di foglie di marijuana già essiccate e frantumate, materiale vario per il confezionamento nonché n. 40 piante di cannabis, che coltivava nell’orto adiacente l’abitazione. Il tutto veniva posto sotto sequestro.

L’arrestato, ad espletate formalità di rito, veniva ristretto in regime di arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida che sarà celebrata nelle prossime 48 ore.

21 luglio 2014 0

Bimbo ferito a Cervaro, il pediatra Spallino lancia la “Crociata” contro i girelli

Di admin

In seguito al terribile incidente di Cervaro che ha visto un bimbo di 5 mesi cadere dalle scale di casa mentre era su un girello e rimanere gravemente ferito, il noto pediatra di Cassino Angelo Spallino, lancia una crociata contro i girelli sostenendone oltre la pericolosità anche e anche aspetti nocivi alla crescita. “Come medico e come uomo sono  vicino alla famiglia del piccolo vittima dell’incidente domestico e mi unisco alla comunita’ nell’augurare un felice concludersi  dell’evento. – dichiara Spallino – Come pediatra debbo fare  delle considerazioni  di ordine generale  sull’uso del girello  in linea con la battaglia  contro l’uso del girello che porto avanti da molti  anni nel mio studio e nei consultori pediatrici  affidando un chiaro messaggio tramite i mass media:NO AL GIRELLO. Il girello e’ pericoloso e nocivo almeno per tre motivi: il primo  e’  costituito dal fatto che il bambino con il girello si spinge  assumento  abitudini  nocive della deambulazione che poi  proseguono per anni; il secondo  e’ rappresentato dal fatto che il bambino di 8-9 mesi e’ un piccolo, meraviglioso, irrequieto incosciente dei pericoli cui va incontro  e diamo a lui uno strumento che moltiplica  le posssibilita’ di incidente; il terzo e’ di ordine psico-motorio, perche’ il gattonamento che dovrebbe essere  la giusta e correta fase di transizione    per assumere la posizione eretta , migliora sia le sue  capacita’ intellettive e motorie. L’incidente  di cui e’ stato vittima il piccolo di Cervaro e’ solo l’ennesimo di cui  vengo a conoscenza  tra i tanti  nella mia  ormai lunga vita professionale. E’ ora di dire basta”.

21 luglio 2014 0

Blitz da panico in centro a Cassino, la Finanza sequestra 120 grammi di coca e smantella una “base” di corrieri

Di admin

Avevano creato in un appartamento in pieno centro a Cassino, la base per il traffico di cocaina con cui rifornivano gli spacciatori della bassa provincia di Frosinone. A rifornire quello che sembrava essere un centro di smistamento della cocaina erano corrieri che ingerivano ovuli pini di droga. A porre fine all’attività sono stati ieri, con un rocambolesco blitz, gli uomini della guardia di finanza di Cassino. Il blitz è scattato alle 13 circa nell’appartamento di una ex palazzina popolare in pieno corso della Repubblica, all’incrocio con via Verdi.

L’irruzione in quella casa da parte degli uomini delle fiamme gialle, unitamente a unità cinofile, ha permesso di rinvenire circa 120 grammi di cocaina purissima ancora contenuta in ovuli e arrestare due uomini, un 40enne ed un 48enne, oltre ad una 30enne, tutti di nazionalità domenicana.

Ma non è stato così semplice dato che i colombiani hanno tentato di occultare lo stupefacente reagendo con violenza ai militari. E’ stato lì, evidentemente, che la situazione ha rischiato di sfuggire di mano. Sul posto, infatti, il clamore della reazione dei domenicani, uno dei quali, a sentire i testimoni, sarebbe anche riuscito a fuggire ma venendo fermato ed arrestato poco dopo. Altri testimoni hanno raccontato di un colpo di arma da fuoco esploso. Attimi di panico per chi si è trovato a passare in quel momento assistendo ad un via vai di militari in borghese armati. Sorprende poi la tempestività con cui il fotografo di un giornale locale si sia trovato in “zona” riuscendo a immortalare alcune fasi del blitz. Complimenti a lui, anche se la guardia di Finanza di Cassino, per molto meno, è andata a caccia di talpe in merito a fatti, a nostro avviso, molto meno gravi di quelli che potrebbero ipotizzarsi qualora quel fotografo non si trovasse lì per un semplice intuito professionale.

Ermanno Amedei

21 luglio 2014 0

Pesta una donna per rapinarle 100 euro, 33enne in manette a Rieti

Di admin

Ha pestato selvaggiamente una donna usando calci pugni e una catena di ferro per portarle via circa 100 euro. È accaduto a Rieti dove i carabinieri hanno arrestato per rapina aggravata P.A. 33enne della Basilicata ma da anni residente nel reatino. L’uomo avrebbe incontrato la donna, una rumena del posto, con la quale ha litigato fino a quando ha iniziato a colpirla con calci, pugni ed una catena d’acciaio. Durante l’aggressione sarebbe spuntata anche una mannaia da cucina che l’uomo, per fortuna, ha usato solo a scopo intimidatorio mentre, però, continuava a colpirla con pugni e calci. La violenza è finita quando il 33enne si è impossessato del portafogli della donna contenente circa 100 euro lasciandola in terra priva di sensi. Trasportata in ospedale, la vittima ha denunciato l’accaduto ai carabinieri che, grazie alla descrizione, sono arrivati ad individuare l’uomo e ad arrestarlo in casa dove aveva ancora la catena d’acciaio e la mannaio usati per l’aggressione oltre all’intero bottino sottratto alla donna. Per questo l’uomo è stato arrestato.

21 luglio 2014 0

Botte per gelosia a Fondi, un apprezzamento di troppo scatena furibonda rissa tra stranieri

Di admin

Un apprezzamento sgradito ad una ragazza ha scatenato, ieri sera, una furibonda rissa a Fondi, tra indiani e marocchini. Quattro sono le persone coinvolte nell’episodio, due per ciascuna nazionalità, che in via Tumulito, se le sono date di santa ragione per via di attenzioni sgradite verso una ragazza. A finire nei guai, arrestati per rissa aggravata, sono stati E. D. A., 35enne nato in Marocco, domiciliato a Fondi, incensurato, M. O., 23enne di origini marocchine, domiciliato a Fondi, ambulante, pregiudicato, S. M. A., 35enne pregiudicato e S. S., 29enne, incensurato, entrambi di origini indiane, residenti a Fondi. Uno degli arrestati è stato ristretto nel carcere di Latina, due sono stati accompagnati alle loro case in regime di arresti domiciliari, mentre l’ultimo è ricoverato, in regime di arresti domiciliari, presso l’ospedale di Terracina.

21 luglio 2014 0

Gli alunni diplomati con il massimo dei voti, saranno premiati venerdì in Municipio

Di redazionecassino1

“Verdevento gratis per tutti i ragazzi delle scuole superiori di Cassino che alla maturità di quest’anno si sono diplomati con il massimo dei voti.” A darne notizie è stato l’assessore all’istruzione del Comune di Cassino, Danilo Grossi, che ha annunciato l’iniziativa, voluta di concerto con la Cierreci che organizza ‘Verdevento’ all’interno del nuovo parco cittadino che verrà inaugurato proprio in occasione del primo concerto, gratuito per tutti i cittadini, che si terrà venerdì 1 agosto. “I ragazzi che hanno presso 100/100 – spiega Grossi – saranno ricevuti venerdì alle ore 12 in Sala Restagno nel corso di una premizione in cui verrà consegnato loro un abbonamento per le 9 serate di Verdevento. Si tratta di un riconoscimento che abbiamo voluto dare agli studenti più meritevoli e chissà che per il futuro questa iniziativa possa essere ripetuta e rappresentare anche uno sprone per gli altri studenti ad ottenere risultati altrettanto importanti. La nostra intenzione, è quella di valorizzare gli studenti che più si sono impegnati durante l’ultimo anno scolastico. Un riconoscimento al merito, quindi, senza privilegiare il vecchio metodo dell’amicizia per ottenere qualcosa, ma premiando i migliori e chi dimostra, attraverso l’impegno, le proprie capacità. È la prima volta che un’iniziativa del genere viene realizzata a Cassino, ma che noi come Amministrazione abbiamo voluto fortemente nella convenzione che se la meritocrazia venisse applicata in tutti gli ambiti a livello nazionale avremmo sicuramente una società migliore. Al di là delle formalità, infatti, questa iniziativa rappresenta un’occasione per premiare i più bravi e conferma gli ottimi rapporti di collaborazione tra l’Ente, i dirigenti scolastici, i docenti e le scuole di Cassino attraverso un riconoscimento che rappresenta un momento di sintesi svolto dalle nostre scuole sul territorio cassinate. La cultura si premia con la cultura intesa in ogni sua forma. Dopo le fatiche dell’anno scolastico e di questo inizio estate i ragazzi potranno godersi gli spettacoli che nella prima decade di agosto contribuiranno ad elevare l’offerta culturale di Cassino. In qualità di assessore all’istruzione, poi, visti anche i tanti neo – diplomati con il massino dei voti delle nostre scuole, voglio ringraziare anche le famiglie di questi ragazzi perché sicuramente, le capacità e l’intelligenza contano moltissimo, ma dietro ciascuno di loro c’è qualcuno che li sostiene. L’appuntamento è quindi per venerdì alle ore 12 con un abbonamento che darà la possibilità ai ragazzi che hanno preso 100 di assistere a spettacoli di artisti di fama internazionale a partire da Bob Sinclair, continuando con i Tiromancino, Fiorella Mannoia, Pino Daniele, Clementino, Renzo Arbore, Piero Pelù, fino ad arrivare alla serata conclusiva di venerdì 9 agosto con i Sud Sound System.”

21 luglio 2014 0

Di Russo-sanità: “Contano le tessere sanitarie non quelle elettorali”

Di redazionecassino1

“Non siamo certo insensibili all’eco dello sconforto accorato che risuona nel cassinate per la insostenibile situazione in cui versa il locale ospedale Santa Scolastica per la recente chiusura o ‘sofferenza’ di reparti cardine quali Gastroenterologia, Pediatria, Nido, Ostetricia, Ortopedia e Anestesiologia. Senza inutili clamori, ma con senso di responsabilità, abbiamo profuso l’impegno e le energie di tutta l’Amministrazione, a partire dal primo cittadino, in difesa dei diritti, ma anche contemporaneamente nell’individuazione di soluzioni. Eppure ancora oggi al di là delle deroghe concesse, dello scorrimento delle graduatorie e delle lunghe attese, è ai cittadini di Cassino che si chiede il sacrificio della salute. Non è più tollerabile, anche perché contrasta con il buon senso e con l’etica, la chiusura o la sofferenza dei succitati reparti, mentre si mantengono in attività doppioni tra ospedali che distano tra loro qualche timido chilometro.

Al contrario i nostri cittadini sono costretti, magari di notte, a compierne non uno, ma 50 anche per una semplice consulenza; almeno due donne al giorno vanno ormai a partorire, statistiche alla mano, a Sora o Frosinone. Non si può più ignorare che Cassino per distribuzione geografica sia la seconda città della provincia e che quindi per la realtà del suo territorio, per il corollario di comuni limitrofi, per la presenza di Università e Fiat, per la distanza anche dai primi ospedali del casertano, debba reclamare un servizio sanitario non inferiore a quello del capoluogo di provincia. Nel corso di diversi incontri avuti con la manager, la professoressa Mastrobuono, abbiamo avuto la netta sensazione non solo delle sue indiscutibili qualità, ma anche della sua buona volontà di intraprendere un percorso di decisioni coraggiose ed allo stesso tempo logiche ed etiche, oltre che ‘economiche’, nell’interesse generale e non certo inclini al particolarismo o al favoritismo.

Allo stesso modo, ma spero di sbagliarmi, le sue buone intenzioni si scontrano con pressioni politiche campanilistiche volte a contrastare il bene comune. La verità nascosta che deve emergere è che i vertici aziendali devono essere liberi di operare tagli o accorpamenti ove la logica territoriale, economica, etica ed umana lo richiedano e ciò implica una catarsi che la politica deve avere il coraggio di compiere. Una catarsi che non ‘vede’ territori di voto, ma territorio di salute, non tessere elettorali, ma tessere sanitarie. La politica che dice di essere diversa dimostri di aver operato tale cambiamento, tale opera di elevazione di intenti, agendo in nome di entità come saggezza, salute e soluzioni.” È quanto emerge in una nota a firma dell’assessore alla sanità del Comune di Cassino Stefania Di Russo.

21 luglio 2014 2

L’ex Campo Boario “in toto” alla memoria del “vulcanico” Michele Giordano

Di redazionecassino1

“Nemo profeta in patria” dicevano i latini e mai concetto fu più appropriato per uno dei cittadini illustri di Cassino, il giornalista, poeta, scrittore e saggista Michele Giordano. A soli sei anni dalla sua morte, sembra che la Città lo abbia dimenticato, non una via, una piazza, un monumento che lo ricordi e che ricordi quanto, la sua “vulcanica mente”, abbia dato nella vita economica e culturale di Cassino. Non tutto, però, sembra essere perduto. Da tempo i suoi collaboratori, allora giovani e oggi stempiati e con più di qualche capello bianco, si son dati da fare per dare alla figura loro amico e maestro, Michele Giordano, il riconoscimento che merita e di cui la Città Martire è debitrice. Nando Avolio, Gino Milone, Enzo Butera, Carmine Pontone, senza dimenticare il compianto Franco Campanile, Alfredo Fanfoni, Beniamino Papa, tanto per citarne solo alcuni dall’interminabile elenco, si son dati da fare per richiedere all’amministrazione comunale, con una petizione che ha avuto un numero notevole di adesioni di cittadini e tutte le emittenti libere locali della zona, di intitolare, almeno, la piazzetta dell’ex campo boario, oggi a totale ricordo di Sir Robert Baden Powell, pioniere dello scautismo. Proprio al fondatore della TV “Tele B.L.”, nel 1975, di “Radio Cassino Stereo” e nello stesso anno di “TeleCassino”, del quindicinale «Il Gazzettino del Lazio», capace di vendere fino ad ottomila copie in tutta la regione, al fondatore, inoltre, de l’«Eco dell’Arte» e della prima associazione culturale del cassinate, l’Astra, a nostro avviso, proprio l’ex campo boario, oggi restaurato e secondo polmone verde della città, andrebbe intitolato, con tutto il rispetto per l’elevata opera di formazione mondiale di tanti giovani di Sir Robert Baden Powell,interamente a Michele Giordano. In quel luogo, infatti, per decenni il “vulcanico” siciliano di nascita, ma cassinese di adozione, ha organizzato la “Fiera Campionaria di Cassino”, in cui cultura, musica, prodotti tipici agro-alimentari e attività commerciali si sono fusi sapientemente. Un luogo dove decine di giovani musicisti si son potuti esibire ed emergere nel panorama musicale non solo cassinate. Sarebbe il giusto riconoscimento alla memoria di Michele Giordano, che tanto ha contribuito al rilancio e allo sviluppo culturale di Cassino! F. Pensabene