Ladri a San Vittore, “salvati” dal linciaggio tornano in libertà

22 novembre 2014 0 Di admin

Patteggiano la pena di un anno e sei mesi e tornano in libertà. La notizia certamente non farà piacere ai cittadini di San Vittore del Lazio che nella notte tra mercoledì e giovedì, sono riusciti finalmente a mettere le mani (a dire il vero non solo quelle) sulla banda di ladri che, poco prima, avevano tentato il furto in una casa. Da tempo il territorio al confine con il Casertano era preso di mira da scorribande che i carabinieri non riuscivano ad arginare. Ci hanno pensato i cittadini. Non proprie ronde, ma un occhio vigile su ciò che accade fuori dalle porte delle loro case, gli ha permesso, quella notte, di notare una vettura con degli uomini a bordo, riconosciuti come coloro che avevano tentato il furto in una abitazione. Diciamo la verità, le botte sono arrivate se non fosse altro per convincerli a fermarsi, rimanere là e aspettare i carabinieri per l’arresto. Ebbene dei quattro fermati dalla gente, tre, i maggiorenni, sono stati arrestati e oggi hanno patteggiato la pena a 18 mesi tornando subito liberi. Il minorenne è a disposizione del tribunale dei minori, gli altri due fermati dalla polizia stradale della sottosezione di Cassino sull’A1, hanno visto l’arresto convalidato e rimarranno in carcere fino al processo. Anche per loro, però, i tempi non saranno lunghissimi e, come quelli scarcerati oggi, presto potranno tornare alle loro attività. Se con il sorriso beffardo saluteranno la galera, certamente lo stesso sorriso si cancellerà dalle loro facce ricordando la giusta accoglienza riservata loro dai residenti di San Vittore del Lazio.
Ermanno Amedei