Giorno: 28 dicembre 2014

28 dicembre 2014 0

Cassinate, rubano i cavi per alimentare le pompe, 9 comuni (30mila persone) senz’acqua

Di admin

Un furto di rame, il secondo in un mese, nell’impianto di pescaggio di acqua in località Capod’acqua a Castrocielo lascia asciutti i rubinetti circa 30 mila persone. Questa notte sono stati rubati i cavi che portano energia elettrica alle pompe di sollevamento che alimentano gli acquedotti di 9 comuni della provincia di Frosinone. Senz’acqua sono rimasti i cittadini di Pontecorvo, Villa Santa Lucia, Piedimonte, Aquino, Roccasecca, Ceprano, Arce, Colfelice e Villa Felice.

28 dicembre 2014 0

Quota neve a 800 metri in Ciociaria, Filettino imbiancata

Di admin

Quota neve fissata a circa 800 metri di altitudine in Ciociaria. Questa mattina, alle prime luci dell’alba, i fiocchi si erano posati anche più in basso ma poi, il sole ha trasformato la neve in pioggia. Le località a quota 800, invece, sono rimaste imbiancate ed in particolare prendono speranze i gestori degli impianti sciistici. ACampo Staffi, nel comune di Filettino, si registrano circa 30 centimentri di neve e nella stessa Filettino se ne misurano una decina. Le temperature sotto zero, poi, l’hanno gelata. Nessun disagio alla viabilità anche perché la nevicata era stata ampiamente preannunciata.

28 dicembre 2014 0

Maltempo, bomba d’acqua e raffiche di vento. Danni nel Cassinate

Di admin

Pioggia torrenziale e fortissime raffiche di vento hanno caratterizzato la notte appena trascorsa in Ciociaria. La quota neve si è fermata a 800 metri ma la pianura, ed in particolare il Cassiante, è stato spazzato da un fortissimo vento che ha arrecato ingenti danni.

A farne le speso sono stati tetti ed alberi letteralmente sradigati e schiantati chi su auto, chi su altre strutture. L’episodio più grave a Cervaro dove il tetto strappato da una struttura ha letteralmente schiacciato un piccolo bar distruggendolo ma senza far contare feriti.

Sul posto i vigili del fuoco sono dovuti intervenire per permettere ai proprietari di recuperare oggetti di valore come i registratori di cassa e le slot machine. Sull’autostrada le stazioni di servizio Casilina Nord e Casilina sud a Castrocielo sono stati a lungo senza energia elettrica e alcune lamiere staccate dalle case vicino hanno anche danneggiato la struttura alla Nord.

Decine le chiamate ai vigili del fuoco perr alberi caduti su sede stradakle o allagamenti, in particolare tra San Giorgio a Liri e Pignataro dove alcune auto sono state travolte da altifusti senza, per fortuna, causare feriti. Spazzata anche la città di Cassino dove il forte vento a divelto, oltre ad alberi ed insegne, anche le transenne del cantiere dell’ex mercato coperto.

Ermanno Amedei Foto Alberto Ceccon Antonio Nardelli

28 dicembre 2014 0

Il comune di Fontegreca strapazzato da una tromba d’aria, 50 case e la scuola danneggiate – LE FOTO

Di admin

E’ una vera calamità naturale quella che si è abbatturta questa notte su Fontegreca, un piccolo comune della provincia di Caserta, al confine con il Molise. Si tratta di una violentissima tromba d’aria che ha seminato panico e danni. Da subito allertati i Vigili del Fuoco sono ancora sul posto per verificare gli ingenti danni arrecati alla popolazione. Era passata da poco la mezzanotte quando una fortissima tromba d’aria ha letteralmente allertato i residenti. Coinvolto anche l’Istituto comprensivo di Fontegreca sul quale è caduto un albero secolare che ha sventrato parte del plesso. Con le prime luci dell’alba si sono cominciati a contare i danni. Sono ancora in corso gli interventi presso le numerose abitazioni coinvolte. Antonio Montoro, sindaco di Fontegreca ha dichiarato: “I danni sono gravi. E’ stata danneggiata una zona vasta e sono più di 50 le abitazioni coinvolte alle quali sono volati via i tetti. Nessun ferito e le case restano agibili ma continua a piovere e le infiltrazioni sono la preoccupazione maggiore. La fortuna è stata che a quell’ora nessuno era in strada. Tegole, lamiere, grondaie era tutti priettili vaganti. La scuola è stata bersagliata e sventrata da una raffica di tronchi strappati da tre grossi alberi. Al momento ci sono circa 30 volontari di protezione civile, cittadini e vigili del fuoco al lavoro per ripulire le strade”.