Giorno: 18 gennaio 2015

18 gennaio 2015 0

Attentato a Parigi e liberazione delle cooperanti, si allarga la macchia grigia che governa l’Europa

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

di Max Latempa

Mentre i servizi segreti francesi hanno fatto la figura dei fessi, permettendo a quattro sprovveduti terroristi di tenere in scacco la Francia per tre giorni, i servizi segreti italiani hanno riportato a casa le due sprovvedute cooperanti rapite in Siria.

Secondo voci incontrollate e smentite dal ministro Gentiloni, pare che l’Italia abbia pagato ai sequestratori 12 milioni di dollari. Ammettiamo pure che non fosse vero, per quale motivo allora sono state improvvisamente liberate le due ragazze. Cosa hanno avuto in cambio i sequestratori islamici? Non è stato chiarito e sicuramente rimarrà un mistero.

Sprovveduti, servizi segreti e soldi. Ecco tre ingredienti ideali per alimentare la zona grigia che governa la traballante Europa. Ieri la cancelliera Angela Merkel ha commentato raggiante i fatti di Parigi: ” E’ Meraviglioso sentirsi uniti”. Già, ma uniti contro chi?

18 gennaio 2015 0

Lo avvicina proponendogli sesso a pagamento e al no, lo rapina

Di admin

Gli propone di fare sesso in cambio di soldi e al no dell’anziano, lo aggredisce rapinandolo. E’ accaduto ieri mattina poco prima delle 10 davanti ad una farmacia in via Kennedy a Latina quando al 113 è arrivata la segnalazione di una persona aggredita. L’anziano ha raccontato al personale della Squadra Volante intervenuto sul posto di essere stato avvicinato da una giovane donna rom mentre si apprestava ad entrare nella sua auto. La giovane si è offerta di fare sesso in cambio di soldi ma al diniego dell’anziano, lo ha aggredito e minacciato con un taglierino. La donna ha poi violentemente aggredito il vecchio e lo ha rapinato del telefono e del portafoglio contenete circa 200 euro dandosi alla fuga. Il povero anziano se pur scosso è riuscito comunque a dare una precisa descrizione della donna. Immediatamente la Volante ha iniziato una battuta in zona alla ricerca della giovane , che poco dopo è stata individuata in viale Le Courbusier. Alla vista degli agenti della Polizia di Stato la donna ha tentato di fuggire ma dopo un breve inseguimento è stata bloccata immediatamente dagli uomini della volante. Immobilizzata e perquisita gli operatori della volante hanno rinvenuto indosso alla donna quanto poca prima la stessa aveva rapinato all’anziano. Condotta in Questura la donna è risultata essere Europa Diamant 19 anni pregiudicata nata in Romania. Sono quindi scattate le manette per rapina.

Sono in corso ulteriori indagini e non si esclude che la rom possa essere l’autrice di un altro episodio analogo accaduto nei giorni scorsi sempre ai danni di un anziano con lo stesso modus operandi.

18 gennaio 2015 0

Dopo Modica, il “questore Martinelli” tenta la truffa anche a Gaeta

Di admin

Un sedicente questore Martinelli, che ha tentato la truffa in mezza Italia, è approdato ieri anche a Gaeta. Il sistema era sempre lo stesso: chiede la ricarica di una prepagata dando come garanzia la sua carica istituzionale. Evidentemente altrove la truffa era riuscita, ma aveva anche già collezionato tante denunce. L’ultima è arrivata ieri dal commissariato di Gaeta. Nelle prime ore del pomeriggio di ieri un uomo si reca presso un distributore di benzina presentandosi al gestore come il “Questore Martinelli”. Il presunto “Questore” richiede la ricarica della carta “you and ENI “ della figlia, impossibilitata a farlo poichè bloccata sull’autostrada per Firenze. L’uomo fornisce come garanzia della sua “anomala” richiesta proprio il numero del Commissariato dicendosi disposto anche a fare avvicinare un’auto della Polizia. Il gestore insospettito chiama comunque il 113 raccontando quanto sta accadendo. Agli operatori del commissariato il fatto è subito apparso come il tentativo di una truffa, e per tale ragione fanno un riscontro sul telefono e l’intestatario del numero della targa che risulta essere M. Luigi, nato a Caserta classe 1973, pluripregiudicato. Tempestivamente una volante del Commissariato si porta presso il distributore e poco distante rintraccia e ferma il “ sedicente Questore Martinelli”. L’uomo agli agenti della Polizia di Stato che lo hanno bloccato ha subito confessato la truffa. Per tale ragione il 42enne, con già precedenti specifici, è stato denunciato per truffa ed usurpazione di funzione pubblica. Il giorno prima aveva tentato lo stesso stratagemma a Modica. In quella circostanza aveva avuto addirittura il coraggio di chiedere l’intervento di una volante della polizia che gli facesse da garante per la sua truffa.

er. am.