Gestione rifiuti al comune di Cassino, si stringono i tempi per il bando

Gestione rifiuti al comune di Cassino, si stringono i tempi per il bando

12 marzo 2015 0 Di admin

“Con delibera di giunta comunale è stato approvato l’atto di indirizzo per il nuovo bando con il quale si andrà ad assegnare la gestione del servizio rifiuti nella città di Cassino.” A renderlo noto l’assessore all’ambiente del Comune di Cassino Riccardo Consales che ha illustrato i punti cardine della delibera. “Innanzitutto – ha sottolineato Consales – nella delibera approvata è prevista la realizzazione di un isola ecologica potenziata e di un centro conferimento collettivo, entrambi dotati di sistemi tecnologici per il controllo del peso delle frazioni differenziate le cui realizzazioni e gestioni saranno a carico della ditta appaltatrice. Il centro di conferimento dovrà essere realizzato nelle prossimità del centro urbano possibilmente su un suolo pubblico al fine di garantire alla cittadinanza un servizio più efficiente dell’attuale. Questo perché ci sarà, con la futura gestione, l’introduzione del sistema di tariffazione puntuale (cosiddetto a peso) che ha l’obiettivo di ottimizzare la qualità del prodotto differenziato. Inoltre è prevista l’utilizzo di mezzi nuovi a basso impatto ambientale così come indicato nei criteri ambientali minimi (CAM), elaborati dal ministero dell’Ambiente. Altri punti qualificanti contenuti nell’atto di indirizzo riguardano l’incremento dei cestini stradali, il potenziamento del compostaggio domestico, l’inserimento di nuove aree soggette allo spazzamento alla luce della nascita di nuovi quartieri nella città e l’eventuale potenziamento di alcuni passaggi delle frazioni di raccolta alla luce del monitoraggio effettuato in questo primo anno e mezzo di partenza del servizio porta a porta. È stato introdotto, cosa importante da sottolineare, un forte risparmio, per l’ente e per i cittadini, dei costi del servizio: si passa, infatti, da un costo complessivo di 5 milioni di euro l’anno tra servizio e smaltimento, a 4 milioni e seicentomila euro. Tutto questo con l’intento di rispettare gli obiettivi di percentuale di raccolta differenziata assunti con la delibera di consiglio comunale n. 50 del 2014, beneficiando, inoltre, del contributo CONAI ottenuto dalla vendita dei prodotti differenziati da rigirare come premio incentivante agli utenti più virtuosi. Un atto di indirizzo che, come è facile constatare, tiene in considerazione una serie di nuovi interventi che saranno a carico della ditta che si aggiudicherà la gestione nei prossimi mesi a seguito della pubblicazione del bando e l’espletamento delle procedure di gara.”