Giorno: 31 maggio 2015

31 maggio 2015 0

Si ribaltano con l’auto sulla Casilina, nessun ferito

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Poteva avere conseguenze molto più gravi, ma si è risolto solo con tanto spavento, l’incidente che ha visto coinvolti alcuni ragazzi questo pomeriggio mentre, a bordo di una Lancia Y, percorrevano la via Casilina nord, nei pressi di Villa Santa Lucia. Le cause dell’incidente sono al vaglio degli agenti del commissariato di Cassino. L’auto su cui i giovani viaggiavano si è ribaltata più volte finendo nella cunetta laterale e terminando la sua corsa in un terreno. Sul posto, oltre agli agenti della polizia, anche i Vigili del fuoco e un’ambulanza del 118. Fortunatamente per i giovani occupanti nessuna conseguenza, tranne un forte spavento.

31 maggio 2015 0

Maltrattava i bambini a scuola, maestra arrestata ad Andria – GUARDA IL VIDEO

Di admin

Il provvedimento è stato eseguito in quanto l’insegnante prevalente presso una scuola primaria con sede ad Andria, maltrattava i bambini a lei affidati, assumendo condotte violente e vessatorie, consistenti in percosse, minacce, insulti ed umiliazioni.

L’attività di indagine condotta dai poliziotti del Commissariato di P.S. di Andria, ha consentito di monitorare attraverso videoregistrazioni il comportamento dell’indagata durante l’orario scolastico e di verificare che la stessa con abitualità e sistematicità poneva in essere condotte intimidatorie e violente quale trattamento ordinario e quotidiano dei minori, in particolare di coloro che mostravano difficoltà nell’apprendimento o maggiore propensione alla distrazione. La minaccia di ricorrere alle percosse, quale abituale mezzo di correzione, era continua, quotidiana e veemente. L’arrestata ha percosso gli alunni, sferrando schiaffi sulla testa, sul viso, sulle braccia o sulle spalle, alterando smodatamente il tono della voce o abbassandolo a scopo intimidatorio, lanciando e sbattendo oggetti anche sugli stessi banchi e persino sulla testa (libri, diari) dei bambini.

31 maggio 2015 0

Conduttura idrica in via Sferracavallo di nuovo perdite dopo la riparazione

Di admin

Non è trascorsa neanche una settimana dalla riparazione effettuata dai tecnici dle comune che in via Sferracavallo a Cassino ci sono di nuovo perdite. Sabato scorso circa un centinaio di nuclei familiari sono rimasti senz’acqua nelle abitazioni per circa 2 giorni. Soltanto lunedì scorso il guasto è stato riparato, ma alcuni residenti segnalano oggi nuove perdite nel tratto dove sono state fatte le riparazioni. “Siamo di nuovo al punto di partenza – dicono i residenti – è da 2 giorni che perde acqua appena 30 cm dalla riparazione effettuata lunedi scorso. L’acqua nelle abitazioni fortunatamente c’è ma corre copiosa e da ieri mattina sta causando disagi al traffico: un’auto che giunge da S.Elia deve fermarsi per aspettare che passi quella che giunge da Cassino evitando la perdita d’acqua impegnando la corsia di marcia opposta. Ant.Nard.

31 maggio 2015 0

Incendia un’auto a Cassino, arrestato dai poliziotti dopo inseguimento a piedi sulle sponde del Gari

Di admin

Alle 15.40 di sabato 30 maggio giunge una telefonata sulla linea 113 del Commissariato di Cassino: “stanno incendiando un’auto”.

Immediatamente viene diramata la nota d’intervento agli uomini della Squadra Volante e del Distaccamento di Polizia Stradale di Cassino.

Giunti sul posto indicato dopo due minuti, gli uomini della Polizia di Stato si trovano davanti ad una Toyota “Yaris” che stava prendendo fuoco nella parte anteriore. L’auto era parcheggiata, affianco ad altre, vicino un negozio di agroalimentari ed a ridosso di un giardino la cui siepe era già stata attaccata dalle fiamme.

Mentre alcuni operatori di Polizia si attivano per spegnere l’incendio, altri raccolgono le prime testimonianze.

I testimoni raccontano di un ragazzo che, dopo aver svuotato una tanica di benzina sul cofano motore dell’auto, ha appiccato l’incendio dandosi alla fuga.

Subito iniziano le ricerche del malvivente che cerca di scappare nascondendosi tra gli arbusti e l’erba alta che costeggia un canale che confluisce con il fiume Gari.

Gli uomini della Polizia di Stato, nonostante le difficoltà del terreno impervio, non si danno per vinti e grazie alla minuziosa descrizione fornita loro, braccano l’uomo sino a stanarlo tra alcuni rovi dove aveva cercato riparo per sfuggire alla cattura.

Il malvivente si dà nuovamente alla fuga, ma questa volta gli agenti gli sono alle spalle e, dopo avergli intimato di fermarsi, riescono a raggiungerlo.

Ne nasce una colluttazione violenta tanto che uno degli uomini della Polizia di Stato ha dovuto far ricorso alle cure del nosocomio per una lesione riportata ad una gamba.

Ma ormai la fuga è finita. L’uomo viene ammanettato ed arrestato per incendio doloso, resistenza e lesioni a P.U.

Non si conoscono al momento le ragioni dell’incendio ma gli investigatori della Polizia di Stato non tralasciano lacuna ipotesi.