Frequentare una università all’estero non è più un privilegio per pochi

Frequentare una università all’estero non è più un privilegio per pochi

14 maggio 2015 0 Di admin

Un tempo, frequentare una università straniera era un privilegio riservato a pochi. La Comunità Europea ha ampliato enormemente quella che un tempo era una piccola fetta. Vi è la possibilità di vedersi riconosciuti i titoli di studio conseguiti in paesi diversi da quello di residenza.

Negli ultimi anni sono sempre più gli studenti che hanno deciso di frequentare un corso universitario all’estero, una richieste crescente tanto che sono nate diverse organizzazioni che agevolano il raggiungimento di questo obiettivo e tra queste la principale è università europa.

“Iscriversi in un’università estera, – spiega uno dei responsabili del sito – non è per niente difficile e universitaeuropa.IT segue lo studente dall’orientamento fino all’inizio dell’anno accademico inoltre l’iter è semplificato, a partire, per esempio, dai documenti necessari all’iscrizione che si possono trovare su una pagina appositamente costruita sul sito: elencodettagliato.

In questo caso il “Università Europea” permette di scegliere anche la città dove voler effettuare il proprio percorso di studio in tre diversi Paesi: Austria, Romania e Bulgaria.

Tra le migliori università in Austria c’è l’università Statale di Vienna; In Romania ci sono invece l’ Università Statale di Bucarest, Arad: Vest Vasile Goldis, Arad: Aurel Vlaic, Tirgu Mures, Cluj-Napoca, Costanza Ovidius, Craiova, Oradea, Iasi: Apollonia, Timisoara: Banat.

In Bulgaria invece è rinomata l’Università di Medicina Pleven

In genere la scelta della città è fatta perché piace quel il Paese o per il prestigio dell’università.

I corsi di laureaofferti dall’università europea sono molti e comprendono i settori della medicina, dell’ingegneria e dell’economia e sono disponibili anche corsi di laurea in lingua inglese, francese.

Laurea in farmacia, Laurea triennale in farmacia, Laurea in medicina, Laurea in odontoiatria, Laurea in medicina veterinaria, Laurea in scienze infermieristiche e ostetriche, Laurea in igiene dentale, Corso di laurea di fisioterapia, Laurea in ingegneria, Laurea in economia, Scuola post liceale per infermieri e fisioterapisti,

I corsi di specializzazione dell’università europea sono tutti inerenti al comparto medico: psicologia, farmacia e odontoiatria.

Il riconoscimento dei titoli di studio in Italia – continua nella sua spiegazione il responsabile del sito – è garantito dalle direttive europee n. 2005/36 e n. 2006/100 recepite in Italia dal D.lgs. 206/07 che garantisce equipollenza ai fini legali e quindi la spendibilità del titolo in territorio italiano.

L’università europea offre anche la possibilità di conseguire l’abilitazione all’insegnamento; all’interno del sito è possibile trovare tutti i dettagli per conseguire l’abilitazione all’insegnamento in Italia e in Romania.

Oggi, la possibilità di effettuare un’esperienza di studio all’estero – conclude il responsabile del sito – deve essere considerata dai giovani come un must. Vivere per un periodo di tempo lontano da casa e in particolar modo in un paese straniero è un’esperienza che fornisce ai giovani delle conoscenze competenze e una cultura che non si imparano nei banchi di scuola ma solo vivendole di persona. Vivere e studiare all’estero è un’esperienza che permette ai giovani di conoscere altre realtà, culture e popoli oltre alle lingue. L’apprendimento delle lingue straniere è anche facilitato dal fatto che la maggior parte delle lezioni sono tenute in due lingue: la lingua ufficiale del paese e inglese.

Per saperne di più contattare universitaeuropa.IT mediante la pagina: http://www.universitaeuropa.it/contatti/