Giorno: 26 novembre 2015

26 novembre 2015 0

La pavimentazione del centro storico di Sant’Angelo a Cassino fa acqua

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Cassino – I lavori che hanno dato nuovo lustro al centro storico di Sant’Angelo in Theodice, fanno acqua. E’ purtroppo un dato di fatto che la nuova pavimentazione che ha abbellito il cuore della popolosa frazione di Cassino viene troppo spesso solcata da acqua proveniente dalle rotture di tubi interrati. Ben tre in pochi mesi. Secondo l’ipotesi fatta da un esperto a Il Punto a Mezzogiorno, detti tubi sarebbero gli stessi superstiti interrati nella precedente pavimentazione che evidentemente non reggerebbero il peso di quella nuova. Questa mattina, l’acqua sorgeva proprio davanti l’ufficio postale ed è stata la causa di qualche scivolone, per fortuna senza conseguenze, di alcuni anziani.

Er. Amedei

26 novembre 2015 0

Pusher arrivava ad Atina con il pullman, i carabinieri gli trovano cocaina, hashish e marijuana

Di redazione

Atina – E’ stato sorpreso ad Atina con circa 110 grammi di droga tra cocaina, hashish e marijuana, si tratta di un 49enne dell’interlan del sorano che i carabinieri hanno arrestato nella flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. L’uomo, già monitorato dai militari  poiché notato nei giorni precedenti dialogare con  tossicodipendenti del posto, è stato bloccato nei pressi del capolinea della fermata del Cotral subito dopo essere sceso da un pullman di linea. Probabilmente si muoveva usanto pullman di linea sperando di non incappare in controlli; si sbagliava. Sottoposto a perquisizione personale è stato trovato in possesso di 103,2 grammi di cocaina, 6 grammi di hashish e 1,2 grammi di marijuana già suddivise in dosi, un bilancino di precisione nonché strumenti atti al confezionamento ed al taglio dello stupefacente, il tutto sottoposto a sequestro. L’arrestato, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato associato presso la Casa Circondariale di Cassino.

Er. Amedei

26 novembre 2015 0

Impianto di compostaggio da 40mila tonnellate a Piedimonte, presto conferenza aperta a Provincia e Regione

Di redazione

Piedimonte San Germano – Si intensificano in contrada Ruscito a Piedimonte gli incontri per la questione del progetto di impianto di compostaggio la cui realizzazione potrebbe avvenire in un sito dito della zona. Presto ad opera del sindaco sarà anche  convocata una conferenza aperta ad enti ed istituzioni regionali e provinciali. All’ultimissimo summit, quello di stasera,  l’amministrazione comunale, attraverso il primo cittadino Enzo Nocella, ha presentato ai cittadini l’equipe di legali, studio Fantaccione di Cassino e studio Carbone di Roma, che sta curando la questione e nel dettaglio la costituzione davanti al Consiglio di Stato dopo la pronuncia non favorevole del Tar dei mesi scorsi. I timori di tutta la cittadinanza sono sempre più sentiti e tutti sono sul fronte del “no” secco alla realizzazione di un impianto di compostaggio della portata di 40.000 tonnellate annue. Al termine della riunione dal Ruscito è arrivata poi l’idea per la messa a punto della prossima azione dell’ amministrazione comunale. Sarà la convocazione di una conferenza pubblica alla quale saranno chiamati a partecipare vertici provinciali e regionali di enti ed istituzioni, il prefetto e quanti nella vicenda possano entrare a vari livelli. La data prevista potrebbe essere in gennaio. Hanno partecipato all’ incontro odierno con sindaco e delegazione di  legali, cittadini, gli amministratori comunali Lia, Testa,  D’Alessandro,  Massaro, Caccavale, Riccardi, i consiglieri di minoranza Ermelinda Costa e Gioacchino Ferdinandi, rappresentanti dell’ associazione Amici della campagna, una delegazione di Forza Nuova di Piedimonte e la delegazione Movimento Cinque stelle. Natalia Costa 

26 novembre 2015 0

Traffico di farmaci anabolizzanti dall’Ucraina, 2 arresti 25 perquisizioni in tutta Italia

Di redazione

Dall’Italia – I Carabinieri del Nas di Bologna, collaborati da personale dei Nas di Parma, Milano, Roma, Latina, Livorno, Cagliari e Viterbo e dai militari dei Comandi Provinciali Carabinieri di Bologna, Ferrara, Modena, Roma, Milano, Massa Carrara, Rieti, Latina e Cagliari, hanno dato esecuzione a una ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari nei confronti di un titolare di esercizio commerciale per la vendita di integratori di Bologna – che si aggiunge ad altra ordinanza restrittiva nei confronti un 39enne ucraino, eseguita lo scorso mese di maggio – entrambi ritenuti responsabili di commercio illegale di farmaci anabolizzanti e spaccio di farmaci ad azione stupefacente.

Venticinque le perquisizioni emesse dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Bologna a carico di altrettanti soggetti acquirenti ed assuntori delle sostanze in argomento.

I provvedimenti restrittivi sono stati emessi dal G.I.P. del Tribunale di Bologna, Mirko Margiocco, a conclusione di un’articolata e complessa attività di indagine espletata dai militari del locale Nas e coordinata dal Sostituto Procuratore Massimiliano Rossi.

L’attività investigativa prende le mosse da una perquisizione effettuata, alla fine dell’anno 2014, a carico di un noto musicista di strada bolognese dai militari della Compagnia Carabinieri di Bologna Centro e del Nas di Bologna, con il conseguente rinvenimento e sequestro di numerose confezioni di medicinali anabolizzanti e stupefacenti contenti, quali principio attivo, il “NANDROLONE“, provenienti dalla Repubblica Moldava.

Una prima fase dell’indagine permetteva quindi di individuare e sgominare un canale di traffico di sostanze anabolizzanti e stupefacenti transnazionale proveniente dall’Ucraina con un’operazione che portava all’emissione di un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari nei confronti di un cittadino Ucraino residente a Casalecchio di Reno (BO) e di 30 perquisizioni domiciliari a carico di altrettanti giovani assuntori di sostanze stupefacenti, frequentatori di note palestre del territorio felsineo.

Veniva altresì individuato un canale di traffico clandestino dei medesimi prodotti dalla Moldavia imbastito da un noto personal trainer, anch’esso residente a Casalecchio di Reno e operante in una nota palestra del bolognese il quale, avvalendosi della complicità della moglie moldava, riusciva ad approvvigionarsi di ingenti quantità di sostanze medicinali in classe doping a prezzi vantaggiosi per poi rivenderli a giovani body builder.

Risulta attivamente ricercato altro soggetto colpito da ordinanza di custodia cautelare per i reati sopra descritti, nonché per esercizio abusivo della professione medica.

L’operazione HARD TRAINER ha consentito di trarre in arresto 2 persone per reati inerenti il commercio illegale di farmaci ad azione anabolizzante e spaccio di farmaci ad azione stupefacente e di deferire 10 soggetti in stato di libertà. Nel corso delle 55 perquisizioni nel complesso operate in Emilia Romagna, Lombardia, Toscana, Lazio e Sardegna, con l’impiego di 100 Carabinieri dei Nas e dell’Arma Territoriale, sono state sequestrate oltre 9000 compresse e 700 flaconi di farmaci dopanti e stupefacenti, con varie denominazioni commerciali, contenenti, quali principi attivi, NANDROLONE, OXANDROLONE, ANASTROZOLO, CLOMIFENE, TESTOSTERONE e GH (ormone della crescita).

26 novembre 2015 0

Tentano la rapina in banca a Paliano, i malviventi fuggono per le campagne. Arrestati

Di redazione

Paliano – Da Pomezia fino in Ciociaria per rapinare dell’Istituto di Credito Cooperativo di Paliano. Tre malviventi sono stati fermati ed arrestati dai carabinieri della compagnia di Anagni subito dopo aver tentato il colpo alla filiale. Una caccia all’uomo durata qualche ora ma che ha permesso ai militari del capitano Camillo Meo di far scattare loro le manette ai polsi. In due sono entrati armati di forbici e taglierino mentre il terzo era fuori con funzioni da palo. Quando hanno capito che i dipendenti avevano azionato l’allarme antirapina, sono scappati. Braccati dai carabinieri hanno abbandonato l’auto e si sono lanciati per le campagne, ma anche l’inseguimento a piedi è finito con il loro arresto per tentata rapina, resistenza e per uno di loro anche per evasione. I tre sono Simone Franciosa, 41 anni agli arresti domiciliari per stupefacente, rapina, furto e resistenza; Domenico Palumbo 53 anni e Massimiliano Meridiani 43 anni tutti di Pomezia.

Er. Amedei

26 novembre 2015 0

Ad Aquino luminarie realizzate con materiale riciclato

Di redazione

Aquino – Sabato 28 novembre si svolgerà la cerimonia di accensione delle luminarie ecologiche nelle vie della città di Aquino. Si tratta di impianti realizzati con materiale di scarto e che, invece di finire in discarica, illumina e rallegra le strade ad Aquino. Per il terzo anno consecutivo l’associazione culturale Amici della città si occupa di allestire a festa con le luci natalizie il centro di Aquino. Alla cerimonia prenderà parte il parroco Tommaso Del Sorbo, il sindaco Libero Mazzaroppi e il presidente dell’ associazione Ennio Palma. Seguirà una serata di festa ed un’esibizione di ballo. ” l’impegno dell’ associazione- fanno sapere dal gruppo-  è iniziato tre anni fa. Le luminarie sono realizzate con materiali che spesso vengono considerati rifiuti ma che possono trovare una seconda vita”.  Il tema scelto per le luminarie quest’ anno si intitola “le quattro stagioni “. Oltre piazza San Tommaso, sono state allestite via Giovenale, via della Libertà, piazzale dei Martiri del terrorismo e Piazza dei Conti di Aquino. Natalia Costa

foto repertorio

26 novembre 2015 0

Contamination Lab a Latina, a scuola di imprenditoria con premio di 5mila euro per i migliori

Di redazione

Latina – Prende il via a Latina Contamination Lab. Si tratta di un nuovo laboratorio di imprenditoria rivolto agli studenti delle università del Lazio. Saranno selezionati tra laureandi e laureati mediante un bando predisposto, gli idonei a partecipare percorso formativo. La durata è di tre mesi e il calendario prevede diversi eventi quali seminari, workshop e sessioni formative. Obiettivo è fornire ai giovani capacità necessarie per sviluppare idee innovative per progetti imprenditoriali. Alla fine del percorso i giovani prenderanno parte al clab day, ovvero potranno presentarsi ad associazioni di categoria, imprese e finanziatori. Potranno partecipare al contamination lab 40 ragazzi ed è previsto l’obbligo di frequenza per l’80 % delle ore dei corsi. I partecipanti saranno raggruppati in team. Le squadre migliori riceveranno un premio di 5000 euro. Inoltre ai tre team più validi verrà offerto un periodo di incubazione gratuita presso lo Spazio Attivo di Latina. Termine ultimo per rispondere al bando il 18 dicembre 2015. Le domande devono essere inviate a bic@pec.biclazio.it. Ulteriori informazioni al sito clab.biclazio. it. N. Costa

26 novembre 2015 0

Rapinarono una 83enne a Formia, arrestati in Campania banda dell’Audi A6

Di redazione

Formia – Rapinarono una 83enne a Formia mentre rincasava. In quattro, a volto scoperto, aggredirono, immobilizzarono e minacciarono con un cacciavite l’anziana vedova, pensionata, sottraendole due anelli in oro. Il tutto accadde davanti casa della donna e compiuta l’azione delittuosa i rapinatori si erano allontanati a bordo di un’autovettura Audi A6 Avant, rubata poco prima a Fondi. Circa un’ora dopo la rapina l’auto venne fermata, da una pattuglia dei Carabinieri,  lungo la Sp 162 tra il Comune di Aversa (Ce) e quello di Melito di Napoli (Na), con direzione Napoli dove i quattro risiedono presso il campo nomadi a Secondigliano. Sottoposti a perquisizione personale, vennero trovati in possesso di uno dei due anelli in oro sottratti alla malcapitata. Furono rinvenuti e sequestrati anche altri monili d’oro, flaconi di profumo, due telefoni cellulari ed un orologio da donna. L’autovettura, rubata, era equipaggiata con impianto acustico tipo “sirena” forze di polizia e due lampeggianti a led con luce blu inseriti nella parte anteriore. Vennero trattenuti per ricettazione ma oggi è arrivata la misura cautelare dell’arresto per la rapina di Formia che è stata notificata loro direttamente in carcere.

26 novembre 2015 0

Schianto sull’Autostrada ad Anagni, coinvolta Anna Tatangelo

Di redazione

Anagni – Schianto tra tre auto sull’autostrada e su una, viaggiava Anna Tatangelo, la cantante di Sora.  L’incidente è avvenuto tra i caselli di Anagni e di Colleferro e sul posto sono intervenuti gli agenti della polizia stradale della sottosezione di Frosinone. Una carambola di tre auto che ha visto anche coinvolta quella sulla quale viaggiava la moglie di Gigi D’Alessio. Nessuno, per fortuna, ha riportato ferite ma solo paura e danni. Sulla dinamica del sinistro stanno indagando glia genti della sottosezione di polizia stradale di Frosinone.

 

26 novembre 2015 0

Sosta Selvaggia a Cassino, Grossi denuncia: “Auto sui marciapiedi in via del Foro”

Di redazione

Cassino – La sosta selvaggia è un problema dei centri urbani e Cassino non fa eccezione. E’ nelle vie centrali che si concentra il problema. Qualche giorno fa in via Lombardia, adesso la segnalazione di Edoardo Grossi focalizza il problema su un’altra strada. Attento osservatore di Cassino quale è Grossi, non ha trovato difficoltà ad individuare in via del Foro, una delle principali strade ostaggio della sosta selvaggia che, oltre ad impedire la normale e sicura circolazione stradale, impedisce il transito pedonale alla gente costringendola spesso a scendere in strada dai marciapiedi rischiando di finire investiti. “Su quel marciapiede da anni sono posteggiate auto a spina che sporgono anche più di un metro sulla sede stradale, in particolare sulla corsia più di sinistra della carreggiata dove il rischio per chi vi transita è maggiore. Ho segnalato la cosa più volte. Il Corpo di polizia locale, mi hanno quasi sempre risposto ‘non abbiamo la macchina’”. In quella zona, sembra normale parcheggiare auto sui marciapiedi e le foto le dimostrano senza ombra di dubbio.

Ermanno Amedei