pubblicato il9 dicembre 2015 alle 21:14

Villaggio di Natale a Montecassino, il sindaco: “Un tavolo tecnico contro l’oltraggio a pagamento”

Cassino – “Un tavolo tecnico per affrontare la questione relativa al Villaggio di Natale dell’Albaneta con l’obiettivo di far chiarezza sulla vicenda”. È stato il sindaco di Cassino, Giuseppe Golini Petrarcone, a convocare tutti i soggetti interessati dalla questione (Guardia Forestale, Pubblica Sicurezza, Guardia di Finanza e Parco dei Monti Aurunci) intorno ad un tavolo tecnico che si è riunito nel pomeriggio all’interno del Municipio.

faccedivita.it

“Come abbiamo detto sin dal primo momento – ha dichiarato il sindaco – per quanto concerne i mercatini dell’Albaneta il Comune di Cassino non ha rilasciato alcun tipo di autorizzazione. Come è noto, infatti, la manifestazione ricade su un’area di proprietà dell’Abbazia di Montecassino, concessa in uso ad un’associazione Onlus. Un evento per il quale i responsabili dell’organizzazione hanno interpellato gli uffici dell’Ente soltanto nella fase finale per la richiesta delle autorizzazioni relative alla somministrazione di alimenti.

Un atteggiamento che ci lascia increduli, soprattutto in considerazione dell’enorme lavoro che questa Amministrazione ha sempre portato avanti, nella massima condivisione, per la valorizzazione di quei luoghi che rappresentano la storia della nostra città. Penso ad esempio alla riapertura, lo scorso mese di luglio dopo oltre settant’anni, del Percorso della Battaglia. Un sentiero di 4 chilometri attraverso quei luoghi, teatro di cruenti combattimenti tra il 1943 ed il 1944, in cui è stata scritta una delle pagine più importanti che ha segnato la storia del nostro Paese. Un progetto al quale abbiamo lavorato con convinzione per restituire una memoria rimasta chiusa per troppo tempo. Oggi è possibile accedere a quel luogo grazie ad un varco solo pedonale che rimane aperto e per il quale come Comune abbiamo richiesto tutte le autorizzazioni necessarie, confrontandoci, come è normale che sia, con tutti i soggetti interessati, a partire proprio dall’Abbazia di Montecassino. Spiace dover constatare che la stessa cosa non si sia verificata per quanto concerne il Villaggio di Natale dell’Albaneta.
L’Albaneta è un’area di assoluto pregio storico e naturalistico, circondata da altri monumenti (dal cimitero militare polacco, all’Obelisco, alla ‘casa del dottore’, alla Croce di Ferro, al carro armato ed altri luoghi di interesse storico), opportunamente sottoposta a vincoli normativi molto rigidi. Pertanto, non appena il Comune è stato investito della questione, gli uffici si sono immediatamente attivati per monitorare, per quanto di loro competenza, l’evolversi della situazione con lo scopo di preservare un’area, quella dell’Albaneta appunto, non solo di straordinaria bellezza naturalistica, ma anche di elevatissimo valore storico. Un’attività di monitoraggio che ha portato nei giorni scorsi ad un sopralluogo da parte dei tecnici del Comune che, coadiuvati dalla Polizia Locale, hanno provveduto al sequestro di due strutture in legno prive di autorizzazione.

Nonostante questo i mercatini di Natale sono stati ugualmente inaugurati nella giornata di ieri, per giunta subordinando l’ingresso a tutta l’area al pagamento di un biglietto. Abbiamo ritenuto, quindi, indispensabile convocare di urgenza questa riunione per sottolineare ancora una volta che quello che si sta compiendo all’Albaneta risulta essere un vero e proprio ‘oltraggio a pagamento’ che compromette anche l’immagine, oltre che il ruolo istituzionale dell’Abbazia e della città di Cassino. Proprio per questo, per quanto di nostra competenza, continueremo a monitorare tale situazione con l’obiettivo di tutelare quella che è molto più di un’area boschiva dal momento che rappresenta la storia della nostra città e quindi le nostre radici.”

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07