pubblicato il12 febbraio 2016 alle 16:04

La Cassinate Alessandra Buonanno tra gli scopritori delle onde gravitazionali

Cassino – E’ partita dal liceo Scientifico Pellecchia di Cassino ed è arrivata a far parte del gruppo di scienziati che hanno verificato l’ipotesi fatta da Einstein oltre un secolo fa, quella dell’esistenza delle Onde Gravitazionali. Alessandra Buonanno, 43 anni, originaria di Cassino, direttrice al Max Plank Institute for Gravitational Physics di Potsdam, ha fatto tutte le verifiche necessarie per dimostrare che i segnali registrati dai due interferometri laser di Ligo, nello stato di Washington e in Louisiana sono effettivamente la prova che Einstein aveva ragione e cioè che eventi astronomici in cui sono coinvolte grandi masse in accelerazione, producono onde gravitazionali.

Diciamolo subito, l’argomento non è semplice ed è certamente ben comprensibile sono ad esperti in fisica. Dovendo sintetizzare, lo scalpore della notizia sta nel fatto che il complesso sistema Ligo ha accertato l’esistenza di onde gravitazionali le quali, fino al 14 settembre, giorno del rilevamento, queste erano solamente teorizzate. Un segnale che sarebbe arrivato da due buchi neri, distanti dalla terra circa un miliardo e 300 milioni di anni luce, che si sono uniti dopo una vorticosa rotazione la quale ha generato il segnale registrato da Ligo. A comprendere tutto questo c’è l’equipe di ricercatori di cui fa parte la Cassinate Alessandra Buonanno che, però, dopo la laurea all’Università di Pisa, ha fatto carriera all’estero.

Ermanno Amedei

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07