pubblicato il9 febbraio 2016 alle 18:23

Montecassino replica alle polemiche sulle tasse non pagate: “Imu, Ici, Tarsu, tutte in regola con i pagamenti”

Cassino – In seguito alle rivendicazioni risarcitorie avanzate dal consigliere comunale di Cassino  Vincenzo Durante del partito dei Carc sulle presunte tasse non pagate dall’abbazia di Montecassino è la stessa comunità monastica che con una nota stampa interviene per precisare che: “Non esiste un contratto di fornitura idrica tra il Comune di Cassino e l’Abbazia di Montecassino ove si consideri che l’approvvigionamento della relativa risorsa è assicurata al Monastero da Acea Ato 5 S.p.A., gestore del servizio idrico integrato dell’ATO 5 Lazio Meridionale – Frosinone”. Durante, infatti, aveva sollevato il dubbio su come l’abbazia fosse rifornita di acqua considerando il fatto che da sue verifiche, all’ufficio tecnico non risultavano contratti in essere con la stessa abbazia.  “L’Abbazia di Montecassino – continua la nota – ha provveduto alla corresponsione dell’IMU e dell’ICI sugli immobili di sua proprietà nel quadriennio 2010-2014, mentre con esclusivo riferimento all’acconto di dicembre 2015, è in corso la definizione del relativo pagamento mediante procedura di ravvedimento. Per ciò che concerne la tassa TARSU-TARI, relativa al triennio 2013-2015, – conclude la nota – essa è stata puntualmente corrisposta”.

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07