Giorno: 17 marzo 2016

17 marzo 2016 0

Evade le tasse su un 11 milioni di guadagno, denunciato 53enne di Anagni

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Anagni – Amministravano una società senza presentare le dichiarazioni fiscali e senza versare imposte, frodando l’Erario per un ammontare complessivo di oltre 11 milioni di euro. A scoprire la frode fiscale è stata la Brigata della Guardia di Finanza di Anagni, che ha individuato una società di capitali, con sede nella città dei Papi, operante nel settore dei trasporti, che negli ultimi 4 anni, pur esercitando la propria attività di impresa, ha omesso di presentare le dichiarazioni fiscali e di versare le imposte dovute. Nel corso delle operazioni di verifica fiscale le Fiamme Gialle, al fine di quantificare il reale volume degli affari, hanno fatto ricorso allo strumento delle indagini finanziarie, attraverso le quali è stata individuata la numerosa clientela e, soprattutto, sono stati ricostruiti i flussi del denaro transitato sui conti bancari utilizzati dalla società di trasporto nell’esercizio della propria attività di impresa e su quelli intestati agli amministratori. In tal modo è stato possibile quantificare l’ammontare della frode fiscale realizzata e segnalare alla competente Agenzia delle Entrate la base imponibile sottratta a tassazione ai fini delle imposte sui redditi, per un ammontare complessivo di 9 milioni di euro, nonché l’I.V.A. evasa, per un ammontare di circa 2 milioni di euro. Al termine delle operazioni di verifica l’amministratore unico della società – un cinquantaquattrenne abitante ad Anagni – è stato denunciato alla competente Autorità Giudiziaria per il reato di omessa presentazione delle dichiarazioni fiscali, per il quale è prevista la pena della reclusione fino ad un massimo di 4 anni.

17 marzo 2016 0

Terracina, straniero minaccia di cadere nel vuoto lanciandosi dal cornicione

Di admin

Terracina – E’ salito su un cornicione e minaccia di buttarsi di sotto. E’ quanto sta accadendo in via Posterula a Terracina dove un extracomunitario minaccia di suicidarsi. Da circa un’ora vigili del fuoco, carabinieri e 118 sono impegnati nel tentativo di dissuaderlo. I pompieri stanno facendo arrivare sul posto un’autoscala e il carro teli. Er. Amedei

17 marzo 2016 0

Rubano auto e furgoni per usare come arieti e sradicare il bancomat della Banca Carige di Acuto

Di admin

Acuto – Altro azione silenziosa, quella compiuta questa notte daio ladri ad Acuto è stata tutt’altro. Quasi una ditta di demolizioni quella entrata in azione questa notte in Viale Roma, alla banca Carige arrivata sul posto non con mezzi da cantiere ma con auto e furgoni rubati, più di uno nel caso in cui ne sarebbero serviti diversi, usati come arieti per demolire la parete su cui era fissato lo sportello bancomat. Più di qualche colpo prima di caricare la cassa su un mezzo ancora intatto e fuggire via lasciando la devastazione. Il bottino è ingente e calcolabile tra i 40 e i 50mila euro. Indagano i carabinieri della compagnia di Anagni comandata dal capitano Camillo Meo.

Er. Amedei

17 marzo 2016 0

Scomparso a Pontecorvo, ritrovato in zone collinari il corpo di Sardelli

Di admin

Pontecorvo – Trovato questa mattina il corpo di Fernando Sardelli. Da due settimane una imponente macchina delle ricerche era sulle tracce del 60enne di Pontecorvo scomparso il 3 marzo dalla sua abitazione. Era uscito per raccogliere asparagi e non ha fatto più ritorno. Il suo corpo è stato ritrovato questa mattina dai soccorritori composti da vigili del fuoco,protezione civile e carabinieri in una zona impervia alla Badia di Esperia. Con problemi dovuti al morbo di Parkinson, già dalle prime ore della sua scomparsa si era intuito che difficilmente sarebbe stato trovato in vita. Per questo è stato anche scandagliato e prosciugato il canale dell’Enel pensando di trovare i suoi resti in una delle griglie della diga. er amedei Foto Antonio Nardelli

17 marzo 2016 0

Slot machines e centri scommesse,Maxi operazione antimafia a Caserta. Ros e Squadra mobile individuano soggetti legati al boss Michele Zagaria

Di redazione

Caserta- Dalle prime ore di oggi i carabinieri del Ros e del comando provinciale di Caserta, unitamente alla polizia di stato di Caserta,squadra mobile, stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare, emessa su richiesta della procura distrettuale antimafia di Napoli,nei confronti di 5 persone, ritenute responsabili di associazione mafiosa, concorso in esterno in associazione mafiosa, concorrenza illecita e ricettazione, aggravate dalle finalità mafiose. Le indagini svolte da carabinieri e polizia hanno documentato il controllo, da parte di imprenditori e commercianti legati al boss Michele Zagaria, di sale giochi e centri scommesse nonché l’imposizione e la distribuzione esclusiva delle slot machines in alcuni comuni della provincia di Caserta. Contestualmente verrà data esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo su beni mobili e immobili per un valore di circa 1 milione di euro.