pubblicato il27 maggio 2016 alle 09:16

Pastena – Simona Savone: “Restituiremo fiducia nella pubblica amministrazione”

Pastena – La candidata alla carica di sindaco Simona Savone ha le idee chiare sul futuro di Pastena. Alla guida della lista “Per Cambiare” ha tracciato la rotta per il cambiamento e lo sviluppo del paese delle grotte rimasto schiacciato per cinque anni da ipotesi inquietanti sull’ambiente, dal dissesto finanziario e da un’amministrazione uscente che ha fatto opposizione a se stessa. La candidata sindaco Simona Savone, attorniata dalla sua squadra con il simbolo “Per Cambiare” ha dimostrato di avere idee, progetti, e a colpi di ironia e di fatti concreti ha smantellato le teorie del sindaco uscente.

“Vogliamo riportare pace e fiducia nella pubblica amministrazione”, ha esordito Simona Savone nel confronto con i cittadini. “Che cosa è stato fatto per Pastena negli ultimi cinque anni? Le tasse sono state portate al massimo e il Comune è finito in un vicolo cieco dal quale, dicono, ne siamo usciti già, anche se a noi non risulta visto che c’è ancora il commissario. Non c’è strada senza buche e non c’è famiglia che non si lamenti per questo. Addirittura in alcune zone, alcune abitazioni sono rimaste isolate e ormai non sono raggiungibili nemmeno con i trattori. E poi, abbiamo un problema serio che è quello della scuola. L’amministrazione uscente dice di aver fatto di tutto per difendere il mantenimento della scuola a Pastena. Sicuramente il sindaco ha fatto coda grande: mettere a disposizione il pulmino per portare i ragazzi nei comuni vicini”. Simona Savone con grinta e chiarezza ha affrontato tutti i temi più scottanti degli ultimi anni. “Cosa è stato fatto per promuovere il turismo? Niente. Grazie alla grotte Pastena e i paesi vicini potrebbero vivere di turismo e, invece, i numeri dei visitatori sono scesi in picchiata a causa di un’amministrazione che ha dimostrato tutta la sua miopia. Il nostro programma si fonda sul turismo e sul miglioramento della vita dei pastenesi. Vogliamo garantire più sicurezza e maggiori servizi ecco perché abbiamo previsto l’apertura di un centro h24 di pronto intervento. Noi siamo quelli che non solo vogliono fare, ma sanno anche come farlo e la dimostrazione è il nostro programma. Abbiamo inserito i progetti e i mezzi per poterli realizzare. Come la creazione dei 28 posti di lavoro che ha fatto tanto arrabbiare il sindaco uscente. Perché non solo non ne ha creati di nuovi, ma ha eliminato anche quelli che c’erano. Noi sappiamo come realizzare il programma. I nostri avversari no. Il loro non è un programma amministrativo, ma una lamentela sui debiti. E per tentare il tutto per tutto fanno intitolazioni di sale, inaugurazioni di targhe, ma tutte queste iniziative a 15 giorni dal voto hanno una sapore molto elettoralistico. Chi ha fatto l’amministratore per tanti anni ci ha insegnato che nelle elezioni si presenta un programma e ci si sottopone al giudizio della gente, ma solo se si è fatto qualcosa. E questa amministrazione cosa ha fatto? Il sindaco uscente lamenta che i lavoratori sono senza stipendio da tre mesi, ma chi è il sindaco? Perché non si assume responsabilità di usare i fondi che sono stati messi da parte per gli Lsu? Con la lista “Per Cambiare” cambieremo tutto questo garantendo più serenità, più sicurezza e più benessere per tutta la comunità. Con la forza delle idee e della progettualità che sappiamo mettere a disposizione di tutti”.

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini

Tags:



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07