Giorno: 4 luglio 2016

4 luglio 2016 1

Panico da ratto in piazza Labriola a Cassino, grosso roditore spaventa avventori dei bar

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Cassino – Un grosso ratto a spasso tra i tavoli dei bar in piazza Labriola ha seminato il panico, oggi pomeriggio, tra i passanti sulla piazza principale della città Martire.

L’avvistamento del grosso roditore è avvenuto alle 17 circa e i testimoni raccontano di dimensioni simili a quello di un gatto adulto. Il ratto si è aggirato furtivo tra i tavoli dei bar facendo scappare gli avventori.

Alcuni in preda al “panico da ratto” si sarebbero chiusi nei vicini negozi. Poi, rapidamente così come è arrivato, il roditore si è dileguato.

Quello odierno è segnale evidente che la piazza principale di Cassino necessita di un immediato intervento di derattizzazione anche perché a pochi passi dal luogo dell’avvistamento c’è l’area giochi per i più piccoli.

Ermanno Amedei

Foto repertorio

4 luglio 2016 0

Bimbo cade dalla finestra a Cassino, il piccolo sfuggito alla sorveglianza della madre. E’ grave

Di admin

Cassino – E’ stato elitrasportato al Bambin Gesù di Roma il piccolo di tre anni, caduto da una finestra al secondo piano in via Lombroso a Cassino.

Il bambino è figlio di una coppia di Magrebini che vivono da anni a Cassino. Lui stesso è nato nella città martire. Pare che il piccolo sia sfuggito alla sorveglianza della madre e che sia volato giù salendo su un letto forse troppo accostato alla finestra.

Una passate ha sentito alle 16.40 circa, un tonfo secco accorgendosi del corpo del piccolo che aveva le gambe sul marciapiedi e il busto e la testa erano sulla strada. Il piccolo aveva ferite in varie parti del corpo ma quelle che preoccupavano erano quella sul volto e alla testa.

Uno zigomo era tumefatto e inizialmente aveva perso i sensi. Solamente pochi minuti dopo ha iniziato a muoversi. Il fratello, di poco più grande, dalla finestra continuava a chiedere disperato se era vivo e pochi istanti dopo è scesa la madre disperata.

Velocissimo l’intervento degli operatori del 118 che lo hanno immediatamente intubato e affidato agli operato di una eliambulanza atterrata sull’elisuperfice dell’ospedale di Cassino. Assicurato a bordo è stato trasportato d’urgenza al bambino Gesù di Roma. Le sue condizioni sono gravissime.

Sulla dinamica di quanto accaduto indagano i carabinieri di Cassino.

Ermanno Amedei

Articolo precedente

4 luglio 2016 0

Guai per lo sposo. Maxi operazione della guardia di finanza. Un affare di oltre 55.000.000 euro

Di redazione

È stata una Maxi operazione,quella delle ultime ore messa a punto  dalla guardia di finanza.  Gli uomini del tenente colonnello Massimiliano Fortino sono stati impegnati in un intervento che ha visto l’arresto di 7 persone nel cassinate. Si tratta di una presunta truffa transnazionale da 50 milioni di euro. Nella tarda serata di sabato scorso, gli uomini della Guardia di Finanza di Cassino sono sopraggiunti in un ristorante di Cassino per eseguire un mandato ad un fermo proprio ai danni di uno dei protagonisti della cerimonia: lo sposo. Su delega della procura di Agrigento e in  collaborazione dei colleghi siciliani, i finanzieri hanno dato esecuzione a un fermo del Pubblico ministero per i reati di truffa e assicurazioni per delinquere.  Si tratta di un 50enne di origini campane, ma residente in Inghilterra. Era intento con amici e parenti a festeggiare il suo matrimonio con una pontina e mai avrebbe pensato ad un simile epilogo dei festeggiamenti. Oltre allo sposo il fermo ha raggiunto anche sei invitati, tra i quali due del cassinate. Nella vicenda risultano  coinvolte 45 persone. Al centro della questione l’omesso pagamento delle accise sui prodotti alcolici sia nei paesi di acquisto sia dove erano destinati. Dalle indagini emergono inoltre  falsi trasporti di alcolici in depositi fiscali fittizi italiani.  L’accisa evasa ammonterebbe  a circa 55.000.000 euro. Infine da aggiungere anche quasi 13 milioni di euro di Iva e le altre imposte dirette.

4 luglio 2016 0

Controlli nel frusinate: Denuncia per 3 persone e 2 arresti

Di redazione

La scorsa notte a Frosinone, i militari del NORM della locale Compagnia nel corso di un controllo straordinario del territorio hanno denunciato in stato di libertà  un 66enne residente nel circondario ed un 41enne del capoluogo per “guida sotto l’effetto di alcol” in quanto sorpresi alla guida dei veicoli in loro uso con un tasso alcolemico superiore al limite consentito. Ad entrambi è stato ritirato il documento di guida. Denunciato anche un 53enne del capoluogo per porto abusivo di arma da taglio. L’uomo alla vista dei militari ha cercato di eludere i controlli allontanandosi venendo prontamente bloccato dagli operanti che a seguito di perquisizione personale hanno rinvenuto occultato nella tasca dei pantaloni un coltello del genere proibito, sottoposto a sequestro. Nel pomeriggio di ieri in Sgurgola, i militari della locale Stazione, nel corso di servizi di controllo del territorio hanno tratto in arresto due persone del luogo, ritenute responsabili di furto aggravato di energia elettrica. Gli operanti hanno accertato che i predetti, bypassando il contatore disattivato da tempo per morosità, avevano allacciato abusivamente un cavo dalla rete ENEL all’interno della loro abitazione, trascurando tra l’altro le basilari misure di sicurezza per la propria ed altrui incolumità. Gli arrestati, espletale le formalità di rito sono stati posti in regime degli arresti domiciliari in attesa del rito per direttissima.

4 luglio 2016 0

Affonda la barca a Gaeta, la Capitaneria di Porto recupera tre naufraghi

Di admin

Gaeta – La barca ha iniziato ad inabissarsi e la corrente la spingeva verso gli scogli. Ad impedire il consumarsi di una tragedia in mare sono stati oggi pomeriggi gli uomini della Guardia Costiera di Gaeta che hanno risposto tempestivamente ad una richiesta di aiuto lanciata sul numero di emergenza 1530. La richiesta di aiuto è partita infatti dai tre occupanti l’unità a motore, in navigazione in prossimità di Punta dello Stendardo di Gaeta, a causa dell’improvviso imbarco di acqua dalla zona poppiera, che minacciava di farla affondare. Sul posto è stata quindi inviata la motovedetta in servizio di “Ricerca eSoccorso” della Guardia Costiera di Gaeta che giunta sul posto ha recuperato inmare i tre malcapitati. Mentre la piccola unità a motore, colma d’acqua, veniva spinta dallacorrente verso la parete rocciosa, V.A. 62 anni italiano e J. A. con Y. A. , coppiapolacca di 31 e 53 anni sono stati tratti in salvo a bordo della motovedettanon senza difficoltà a causa del vento teso e del mare mosso.

4 luglio 2016 0

Bimbo di tre anni cade da finestra a Cassino, è grave

Di admin

Cassino – Un bambino di tre anni è caduto da una finestra di un appartamento al secondo piano in via Lombroso a Cassino.

Il piccolo di colore è rimasto gravemente ferito dopo il volo di circa dieci metri . Ad assistere alla scena sarebbero stati alcuni passanti che lo hanno soccorso e lanciato l’allarme al 118 di Cassino.

Il piccolo è in condizioni molto gravi e una ambulanza del 118 è atterrata nell’ex Campo Miranda, e si sta valutando il da farsi. Le operazioni di soccorso sono ancora in corso.

Er. Amedei

Articolo successivo

4 luglio 2016 0

Acqua: D’Alessandro: “Stiamo pagando le scelte scellerate di Petrarcone”

Di redazionecassino1

“E’ evidente che le criticità legate alla vicenda della consegna dell’acquedotto comunale ad Acea sono dovute alle scelte scellerate e alle negligenze di Petrarcone della sua amministrazione. Noi ci opporremo e lavoreremo affinché questa preziosa risorsa idrica torni nelle mani dei legittimi proprietari, i cittadini della citta di Cassino, mettendo una “pezza” anche alle pessime azioni compiute da chi ci ha preceduto. A cominciare dalla mancata costituzione dinanzi al Tar sul ricorso 540/2014 proposta da Acea e che ha portato alla nomina commissariale”. Lo ha dichiarato il Sindaco del comune di Cassino, Ing. Carlo Maria D’Alessandro. “A prescindere da ciò, però, il sottoscritto e tutta l’amministrazione comunale non ha intenzione di mollare. Anzi, stiamo lavorando sempre più alacremente per trovare varie soluzioni e siamo pronti, insieme al sostegno di moltissimi cittadini, a compiere gesti eclatanti. La gestione Acea, purtroppo, già causa innumerevoli criticità nelle zone periferiche. Ci sono luoghi dove l’acqua manca da più di tre giorni e ciò è inconcepibile. Pertanto, ogni giorno mi convinco sempre più che questa battaglia contro il gestore privato deve essere portata avanti, nella consapevolezza che il mio primo obiettivo è quello di tutelare i cittadini. Ho un obbligo morale verso di loro, un impegno preso in campagna elettorale, al quale non mi sottrarrò costi quel che costi. In barba a chi, come Petrarcone, oggi critica le nostre azioni, proprio lui ha aperto le porte del nostro acquedotto comunale ad Acea. Noi non abbasseremo la guardia!”. Ha concluso il Sindaco Carlo Maria D’Alessandro.

4 luglio 2016 0

Rio Fontanelle, arriva la segnalazione del comitato di cittadini per cattivi odori e schiuma

Di redazione

Cassino– Rio Fontanelle, segnalati dai cittadini odori nauseabondi e schiuma.

A tal proposito riceviamo e pubblichiamo nota stampa dal comitato Solfegna Cantoni -Cerro-Ponte La Pietra presieduto da Gianni La Marra.

“Sversamenti nel fiume rio delle fontanelle:

Gli abitanti di via Solfegna gia’ da alcuni giorni segnalavano odori nauseabondi soprattutto durante la sera e la notte nei pressi del fiume rio delle fontanelle.

Tale fiume gia’ in passato era stato oggetto di sversamenti. Dopo l’ennesima segnalazione fatta dai residenti, dove notavano la presenza di schiuma sul letto del fiume ,noi del comitato ci siamo recati sugli impianti di sollevamento denominati is, e sull’impianto is2 sito su una strada dell’area industriale (senza nome) , abbiamo notato foriuscita di sostanze che producevano odore acre e nauseante colorando con schiuma il fiume di bianco.

Durante il sopralluogo abbiamo notato che alcuni operai addetti stavano constatando il malfunzionamento dell’impianto in questione is2.

A tutto cio’

noi del comitato  a vedere questo scempio, causa di enormi disagi sia per gli abitanti(soprattutto  bambini e anziani) , sia per la fauna fluviale , non ci stiamo e teniamo alto il senso di responsabilita’ affinche queste problematiche non continuino a ripetersi”.

4 luglio 2016 0

Festival internazionale della chitarra a Castrocielo. Si alza il sipario sulla decima edizione della prestigiosa manifestazione

Di redazione

Tutto pronto per la decima edizione del Festival internazionale della chitarra a Castrocielo. Si alza questa sera alle ore 21.00 il sipario sull’ attesissima manifestazione musicale e culturale. Nella suggestiva cornice del monacato di Villa Eucheria e con la direzione artistica del maestro Eugenio Becherucci e presentato dall’ associazione Eko Orchestra, il festival prevede una serie di appuntamenti che si articoleranno nei giorni del 4-8 e 9 luglio. Questa sera in programma:

Ensemble di chitarra e-cetra con la direzione di Eugenio Becherucci.

Eko Orchestra diretta da Angelo Mirante, canto popolare di D’Anto`.

Ensemble di chitarre I.C. Cassino 3 diretta da Mirante.

Ricordo Gino De Cesare.

Massimiliano Testa.

Programmazione del giorno 8 luglio:

Duo Paulo Bellinati e Marco Pereira ( Brasile) .

Programmazione 9 luglio:

Primo incontro Europeo Orchestrale di Giovani chitarristi.

Eko orchestra diretta da Mirante.

Guitarles academie diretta da Sylvie Dagmac ( Francia).

Jacarandena diretta da Susana Sierra Suarez ( Spagna) .

La manifestazione gode della collaborazione preziosa del comune di Castrocielo, della Proloco locale e Proloco giovani, della Regione Lazio e del Conservatorio Licino Refice.

Natalia Costa 

4 luglio 2016 0

Cartamarano ribaltato a Formia, equipaggio salvato dalla Guardia Costiera

Di admin

Formia – Il catamarano si ribalta e in tre finiscono in mare. In soccorso ai malcapitati sono intervenuti gli uomini della Guardia Costiera di Gaeta rispondendo ad una chiamata sul numero di emergenza 1530.

Il natante, a causa del forte vento, in prossimità del litorale di Vindicio a Formia si è ribaltato scaraventando in acqua l’equipaggio conposto da tre italiani.

Preso a bordo un naufrago e dopo aver messo in sicurezza gli altri due e ripristinata l’efficienza del catamarano, l’equipaggio del gommone della Guardia Costiera a causa delle cattive condizioni meteo, con circa 25 nodi di vento, è intervenuta in soccorso anche di un’altra imbarcazione, che aveva tentato di prestare soccorso al catamarano.