Giorno: 9 novembre 2016

9 novembre 2016 0

D’Alessandro: maggiore cooperazione fra le Istituzioni per garantire la sicurezza dei cittadini

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Frosinone – Si è riunito questa mattina in Prefettura il Tavolo per la Sicurezza, che ha visto oggetto della discussione, anche alla luce dei recenti episodi di criminalità avvenut nel comune di Cassino, la necessita di garantire la massima sicurezza per i cittadini in caso di episodi criminalità, ormai troppo spesso assurti agli onori della cronaca. E’ stata l’occasione per il Primo Cittadino di Cassino per chiedere una maggiore cooperazione fra le Istituzioni per contrastare i crescenti episodi di micro criminalità avvenuti nei giorni scorsi proprio nella Città Martire. “La sicurezza rappresenta per questa amministrazione un argomento importante. Le regole ci sono e devono essere rispettate, ma serve maggiore cooperazione tra tutte le istituzioni e forze in campo. Ho ribadito questo concetto anche al tavolo per la sicurezza svolto questa mattina in Prefettura, convocato dopo gli ultimi episodi di criminalità avvenuti nel nostro comune”. Lo ha dichiarato Il Sindaco del Comune di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro. “Durante l’incontro si è parlato principalmente della sicurezza in Piazza Labriola. Ho riferito che il servizio di video sorveglianza è attivo e che a breve saranno installate nuove telecamere per monitore nel migliore dei modi gli spazi adiacenti il Palazzo di Giustizia. Il presidente del Tribunale ha fatto notare che a causa del trasferimento di altre competenze nella struttura è aumentato il flusso di professionisti e cittadini. Pertanto, si è deciso di ripristinare una decisa sorveglianza sull’occupazione abusiva dei posti auto a disposizione degli uffici giudiziari. Da parte mia ho chiesto ai rappresentanti delle forze di Polizia un maggior controllo ed una maggiore presenza in città visto e considerato che l’organico dei vigili urbani del nostro Comune è molto limitato. Un’azione di monitoraggio da intensificare, soprattutto, nei pressi degli edifici scolastici siti sul territorio comunale. Fatti salvi questi opportuni chiarimenti ho dato la mia piena disponibilità al Prefetto, S.E. Emilia Zarrilli e a tutti gli intervenuti ad una fattiva collaborazione per riuscire a rendere sempre più sicuro il territorio della nostra città, attraverso tutte le forme esistenti di cooperazione con gli altri enti e le forze dell’ordine. Questa è una priorità dell’amministrazione D’Alessandro già da parecchio tempo.

9 novembre 2016 0

Discarica di pneumatici nata a Cassino su area sequestrata

Di admin

Cassino – Sono migliaia i pneumatici accatastati in un’area tra il campo sportivo di Caira a Cassino e il fiume Rapido Leggi .

Pneumatici di ogni forma e dimensione che sembrano essere inghiottiti dalla vegetazione e che così nascondono tutta la loro pericolosità. A segnalarlo agli agenti della Polizia Provinciale di Cassino è stato l’attivista Bruno della Corte che si è trovato di fronte, oltre al muro di pneumatici, una discarica che occupa alcuni ettari su cui sono stati scaricati rifiuti di ogni genere.

Abbondano i fogli di catrame di quelli usati nell’edilizia, materassi e rifiuti plastici. Dalle prime indagini svolte dalla polizia provinciale risulterebbe che l’area era già stata sequestrata nel 2011 da altra forza di polizia ma che da allora, dei sigilli non ne è rimasta traccia mentre i rifiuti sono cresciuti.

Informata la Procura della Repubblica di Cassino si sta lavorando per trovare una soluzione per bonificare l’area che appartiene a titolari che sostengono di averla acquistata sulla carta, e di non sapere cosa vi fosse stipato.

Il pericolo è evidente. I rifiuti, tutti e non solo i pneumatici, sono fagocitati dalla vegetazione composta per lo più da sterpaglie. In caso di incendio, quei rifiuti lo alimenterebbero per giorni creando una vera e propria nube tossica contro cui sarebbe difficile trovare soluzioni per arginarla. “Occorre, quindi, agire in fretta – dichiara Bruno Della Corte – mettendo in atto un piano per ripulire l’area dai materiali pericolosi”.

Ermanno Amedei

9 novembre 2016 0

Basket C Gold: La NB Sora 2000 regge per tre quarti e cede poi nel finale

Di redazionecassino1

Il Sora, rinforzati dal neo acquisto Rossetti, regge per tre quarti e poi perde contro la Virtus Fondi: con questa sconfitta i volsci restano all’ultimo posto con zero punti è sarà necessario fare risultato nelle prossime per garantirsi i la permanenza in C Gold. In una partita piuttosto fisica i giovani sorani provano a contrastare gli avversari inizialmente con Dulovic, Galuppi e Scekic Nei primi dieci minuti Fondi prova ad osare con un pò di più con i canestri di capitan Romano e, dopo aver subito il ritorno a metà tempo degli uomini di Polidori (6-8), nel finale porta a + 6 il vantaggio (12-18). Nella frazione seguente sono i volsci, con il neo acquisto Rossetti, che piazza 3 canestri di fila con due bombe da tre, ad essere più reattivi ed a pareggiare i conti (24-24 al 17’). Gli ospiti non si lasciano sorprendere e dopo aver nuovamente superato gli avversari, grazie anche all’ottima vena realizzativa dell’americano Holcomb (19 punti), mvp del match, vanno al riposo avanti di sette lunghezze (24-31). Nel terzo periodo i volsci partono subito forte con Rossetti e Dulovic in apertura poi staccano letteralmente la spina e per oltre tre minuti non trovano più la via del canestro. In meno di due minuti dalla fine del periodo i padroni di casa perdono prima Scekic e Dulovic per cinque falli: la Virtus Fondi sfrutta appieno la situazione tanto che con una tripla di Di Manno e due tiri liberi Cappiello confeziona il break di 0-7, finendo il terzo quarto sul punteggio di 40-47. L’ultimo quarto indirizza la gara sui binari degli ospiti oramai padroni del campo. La battaglia difensiva e offensiva degli uomini di Polidori è oramai senza punti di riferimento sotto i canestri con il solo Rossetti che riesce a tamponae le sfuriate lidensi. Gli ospiti trascinati dall’incontrastato Holcomb, sotto canestro e dalle bombe di Iannone e Pietrosanto portano la loro squadra alla quarta vittoria stagionale. Finisce 50-67 ma il solco diventa voragine solo nelle battute finali. Ora i volsci saranno attesi nuovamente dal difficile incontro interno del 13 novembre contro la Petriana Roma che, in caso di affermazione, potrebbe assicurare i primi due punti in classifica. N.B. Sora 2000 50 – Oasi di Kufra Fondi 67 Parziali: 12-18 / 12-13 / 16-16 / 10-20 N.B. Sora 2000: Quadrini 0, Tanzilli n.e., Reali 2, Mannarelli 12, Rossetti 11, Galuppi 8, De Laurentiis 1, Lazzarino 2, Dulovic 9, Scekic 5, De Vittoris 0; Coach: Polidori Oasi di Kufra Fondi: Faiola 0, Pietrosanto 5, Romano 14, Cappiello 8, Fontana 2, Refini 5, Iannone 8, Lauri n.e., Mattei 0, Avallone n.e., Di Manno 6, Holcomb 19; Coach: Macaro

9 novembre 2016 0

Immigrazione e sicurezza, miscela esplosiva a Cassino. Intensificati i controlli di polizia

Di admin

Cassino – L’argomento immigrazione a Cassino si miscela pericolosamente con quello della sicurezza. Il punto di incontro è il caso del ragazzo ferito con una coltellata alcune mattine fa nei pressi della chiesa Madre. Leggi

In città sembra essere consolidato il convincimento che si sarebbe trattato di una tentata rapina compiuta da un cittadino straniero, ma questa versione è tutt’altro che confermata dalla polizia che indaga sul caso. La stessa polizia parla di una vicenda ancora tutta da chiarire e su cui, l’unica certezza che si ha è quella del ferimento del giovane con prognosi di sette giorni.

Non è stato accertato, quindi, chi ha ferito il giovane e perché lo ha fatto. E’ chiaro che quanto accaduto va trattato con estrema cautela per evitare di innescare fenomeni di difficile gestione anche perché gli animi sono già caldi per l’arrivo in città di cittadini stranieri.

Il sindaco, oltre ad occuparsi degli arrivi portando sul tavolo prefettizio il vincolo di non poter ospitare a Cassino altri stranieri perché il Comune è tra quelli che hanno aderito al Progetto SPRAR (Rifugiati), probabilmente spinto dalla vicenda dell’accoltellamento, ha ricordato che l’amministrazione sta lavorando per armare i vigili urbani. Leggi

Intanto i controlli delle forze dell’ordine vengono rafforzati in particolare da parte della Questura. Gli uomini del commissariato di Cassino diretti dal vice questore Alessandro Tocco, si sono concentrati sulle zone del centro cittadino, con particolare attenzione agli obiettivi sensibili, i luoghi di maggiore aggregazione sociale, la stazione ferroviaria, nonché le località periferiche.

In 5 posti di controllo, istituiti in zone strategiche della città, è stata verificata la regolarità di 31 veicoli e sono state identificate più di 90 persone.

Nel corso di questi servizi, due cittadini albanesi di 45 anni e 38 anni, sono stati espulsi dal territorio nazionale in quanto non in possesso  di documenti validi per il soggiorno in Italia.

9 novembre 2016 0

Basket under 20: Netto successo di Ferentino, 92 – 59, contro Itri

Di redazionecassino1

Nettissima vittoria per l’under 20 del Basket Ferentino che trova il primo successo della sua stagione battendo Itri per 92-59. Gli amaranto hanno preso un piccolo margine nel primo periodo ma hanno subito un parziale ritorno degli ospiti nel secondo quarto, andando comunque al riposo lungo con 3 lunghezze di margine. Al ritorno in campo però la partita ha preso definitivamente la via di Ferentino con una terza frazione da 31 punti messi a referto. Nell’ultimo quarto i gigliati hanno continuato a spingere il piede sull’acceleratore, rendendo ancora più ampio il distacco finale.

Unica nota stonata della serata il serio infortunio occorso a Giuseppe Mastrangeli che ha rimediato una brutta distorsione a una caviglia e dovrà rimanere a riposo per circa 40 giorni. A lui gli auguri di pronta guarigione da parte dei compagni di squadra e di tutta la società. Risultato finale: Ferentino 92 – Itri 59 Parziali: 20-14, 14-17, 31-19, 27-9 Ferentino: Suriano M. 11, Capuani 14, Mastrangeli 2, Datuowei 19, Stirpe 16, Stazi 4, Lisi 2, Mattoccia, Aatata 15, Flaviani 4, Lauretti 2, Bondatti T. 3. Coach: Suriano G.,

Assistente: Iacozza. Itri: Saccoccio 10, Iannaccone 12, Basile, Marandola 1, Iudicone 2, Wissel 18, Di Dia 4, Miele 2, Petrillo 8, Manzo 2. Coach: Conte Foto F. Savelloni

9 novembre 2016 0

Controlli della polizia sull’asse Attrezzato a Frosinone

Di admin

Frosinone  – L’asse attrezzato di Frosinone è arteria fondamentale per l’economia della città capoluogo ma è anche nodo di traffici illeciti.

Per contrastare questi ultimi, gli uomini della questura di Frosinone hanno effettuato questa mattina una  specifica attività  di prevenzione con l’istituzione di un posto di blocco nei pressi della S.P.277 “Asse Attrezzato” al Km.3+400 nel  territorio del comune di  Frosinone.

Nel corso del servizio, svolto dalla Polizia Stradale e dalla Questura, con l’impiego delle  unità cinofile, sono stati controllati 108 veicoli con la contestazione della di 9 infrazioni al Codice della Strada.

Le persone identificate sono state oltre 100, di cui una deferita all’Autorità Amministrativa per il possesso di 0,42 grammi di marijuana.

9 novembre 2016 0

Presentato a Roma il Calendario Storico 2017 dell’Arma dei Carabinieri

Di admin

Roma – Presentato questa mattina nell’Aula Magna della Scuola Ufficiali Carabinieri di Roma, alla presenza del Ministro della Difesa Roberta Pinotti, del Capo di Stato Maggiore della Difesa Claudio Graziano e del Comandante Generale dell’Arma Tullio del Sette, la presentazione del Calendario Storico 2017 dell’Arma dei Carabinieri.

Le tavole del Calendario, ideate e realizzate sotto la direzione artistica di Silvia di Paolo, sono state presentate al pubblico insieme, ai temi della nuova edizione dell’Agenda, dal conduttore televisivo Massimo Giletti.

Il Calendario, divenuto ormai un oggetto di culto, ha raggiunto  una tiratura di 1.300.000 copie, di cui quasi 10.000 in altre lingue (inglese, francese, spagnolo, tedesco e arabo), indice sia dell’affetto di cui gode la Benemerita, sia del valore dei suoi contenuti, che ne fanno un prodotto editoriale apprezzato, ambito e presente nelle abitazioni e nei luoghi di lavoro, a testimonianza del fatto che “in ogni famiglia c’è un Carabiniere”.

Nato nel 1928, dopo l’interruzione post-bellica dal 1945 al 1949 il Calendario tornò a vivere nel 1950 e da allora è stato puntuale interprete, con le sue tavole, delle vicende dei Carabinieri e della stessa Storia d’Italia.

La pubblicazione ha una rilevanza particolare per la famiglia dell’Arma, costituendo motivo di coesione attorno a un oggetto semplice eppure significativo, poiché ispirato ai valori nei quali si riconosce ogni carabiniere, da un capo all’altro d’Italia.

Il tema del Calendario 2017 è incentrato sui “Simboli dell’Arma”, che sono la rappresentazione visiva dell’essenza dell’Istituzione. Essi si susseguono nelle tavole mostrandoci i diversi stili con cui l’arte grafica si è evoluta nel tempo, a partire dall’anno di fondazione dei Carabinieri, il 1814.

L’Agenda 2017, in un formato moderno e funzionale e con l’inserto dedicato alla “Musica nell’Arma”, ci presenta un dettagliato excursus storico sui complessi musicali dell’Arma, dalla mitica Banda alle varie Fanfare.

Ne hanno parlato sul palco, con Giletti, il critico d’arte Philippe Louis Daverio, il grafico Armando Milani e il Direttore – Sovrintendente dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia Michele Dall’Ongaro.

La mattinata è iniziata con la proiezione di un primo video di presentazione del Calendario, seguito da un secondo contributo dedicato alla prefazione scritta dall’artista e filosofo  Gillo Dorfles che, non potendo intervenire di persona, ha voluto portare così il proprio saluto agli intervenuti.

Massimo Giletti ha quindi aperto la discussione coinvolgendo Philippe Louis Daverio, Silvia Di Paolo e Armando Milani in un commento a più voci riguardo alle tavole del calendario.

L’evento è andato avanti con la proiezione di due videoclip, il primo sull’Agenda e il secondo sul testo introduttivo firmato da Sir Antonio Pappano, Direttore Musicale dell’Accademia di Santa Cecilia.

Giletti ha poi invitato Michele Dall’Ongaro a illustrare i contenuti dell’agenda.

Al termine il Comandante Generale Tullio Del Sette ha rivolto il proprio saluto alle autorità e agli ospiti presenti e ha parlato delle opere presentate.

Egli ha dapprima evidenziato il rinnovamento “estetico e funzionale” della nuova agenda, con uno “stile moderno, attento alle innovazioni tecnologiche”, per la prima volta  disponibile anche in lingua inglese.

È poi passato a descrivere il calendario, che anche quest’anno è “…frutto di una accurata e innovativa ricerca estetica su aspetti culturali che uniscono l’attenzione alla Storia dell’Arte ai segni distintivi e alla storia dell’Arma”, sottolineando il richiamo “ai valori morali che da sempre sostengono e contraddistinguono la sua opera al servizio delle nostre comunità, di ogni cittadino e specie di chi ha più bisogno. Valori che devono essere perpetuati e riaffermati nel tempo perché costituiscono la base morale di un modo di sentire fondante e insopprimibile, che fa dell’Arma una forza coesa, affidabile ed efficiente”, un’istituzione “…moderna e dinamica, protesa al futuro che guarda con giustificato ottimismo e rinnovato vigore”.

9 novembre 2016 0

Incendio a Genzano, brucia materiale plastico in un vivaio. Allarme inquinamento

Di admin

Genzano – L’incendio di un vivaio a Genzano ha provocato l’innalzamento di una colonna di fumo nero e maleodorante che sta stazionando su una vasta zona tra Genzano, Lanuvio e Anzio.

L’incendio si è sviluppato poco prima delle otto in via Della Selva e ha interessato un capannone nel vivaio DM che conteneva materiale plastico destinato agli imballaggi per confezioni natalizie.

Sul posto, da questa mattina, i vigili del fuoco e gli agenti della municipale di Genzano, oltre ai carabinieri e la polizia.

Preoccupa la natura del fumo che potrebbe essere nocivo ma, per questo, bisognerà attendere gli esiti delle verifiche che stanno svolgendo i pompieri e gli esperti dell’Arpa.

9 novembre 2016 0

La Pontina e il triste record del tre: tre incidenti in tre chilometri in tre ore

Di admin

Latina – Tre incidenti in tre chilometri di Pontina in tre ore. Un record di pericolosità sulla via Pontina, strada tristemente nota per il ripetersi di tragedie.

Il primo, poco dopo le 5, al Km 59, è costato la vita ad un uomo e il grave ferimento di altre due persone.

Alle 8, il secondo schianto al chilometro 56 dove due auto si sono scontrate ma, per fortuna, gli occupanti hanno riportato solamente lievi ferite.

Appena 800 metri più avanti, 30 minuti dopo, altro schianto, questa volta tra un furgone e una vettura; a rimanere ferito è stato il conducente del furgone.

Un fila di schianti e di traffico dovuto ai blocchi per permettere soccorsi e rilievi, che riaccende il dibattito sulla pericolosità della strada che collega Latina a Roma e sulle scelte fatte e non fatte per renderla sicura.

Ermanno Amedei

9 novembre 2016 0

Incidente stradale sulla Pontina, bilancio pesantissimo

Di admin

Latina – Un grave incidente stradale è avvenuto questa mattina all’alba sulla strada 148 Pontina al chilometro 52 sulla corsia sud a Latina. Nello scontro tra due auto, un uomo è deceduto e altre due persone sono rimaste gravemente ferite.

Al momento la corsia sud è ancora chiusa per permettere alle forze dell’ordine di effettuare i rilievi.

Sul posto anche una squadra dei vigili del fuoco di Latina e gli operatori del 118. Una tragedia sulle cui cause si sta ancora indagando e che sta causando i soliti disagi alla circolazione stradale.

Ermanno Amedei

Foto repertorio