Giorno: 16 novembre 2016

16 novembre 2016 0

Sant’Elia Fiumerapido- Violenze e minacce ad una 22enne, l’ex compagno non potrà più avvicinarsi

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

A Sant’Elia Fiumerapido i militari della locale Stazione, hanno notificato ad un 38enne di Cassino (denunciato per il reato di “stalking” e già censito in banca dati per reati contro la persona e il patrimonio) l’ordinanza del Dott. Massimo LO MASTRO, G.I.P. del Tribunale di Cassino, che disponeva la misura cautelare del divieto di avvicinarsi ai luoghi abitualmente frequentati dalla ex-fidanzata (una 22enne del luogo) con la quale aveva avuto una relazione sentimentale. Tale ordinanza è scaturita da una serie reiterata di atti vessatori e persecutori consistenti in violenze e minacce, denunciate dalla donna e documentate dai Carabinieri di Sant’Elia Fiumerapido. Infatti, lo scorso 26 ottobre, gli inquirenti informavano la Procura della Repubblica di Cassino di tutti gli episodi di violenza subiti dalla donna sin da quando i due erano conviventi. In tale decorso di tempo, l’uomo la umiliava, l’apostrofava con parole disprezzanti sia verso di lei e verso la sua famiglia, minacciandola e picchiandola ripetutamente, colpendola con calci sulla schiena varie volte. In altre occasioni, preso dall’ira, dopo averla malmenata e sotto la minaccia di picchiarla, l’aveva costretta a restare seduta su una sedia, impedendole di muoversi. Inoltre durante le discussioni aveva scaricato la sua ira con violenza sui suppellettili di casa. Tale atteggiamento vessatorio si è protratto nel tempo tanto da provocare uno stato di prostrazione fisica e psichica nella donna. Anche dopo aver interrotto la relazione, l’uomo non perdeva occasione per ingiuriarla, minacciarla anche mediante SMS, messaggi attraverso whatsapp e facebook, seguendola ed affrontandola nei luoghi solitamente frequentati dalla stessa, tanto da costringerla sia a cambiare le proprie abitudini di vita, sia a limitare al massimo le sue uscite di casa.

16 novembre 2016 0

Catturate in A1 quattro donne nomadi dopo un furto in un’abitazione di Arpino. Bottino 10mila euro

Di redazionecassino1

Pontecorvo – Nel contesto operativo di prevenzione dei reati predatori, i Carabinieri di Sora hanno fermato un’autovettura Ford Focus diramata i cui occupanti avevano appena perpetrato un furto in abitazione in Arpino. I militari del NORM della Compagnia di Pontecorvo si immettevano sulla A1 in direzione sud ed intercettavano il veicolo che, nonostante reiterate e pericolose manovre elusive ed intimidatorie, veniva indotto ad uscire al casello di Cassino ove, in collaborazione con i militari delle Stazioni Carabinieri di Pontecorvo ed Esperia, si procedeva all’identificazione e al successivo arresto in flagranza degli occupanti, identificati in quattro donne nomadi dimoranti in un campo nomadi dell’interland napoletano, una 47enne, una 30enne, una 23enne e una 21enne, ritenute responsabili di “concorso finalizzato al furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale”, tutte già censite per reati contro il patrimonio. Le conseguenti verifiche, svolte in collaborazione con i militari della Stazione Carabinieri di Arpino consentivano di accertare che poco prima le tre donne avevano perpetrato un furto aggravato in un’abitazione del centro, asportando monili in oro e denaro in contante per un valore complessivo di euro 10.000 circa. La conducente del mezzo (23enne) veniva anche deferita per guida senza patente. Nelle concitate fasi dell’arresto le nomadi fermate, nonostante il tempestivo intervento delle pattuglie operanti, tentavano comunque di darsi alla fuga strattonando e spingendo i militari intervenuti. Le quattro fermate venivano trattenute nelle camere di sicurezza delle Stazioni Carabinieri ricadenti nella Compagnia Carabinieri di Pontecorvo in attesta del rito per direttissima

16 novembre 2016 0

Arrestata dai Carabinieri una 23enne nomade con strumenti da scasso e colpita da mandato di cattura

Di redazionecassino1

Pontecorvo – Serie di controlli dei Carabinieri in prossimità degli svincoli autostradali e lungo la SR6 Casilina, finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati predatori riconducibili alla criminalità esogena. I militari della Stazione Carabinieri di Pontecorvo hanno tratto in arresto una nomade 23enne poiché colpita da provvedimento di esecuzione di pene concorrenti e contestuale ordine di esecuzione relativa all’espiazione della pena residua di anni 13 mesi 4 giorni 7, cumulativamente inflittale per i reati di “evasione, furto aggravato e falsa attestazione e dichiarazioni a un pubblico ufficiale”. L’arrestata veniva fermata e controllata alla guida di un’autovettura di grossa cilindrata unitamente ad altra connazionale, provenienti da un campo nomadi della capitale. A seguito della perquisizione veicolare i militari operanti procedevano al rinvenimento e sequestro di due cacciaviti della lunghezza complessiva di cm 27 cadauno, atti allo scasso. Nel corso delle conseguenti attività di identificazione i militari dell’Arma accertavano che l’arrestata risultava destinataria del suddetto provvedimento di cattura. Espletate le formalità di rito la donna veniva associata alla Casa Circondariale di Roma Rebibbia.

16 novembre 2016 0

Iniziati lavori manutenzione al ponte in legno nella villa comunale

Di redazionecassino1

Cassino – Prosegue l’attività di dare un maggior decoro alla città. Dopo la potatura degli alberi iniziati già alcune settimane, sono iniziati i lavori di manutenzione del ponte in legno nella villa comunale. “Stiamo lavorando quotidianamente per rendere più decorosa, accogliente e pulita la città di Cassino. L’intervento sul ponte è risultato necessario perché pericolante da molto tempo, situazione peraltro segnalata dai cittadini anche negli anni passati quando al governo c’erano altre amministrazioni che hanno sottovalutato il problema lasciandolo irrisolto. In questi giorni stiamo anche provvedendo a potare tutti gli alberi del centro. Con l’arrivo del freddo e della pioggia infatti rami pericolanti e cumuli di foglie secche a terra avrebbero potuto causare disagi agli automobilisti e ai pedoni. Non solo, come purtroppo successo anche negli anni passati, le foglie secche con la pioggia avrebbero potuto otturare gli scarichi fognari creando allagamenti sulla sede viaria e sui marciapiedi con notevoli danni per i commercianti e i proprietari di locali. La prevenzione e la manutenzione costante che stiamo portando avanti da mesi ha come obiettivo principale proprio quello di evitare disagi e criticità ai cittadini e a chi ogni giorno viene a Cassino per lavoro o per esigenze personali contribuendo anche alla crescita economica della città. Questa amministrazione preferisce lavorare con costanza e determinazione anche nelle cose piccole quotidianamente per evitare poi di aggravare i cittadini dopo, quando il problema diventa troppo grande e deve essere gestito in emergenza”. Ha concluso il consigliere comunale, Francesco Evangelista.

16 novembre 2016 0

Scoperti dai Carabinieri fabbricati abusivi nell’area dove venivano smaltiti rifiuti speciali, già sottoposta a sequestro

Di redazionecassino1

Isernia – Nuovo blitz dei Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Isernia, che un mese fa scoprirono nella periferia del capoluogo, in “contrada Fragnete”, un vero e proprio cimitero di carcasse di veicoli ed altri materiali inquinanti, su un’area privata di oltre tremila metri quadri, tra l’altro ricadente in zona sottoposta a severi vincoli paesaggistici ed ambientali, dove erano state infatti rinvenute depositate, le carcasse di una decina di autovetture incendiate e completamente distrutte. Inoltre vennero rinvenuti quintali di rifiuti speciali anche di tipo pericoloso consistenti in parti di eternit di diverse dimensioni, materiali di risulta del tipo inerti provenienti da attività di demolizione di fabbricati, batterie per veicoli di varia tipologia, pneumatici, fusti di vernici e oli esausti, elettrodomestici in disuso, rottami ferrosi ed altri materiali inquinanti. La discarica fu sottoposta a sequestro preventivo, mentre il responsabile, proprietario del terreno, un 50enne di Isernia, venne denunciato alla Procura della Repubblica di Isernia per smaltimento illecito di rifiuti speciali. Nel prosieguo delle indagini, gli stessi militari, anche attraverso verifiche effettuate presso l’ufficio tecnico del comune di Isernia, hanno accertato che due fabbricati esistenti all’interno della suddetta area erano stati realizzati dal proprietario in assenza delle prescritte concessioni edilizie, deturpando così le bellezze naturali del patrimonio paesaggistico. Pertanto il 50enne, a seguito di quest’ultima operazione, dovrà rispondere oltre che dell’inquinamento ambientale anche del reato di abusivismo edilizio.

16 novembre 2016 0

Basket Under 20: Ferentino, seconda vittoria consecutiva contro Sabaudia (79-67)

Di redazionecassino1

Seconda vittoria consecutiva per l’under 20 amaranto che espugna il campo di Sabaudia con una buonissima prova del collettivo. I ragazzi di coach Iacozza tengono in mano le operazioni fin dall’inizio della gara entrando bene in partita con le giocate di Suriano e Renzi che valgono il +4 alla prima pausa. Nel secondo periodo gli amaranto ampliano il loro margine e vanno al riposo lungo con 11 lunghezze di distacco, nella terza frazione i pontini provano a rifarsi sotto poggiandosi sempre sul duo Cucchiaro-Panella ma i gigliati rispondono con le triple di Lisi e Tiziano Bondatti, rimanendo a distanza di sicurezza. Nell’ultimo quarto ci pensano Nico Bordati con 7 punti consecutivi e Stirpe con i liberi della staffa a respingere gli assalti di Sabaudia consentendo a Ferentino di vincere 67-79. TABELLINI Risultato finale: Sabaudia 67 – Ferentino 79 Sabaudia: Zanardo 2, Bottalico 2, Chion, Chiarulo 2, Carra, Mayer 2, Cucchiaro 29, Massa 5, Panella 23, Vigoriti 2. Coach: Della Felba Ferentino: Suriano M. 19, Stirpe 14, Stazi 2, Lisi 7, Cestra 2, Mattoccia, Flaviani 2, Lauretti 7, D’Arpino, Renzi 16, Bondatti T. 3, Bondatti N. 7. Coach: Iacozza, Ass. coach: Suriano G. Parziali: 15-19, 15-22, 18-16, 19-22

foto F. Savelloni

16 novembre 2016 0

Denunciato l’uomo che ha preso a bastonate lo scuolabus di Cassino

Di admin

Cassino – E’ un uomo di  63 anni quello che ieri mattina, in piazza San Benedetto, con un bastone ha colpito il parabrezza di uno scuolabus del comune di Cassino.

Secondo una ricostruzione fatta dai carabinieri intervenuti, l’autista dello scuolabus, avendo trovato occupato da una autovettura il posto riservato ai mezzi per il trasporto degli scolari, ha chiesto all’automobilista di spostare l’auto.

Quest’ultimo, in un primo momento ha acconsentito alla richiesta, dopo, non riuscendo a trovare altro parcheggio, ha posizionato l’auto trasversalmente davanti al pulmino allontanandosi a piedi per tornare alcuni minuti dopo armato di un bastone di legno con cui ha colpito il parabrezza dello scuolabus, infrangendolo.

Il bastone è stato sottoposto a sequestro e il 63enne denunciato per danneggiamento aggravato.