Giorno: 1 aprile 2017

1 aprile 2017 0

L’ultimo saluto ad Emanuele Morganti…ormai un giovane angioletto “caciarone”

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

L’ultimo abbraccio ad Emanuele Morganti, oggi, ha portato dolore e un gelida sensazione di vuoto. Un ragazzo di soli 20 anni, la cui uccisione lo scorso 23 marzo, ha destato sconcerto e ha lasciato l’Italia intera sotto shock. Emanuele ad Alatri ha subito un’aggressione per futili motivi e purtroppo non ce l’ha fatta. Oggi è stato il giorno delle esequie, il giorno dedicato tutto a lui e al suo ricordo. I funerali, che sono stati celebrati a Tecchiena di Alatri nella chiesa Maria Santissima Regina, hanno visto una folla commossa di amici, parenti,compaesani ma anche persone che Emanuele non lo conoscevano direttamente. La celebrazione è stata officiata dal vescovo Monsignor Lorenzo Loppa, il quale nell’omelia ha parlato di “ferocia” ma anche di misericordia. Due colombe e alcune decine di palloncini bianchi sono stati liberati all’uscita del feretro dalla chiesa. La mamma in una lettera lo ha ricordato come un caciarone pieno di di vita. In un clima di commozione generale, dove anche i carabinieri impegnati nel servizio d’ordine apparivano commossi, le circa tremila persone hanno piu volte applaudito al passaggio della bara. E poi tanti messaggi per Emanuele…. “Nessuno muore mai completamente – recita uno degli striscioni. Rimarrai sempre. Forse questa la vera forza che si può cercare in una tragedia simile.

1 aprile 2017 0

Controlli serrati del territorio dei Carabinieri per prevenire episodi come quello di Alatri

Di redazionecassino1

Alatri – A seguito del gravissimo episodio avvenuto in Alatri la notte tra il 24 e 25 marzo u.s., la Compagnia di Alatri ha attivato una serie di mirati servizi di controllo del territorio tesi ad evitare eventuali strascichi riconducibili al tragico evento. In particolare nella serata di ieri e per tutta la notte, i militari della predetta Compagnia, collaborati da pattuglie giunte in supporto da altre Compagnie del Comando Provinciale di Frosinone, sono stati impegnati in un ulteriore controllo straordinario del territorio in Alatri e Tecchiena.

L’operazione, che ha visto l’impiego di 12 pattuglie e 24 militari, ha consentito di ottenere i seguenti importanti risultati:

–          3 persone tratte in arresto;

–          2 persone segnalate ai sensi dell’art. 75 D.P.R. 309/1990;

–          1 persona allontanata con proposta di F.V.O;

–          66 autoveicoli controllati;

–          157 persone identificate di cui 72 all’interno di locali pubblici;

–          8 accertamenti eseguiti mediante etilometro;

–          3 locali pubblici controllati.

In particolare, nel corso del servizio veniva rintracciato e controllato nei pressi di un locale notturno, un pregiudicato 35enne della provincia di Frosinone, già censito per reati contro il patrimonio ed in materia di stupefacenti, il quale non era in grado di giustificare la sua presenza in loco e pertanto, ricorrendone i presupposti di legge, veniva proposto per il rimpatrio con F.V.O., con divieto di ritorno in quel Comune per anni tre.

Venivano controllati inoltre, un 29enne di Boville Ernica ed un 25enne di Fiuggi che a seguito di perquisizione personale e veicolare venivano trovati in possesso di sostanze stupefacente del tipo Crack, sottoposta a sequestro. I due venivano segnalati alla Prefettura di Frosinone ai sensi dell’art. 75 del DPR 309/1990.

Il servizio svolto consentiva altresì di rintracciare e trarre in arresto in Fiuggi, Alatri e Boville Ernica tre uomini, destinatari di altrettante Ordinanze di Carcerazione disposte dall’A.G., nello specifico un 69enne responsabile di truffa e sostituzione di persona, un 31enne per atti persecutori e violenza sessuale (commessi dal dicembre 2016 a febbraio 2017) e un 58enne per tentata estorsione. I primi due venivano tradotti presso la Casa Circondariale di Frosinone, il terzo veniva posto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione.

1 aprile 2017 0

Accorpamento polizia stradale: Ciacciarelli (Fi) traccia il quadro e si appella al Prefetto

Di redazione

Il coordinatore provinciale di Forza Italia, Pasquale Ciacciarelli, torna a parlare della questione sicurezza stradale e lo fa, rivolgendosi direttamente al prefetto toccando la delicata e sentita vicenda dell’accorpamento della Polizia Stradale. “Alla luce dei recenti fatti di cronaca, mi riferisco agli incidenti mortali che hanno interessato le arterie stradali del nostro territorio, in modo particolare l’ultimo in ordine di tempo, che ha visto protagonista, ancora una volta, la ss 630, dove ha trovato la morte un giovane ragazzo di Pignataro Interamna, non posso fare a meno di denunciare quanto stia accadendo sul territorio cassinate sul fronte sicurezza. Mi riferisco all’accorpamento del Distaccamento della Polizia Stradale- afferma in una nota stampa Ciacciarelli- ossia l’organo preposto al pattugliamento della viabilità interna, con la locale Sottosezione di Polizia Stradale, attiva in autostrada. Il Distaccamento in questione controlla un territorio che, per sua stessa morfologia, risulta essere strategico, in quanto è a ridosso di due grandi centri urbani, la Capitale e la vicina Caserta, interessando il traffico che si snoda al confine di tre Regioni, Lazio, Campania e Molise. Dati alla mano, nel corso del 2016 le auto della stradale hanno percorso 125.000 km per espletare il proprio servizio, percorrendo arterie nevralgiche come la Casilina, la SS per Formia, la SS per Avezzano. Arterie, percorse quotidianamente da mezzi pesanti, per via dell’indotto Fca. Vi è da sottolineare- prosegue Ciacciarelli- che nonostante il Dipartimento abbia intenzione di impiegare il personale sia per il pattugliamento autostradale, sia per le arterie interne, soltanto la prima vedrà il servizio assicurato. Questa riorganizzazione avrebbe chiaramente negativi risvolti sociali, in quanto verrebbe a mancare un importante, fondamentale presidio di legalità. A ciò bisogna aggiungere che le vecchie mansioni della stradale saranno a carico di altre forze di polizie, già oberate di lavoro e sofferenti di carenza del personale. Infine, non vi sarebbe alcun risparmio economico, poiché il contratto di affitto non è scisso da quello del Commissariato adiacente, pertanto si giungerebbe ad un bivio, continuare a pagare il canone fino al 2022 oppure pagare ingenti penali, con il rischio di incorrere in contenziosi giudiziari. A questo punto, manca soltanto l’atto formale del Capo della Polizia che sancirà l’accorpamento per mezzo di un decreto. È in questo breve lasso di tempo che bisogna intervenire. La politica ha l’obbligo morale e materiale di intervenire, di farsi carico del problema, al fine di scongiurare disordini sociali, assieme all’incremento di infrazioni e di incidenti dovuti al mancato rispetto delle regole. Per tale motivo, intendo scrivere, al più presto, una lettera indirizzata al Prefetto, chiedendo un appuntamento per discutere della questione”.

1 aprile 2017 0

Frosinone, Selva Piana: al via riqualificazione dell’area sportiva

Di redazionecassino1

Frosinone –  L’amministrazione Ottaviani, ha attivato la riqualificazione dell’area sportiva che insiste nel quartiere di Selva Piana, a ridosso del Palazzo Forum, ove, peraltro, domenica, sarà inaugurata la nuova sede del comando della Polizia municipale e della Protezione Civile. Si stanno effettuando, infatti, le attività di sostituzione delle reti di contenimento del campo da gioco, a cui si aggiungeranno, a breve, anche le opere di tinteggiatura dei muri in cemento di perimetrazione dell’area su cui verranno installate anche porte per il calcetto, insieme ai canestri per la pratica del basket. I lavori termineranno entro le prossime due settimane e permetteranno alle famiglie, ai giovani e agli anziani del quartiere di Selva Piana di portare avanti attività ludiche e di socializzazione, permettendo una migliore vivibilità dell’intera zona.

1 aprile 2017 0

Cus-Cassino: Via al corso per assistenti bagnati

Di redazionecassino1

Come ogni anno grazie alla collaborazione del Cus Cassino e la scuola nuoto Federale della piscina Azzurra prende il via il corso di assistente bagnanti 2017. La formazione dei ragazzi verrà curata dai Maestri di Salvamento Mario Carlino e Fabio Tacca. Si possono ottenere maggiori informazioni anche contattando direttamente il Maestro Mario Carlino al numero telefonico 3388619462. E proprio il Maestro del Cus Cassino ci illustra nello specifico tale figura: l’assistente bagnanti è lo specialista che veglia sulla sicurezza di chi frequenta piscine e stabilimenti balneari marini o lacuali, capace ed esperto negli interventi di soccorso di chi si trova in situazione di pericolo in acqua. Sue funzioni specifiche sono: prevenire gli incidenti in acqua con una sorveglianza attenta e intelligente; farvi fronte quando avvenuti mettendo in atto quelle tecniche di salvataggio e di primo soccorso acquisite nel corso di formazione e periodicamente aggiornate regolare le attività di balneazione vegliando sul comportamento degli utenti; applicare e far rispettare le ordinanze della Capitaneria o il regolamento della piscina e verificare periodicamente la chimica delle acque nelle piscine e le condizioni igieniche dell’ambiente. Le competenze acquisite nel corso di formazione gli consentono di intervenire in modo adeguato per praticare il primo soccorso, anche in caso di asfissia e arresto cardiaco. Il suo lavoro richiede disponibilità per trattare con il pubblico, capacità di rimanere vigile anche quando (grazie anche alla sua azione preventiva) “non succede nulla”, ma anche di dar prova di tutta la sua determinazione e competenza nelle situazioni di emergenza. Può essere considerato un avamposto di “Protezione civile”, essendo istituzionalmente l’esperto della prevenzione (avendo le conoscenze utili per valutare cambiamenti nelle condizioni meteo, per prevedere gli sviluppi perniciosi di situazioni a rischi) e il primo addestrato a intervenire in caso di emergenza, anche con manovre “salvavita”. Apposite leggi e circolari ministeriali prevedono la figura dell’Assistente Bagnanti, ne stabiliscono la presenza obbligatoria in ogni struttura di balneazione aperta al pubblico, riconoscono la particolare competenza della FIN nella formazione degli stessi, la validità del titolo FIN per il disimpegno dell’attività, stabiliscono il numero di operatori necessari in funzione delle caratteristiche dell’impianto. Recente la firma del protocollo d’intesa tra Ministero e FIN per l’inserimento della materia ambientale nel corso di formazione: gli Assistenti Bagnanti costituiranno importante supporto alla salvaguardia dell’ambiente. Tale brevetto, inoltre, lascia crediti formativi e arricchisce il curriculum di chi si prepara ad affrontare qualsiasi concorso ministeriale. Soddisfatto dell’iniziativa si dice il presidente del Cus Cassino, professor Carmine Calce, che loda l’operato dei Maestri e sottolinea l’importanza di questi corsi.

1 aprile 2017 0

Per la Virtus Cassino è ancora big match. Domenica trasferta a Napoli

Di redazionecassino1

La domenica della sfida tra la capolista del girone C del Campionato Nazionale di serie B , la detentrice della Coppa Italia , quella Cuore Azzurro Napoli Basket che tanto bene sta facendo e tanti risultati sta raccogliendo a capo di una stagione perfetta e la quinta della graduatoria stagionale, quella BPC Virtus Cassino che cerca di costruirsi una propria identità. Infatti la squadra allenata da coach Luca Vettese si può senz’altro definire come la bella del reame ancora incompiuta.

La partita sarà valida per la ventisettesima giornata della regular season 2016-17 e quando mancano oramai solo 160 minuti effettivi di gioco al termine di questa avvincente stagione regolare tutto è ancora da decidere , dal primo all’ultimo posto in questo splendido ed avvincente girone C della terza serie nazionale.

Infatti dopo il turno infrasettimanale sono rimaste invariate le prime due posizioni di classifica, appannaggio di Napoli, appunto , e Valmontone. Al terzo posto invece si è divisa la coppia Barcellona – Palestrina. Palestrina infatti dopo aver vinto in casa contro la Vis Nova Roma, è stata sconfitta a Cassino, proprio nella tana dei lupi rossoblù, per 92 a 78. Lupi rossoblù che hanno confermato come al PalaVirtus della città martire sarà difficile passare per chiunque.

Barcellona invece seppur soffrendo ha vinto per 71-69, in casa, contro la coriacea Patti.

Napoli, la Napoli dei canestri invece ha mantenuto la leadership sconfiggendo Teramo tra le mura amiche del PalaBarbuto.

Tutto quindi ancora da decidere in zona playoff dove sono possibili potrebbero essere innumerevoli combinazioni in quella che sarà la graduatoria finale. Infatti Catanzaro , a 26 punti, si trova nel guado, tra la coppia Tigers – LUISS appaiate a quota 28, ed il terzetto formato da Teramo, Cefalù e Scauri, a quota 24, attualmente ottavi.

In considerazione di questa classifica, la prossima giornata sarà un autentico snodo cruciale, con tantissimi scontri diretti destinati a ridisegnare la classifica nella zona alta ed in quella playoff. Ci sarà dunque una posta in palio alta in Napoli – Cassino e Palestrina – Barcellona, mentre Catanzaro cercherà di rimanere incollata all’ottavo posto , opposta come sarà ad una Valmontone che invece, dal canto suo sarà pronta ad approfittare degli incroci di alta classifica.

Napoli – Cassino dunque.

Gli artefici di questo capolavoro partenopeo sono sicuramente la dirigenza con il presidente Ruggiero in testa e lo staff tecnico capitanato da coach Ponticello. L’allenatore non è nuovo a capolavori del genere. Dopo la sfortunata gestione del finale di stagione dello scorso anno in A2 a Matera , team biancazzurro che il coach campano aveva guidato dal 2009 al 2012 in Divisione Nazionale A, il coach campano è stato chiamato sotto il Vesuvio per guidare la Cuore Azzurro Napoli. Durante la sua carriera, Ponticiello ha tra l’altro guidato la Pallacanestro Sant’Antimo, squadra del suo paese d’origine, ad una serie di promozioni con un avventura durata nove anni che ha portato la squadra dalla Serie D alla B1.

Dopo alcune stagioni in B1 e DNA, di cui tre a Matera, il coach ha guidato le panchine di Viola Reggio Calabria e Scafati Basket, in A2 Silver dal 2012 al 2015.

Ponticiello è riuscito con una sapiente opera di lavoro quotidiano a costruire un team vincente che è a un passo dal sogno della serie A2 dopo aver conquistato la Coppa Italia nazionale all’inizio di marzo .

Come ebbe a dichiarare qualche giorno fa ad una testata giornalistica napoletana (Il Napolista, ndr) a proposito della Coppa Italia vinta che rappresenti solo l’inizio di una cavalcata fino all’A2 come sperano i tifosi partenopei  non parlategli di miracolo: «Non è un miracolo! Non parlatemi di miracolo. C’è del lavoro dietro. Quando succede qualcosa di bello in questa città, deve essere per forza un miracolo, ed invece in questa città ci sono energie, uomini, capacità, talenti, che sono in grado di fare grandi cose».

La particolarità del Cuore Azzurro Napoli è la totale dedizione alla maglia, la motivazione e la fame che rende gli interpreti tutti uniti verso un obiettivo tanto storico quanto a portata di mano: «Quando abbiamo costruito la squadra” continua coach Ponticello ”abbiamo cercato giocatori con queste caratteristiche. Motivati e vogliosi, ma anche da un punto di vista tecnico, capaci di giocare in più ruoli. Infatti tutti nel nostro sistema possono tranquillamente giocare in più posizioni, pensa che una volta Ronconi ha giocato da cinque! Falso cinco».

Ecco dunque il credo ponticelliano . E la Virtus Cassino andrà nella fossa dei leoni a sfidare la corazzata partenopea.

La partita vista la concomitanza con l’evento calcistico di Serie A , Napoli – Juventus , per motivi di ordine pubblico è stata anticipata alle ore 17.00. L’incontro sarà diretto da una coppia inedita per la Virtus . Arbitreranno infatti Giovannetti Giulio di Rivoli (TO) e De Biase Stefano di Udine (UD).

Appuntamento al Pala Barbuto di Napoli alle ore 17.00 di domenica prossima 2 aprile per gli amanti della pallacanestro della Terra di San Benedetto.

1 aprile 2017 0

I TITOLI, le notizie pubblicate oggi

Di admin

I TITOLI del 31 Marzo – Abbiamo aperto con la notizia di un  automobilista salvato mentre la macchina bruciava Leggi 

Ma la vicenda di Alatri ha trovato subito spazio con la data fissata per i funerali di Emanuele Leggi 

Sull’argomento, nel corso della giornata, abbiamo scritto anche l’appello del questore Leggi

le indagini relative all’auto contro cui Emanuele ha sbattuto la testa Leggi

e la mite richeista di un pm che ha fatto scarcerare il presunto assassino poco prima dell’aggressione Leggi

A Velletri la Carta di identità conterrà anche le informazioni sui donatori organi Leggi

e il mitomane dei tribunali che ha colpito oltre che a Velletri, forse anche a Cassino Leggi

Da Piedimonte San Germano un giovane va a fare il ladro in Campania Leggi

e l’allarme per i “2 euro” tarlandesi Leggi

Una coppia litiga per strada a Cassino e lei rompe in naso a lui Leggi

Mentre la primavera, sempre a Cassino, porta un grosso sciame d’api e i loro pungiglioni Leggi