Giorno: 29 aprile 2017

29 aprile 2017 0

Scomparso in mattinata, escursionista ritrovato morto vicino la Grotta del Diavolo

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Farnese –  Il corpo di Giancarlo Bovina, 61 anni è stato ritrovato nel bosco del Lamone presso grotta del Diavolo, da una squadra mistra di vigioi del fuoco e guardiaparco. L’uomo risultava scomparso da questa mattina e i carabinieri della compagnia di Tuscania comandati dal maggiore Ciro Laudonia, hanno coordinato le ricerche.

Gli esperti dei vigili del fuoco del nucleo Tas hanno seguitomle tracce del telefonino stabilendo le possibili direzioni seguite dalla scomoarso. In serata il suo corpo è stato ritrovato senza vita. Pare che la morte sia sopraggiunta a causa delle ferite riportate durahte una rovinosa caduta.

Ermanno Amedei

29 aprile 2017 0

Piazza Benedetto XVI a Cassino, tra erbacce, cavi scoperti e qualche serpente

Di admin

Cassino – Erbacce alte, tubi fuoriuscenti dalla pavimentazione e avvistamenti di serpenti: è la segnalazione di un lettore, corredata da foto, il quale evidenzia le condizioni per nulla ottimali in cui versa piazza ex campo Miranda a Cassino.

Realizzata appena nel 2009, in occasione della visita di papa Benedetto XVI da cui ha preso il nome, ospita da diversi anni il principale mercato d’abbigliamento in città. Ogni sabato mattina di fatto decine di persone si apprestano a fare acquisti, prova dell’importanza del commercio ambulante nel tessuto economico locale, soprattutto per il momento di difficoltà economica in cui ci troviamo. La presenza di tubature in superficie mette tuttavia potenzialmente a rischio coloro che si recano in loco.

La piazza è stata inoltre sede di svariate iniziative, fra le quali ricordiamo “Un volto per Estasi 2009” con la partecipazione di Pino Daniele, organizzata dalla Croce Rossa Italiana per una raccolta fondi pro i terremotati abruzzesi, così come il 4° Raduno Quad del Basso Lazio e molte altre. Sarebbe dunque un peccato lasciare questo prezioso spazio al deterioramento del tempo, rinnoviamo per tanto l’appello del lettore affinché il settore manutenzione di Cassino intervenga rimettendo a posto questo importante pezzo della città.

Giulia Guerra

29 aprile 2017 0

Spacciatori nella movida di Cassino, quattro arresti e sequestrati mezzo chilo di droga

Di admin

Cassino – Quattro arresti ed oltre mezzo chilo tra cocaina, hashish e marijuana, sono stati sequestrati dagi agenti del commissariato di Cassino nel corso di una operazione antidroga condotta dagli uomini del vice questore Alessandro Tocco con l’ausilio di una unità cinofila.

I controlli, estesi ad ampio raggio, hanno riguardato anche gli esercizi pubblici maggiormente frequentati dai giovani nel fine settimana, anche al fine di monitorare la frequentatissima “movida” cassinate, con particolare riguardo alla verifica del rispetto delle ordinanze sindacali.

E’ proprio all’interno di un esercizio pubblico, nell’immediata periferia della città, che, nella serata di ieri, il cane antidroga “Cora” ha segnalato la presenza di sostanza stupefacente.

L’immediata verifica degli agenti ha permesso di rilevare il possesso, da parte di un 32enne di Cassino, di alcune dosi di stupefacente; il controllo è stato ulteriormente approfondito con una perquisizione presso l’abitazione del giovane, dove sono stati rinvenuti circa 40 grammi di marijuana e 4 grammi di cocaina, oltre ad un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento della droga.

L’uomo, già gravato da precedenti specifici, è stato arrestato per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e posto agli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

La vasta attività antidroga della Polizia di Stato è proseguita anche attraverso il controllo di persone monitorate; sono state infatti eseguite alcune perquisizioni domiciliari e, proprio presso l’abitazione di due conviventi, entrambi pregiudicati per reati in materia di stupefacenti, il fiuto del pastore tedesco “Cora” si è rivelato ancora una volta infallibile.

Occultati sopra un armadio, sono stati infatti rinvenuti 4 panetti di hashish del peso di quasi 400 grammi e una somma di denaro pari a 4.375 euro suddivisa in banconote di piccolo taglio; all’interno del frigorifero, gli agenti hanno trovato un involucro contenente circa 50 grammi di cocaina purissima, oltre ad un bilancino di precisione e ad un coltello utilizzato per il taglio dell’hashish.

L’uomo e la donna, entrambi 37enni di Cassino, sono stati arrestati per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e posti agli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

I controlli della Polizia di Stato hanno riguardato, nella tarda serata di ieri, anche le zone del centro cittadino dove è maggiore la concentrazione di giovani, soprattutto nel fine settimana; nell’ambito di questa attività, tre giovani di Cassino, di 23, 28 e 30 anni sono stati segnalati alla Prefettura per il possesso di stupefacente per uso personale.

Anche stamattina, il pastore tedesco “Cora” ha supportato gli agenti del Commissariato di Cassino nei controlli alle attività commerciali che il sabato mattina risultano particolarmente affollate.

Proprio presso un’attività del centro cittadino, il fiuto del cane antidroga ha rilevato la presenza di sostanza stupefacente che è poi risultata, sebbene in modica quantità, in possesso di un 25enne di Cassino; grazie ai controlli più approfonditi, effettuati anche presso l’abitazione del giovane, è emerso che quest’ultimo deteneva in casa un quantitativo ben maggiore di stupefacente destinato allo spaccio, oltre 160 grammi di marjuana; è stato quindi arrestato e posto agli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

 

29 aprile 2017 0

“Bionde” sull’A1 a Cassino, sequestro della Stradale per centinaia di stecche di sigarette contrabbandate

Di admin

Cassino – Ben 418 stecche di Marlboro, per un totale di 4.180 pacchetti privi del sigillo del Monopolio dello Stato, sono stati sequestrati dagli agenti della sottosezione di polizia stradale a Cassino.

Un altro colpo messo a segno dagli uomini del sostituto commissario Giovanni Cerilli che, sul tratto autostradale di loro competenza, riescono a tessere una rete di controlli di estrema efficacia.

Le sigarette erano stipate in una Renault Espace su cui viaggiavano due cittadini ucraini di 32 e 40 anni. Il mezzo è stato fermato per controllo all’uscita del casello di Cassino e gli agenti hanno notato l’insofferenza dei due e la macchina piena di merce.

La perquisizione ha permesso di trovare le “bionde” e sequestrarle. I due ucraini sono stati invece arrestati.

Ermanno Amedei

29 aprile 2017 0

Razziavano auto tra Gaeta e Formia, arrestati tre Campani. Hanno rubato 24 macchine

Di admin

Gaeta – Tre persone sono state arrestate dai carabinieri della tenenza di Gaeta che hanno disarticolato una organizzazione criminale specializzata nel furto di automobili. Questa mattina, gli uomini del tenente Carmine Manzi hanno eseguito tra Caserta e Napoli le ordinanze emesse dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Cassino Massimo Lo Mastro. In manette sono finiti Alessandro Rippa 45 anni, Antonio Campagna 28 anni , venivano ristretti presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere, mentre  Angelo Giovenco 34 anni  è stato portato a Poggioreale a Napoli.

L’operazione denominata “Twingo” dal nome della vettura usata dalla staffetta, è servita per sgominare la banda specializzata in furti di Fiat Panda, Punto e 500, Lancia Y e Musa, Audi Q3 che, a partire dalla scorsa estate, stava assumendo contorni allarmanti tanto che, tra il 6 ed il 7 ottobre 2016, nella sola Gaeta, erano state rubate ben 6 autovetture, prevalentemente del modello Fiat 500.

I controlli sul territorio permisero, successivamente di intercettare una Fiat 500 appena asportata dal gruppo ed arrestare in flagranza di reato i tre. L’attività di indagine, nel suo complesso, ha consentito di certificare la responsabilità del gruppo relativamente a ben 24 furti commessi tra Gaeta e Formia, nonché recuperare e restituire ai legittimi proprietari 6 delle autovetture asportate.

 

 

29 aprile 2017 0

Incidente stradale con pugni in centro a Cassino, dopo lo schianto scoppia la lite

Di admin

Cassino – Centauro ferito, questa mattina in via Degli Eroi a Cassino non solo a causa dell’incidente stradale ma, a quanto pare, anche da un pugno scagliatogli da un automobilista.

La ricostruzione sarebbe ancora tutta al vaglio della polizia  il cui intervento è servito non solo per definire la dinamica dell’incidente, ma anche che la successiva lite degenerasse.

Lo scooter su cui viaggiava il giovane si è schiantato contro la Toyota guidata da un 45enne e tra i due e scoppiata la lite per stabilire chi avesse ragione. Poi il centauro avrebbe riferito che il conducente della vettura lo avrebbe colpito con un pugno ed anche per questo, oltre alle ferite dovute al sinistro, è stato portato in ospedale per medicare le ferite.

Ermanno Amedei

29 aprile 2017 0

Piedimonte al voto. Ferdinandi: “Rafforzare le convenzioni per risolvere i problemi idrogeologici”

Di redazionecassino1

Piedimonte San Germano – Continua a tamburo battente il “Tour della Proposta”, l’iniziativa promossa dal movimento civico Piedimonte #ORA, impegnato in un serrato confronto con la cittadinanza in vista della tornata elettorale per le Amministrative del prossimo 11 giugno. Nel pomeriggio di ieri (28 aprile) l’aspirante sindaco Gioacchino Ferdinandi ha incontrato cittadini, simpatizzanti ed amici in Località Ruscito, la frazione a ridosso dello stabilimento Fca dove il trentacinquenne avvocato vive con la sua famiglia. Ad accompagnarlo nella tappa in periferia è stato Nunzio Di Palma, che nel corso del suo intervento ha lanciato il progetto Piedimonte #ORAambiente. Tante le persone della popolosa frazione Ruscito e della vicina Volla che hanno partecipato con grande entusiasmo all’evento promosso per presentare, tappa dopo tappa, idee e progetti del movimento civico pedemontano. “Il nostro principale dovere in questo momento storico per Piedimonte – ha detto Nunzio di Palma nella sua introduzione – è quello di sostenere non solo le tante famiglie che vivono nel centro del paese ma anche e soprattutto quelle che risiedono nelle zone periferiche. La frazione Ruscito è una zona a forte vocazione agricola e zootecnica, l’unico vero polmone verde del nostro territorio che ospita proprio in località Volla il più grande stabilimento del Lazio, la FCA. Credo quindi che vada fortemente tutelata la destinazione urbanistica di questa parte del paese, soprattutto dalla minaccia d’insediamenti industriali che potrebbero mettere al rischio la bellezza naturale di questi luoghi. Bisogna, inoltre, potenziare l’indotto collegato alle produzioni agricole, non dimenticando che questa vasta area offre una grande opportunità economica: quella della coltivazione del Peperone Dop di Pontecorvo. Perché anche Piedimonte San Germano, insieme ad altri nove Comuni del comprensorio, sono stati inseriti nell’areale Dop. Inoltre – ha concluso Nunzio Di Palma – come movimento civico abbiamo in mente di redigere sin da subito un programma per la regolamentazione dell’installazione di antenne e ripetitori per garantirne un monitoraggio serio e costante”. Sulle tematiche ambientali ha fatto eco a Di palma anche il candidato Sindaco Gioacchino Ferdinandi, che ha parlato di rischi idrogeologici sul tutto territorio pedemontano. “Piedimonte #ORA – ha detto Ferdinandi – crede fortemente nel fatto che serva una seria programmazione idrogeologica di un territorio comunale che presenta diversi problemi. A tal proposito la nostra proposta va tutta verso un’unica direzione: potenziare e migliorare le convenzioni con l’Università di Cassino e del Lazio Meridionale, l’Autorità di Bacino e il Consorzio di Bonifica “Valle del Liri”, tre Enti che insieme potrebbero realizzare importanti studi e progetti utili a ridurre le criticità presenti. Sarà proprio grazie a queste convenzioni, studi e progetti che si potranno ottenere strategici finanziamenti ministeriali e da parte dalla Regione Lazio necessari per ridurre, ad esempio, il rischio idrogeologico che si estende in gran parte del centro città, a ridosso dei due canali San Rocco e Rio Fragolino”. Il “tour della Proposta” prosegue nella giornata di oggi (29 aprile) alle ore 18.30 in via Casilina; martedì 2 maggio alle ore 18.30 in via Decorato; mercoledì 3 maggio alle ore 19.00 al centro storico di Piedimonte; giovedì 4 maggio

29 aprile 2017 0

Terremoto nell’alto casertano nella notte, due scosse registrate tra Tora e Piccilli, Marzano Appio e Conca della Campania

Di Antonio Nardelli

Due scosse di terremoto sono state registrate questa notte dai sismografi dell’istituto di geofisica e vulcanologia.

La prima di magnitudo 2.0 è avvenuta alle 2 e 55 minuti ad una profondità di 9 chilometri. La seconda alle 3 e 2 minuti ha avuto magnitudo 2.2 e profondità 22 chilometri.

L’epicentro è stato localizzato tra Tora e Piccilli, Conca della Campania, Marzano Appio.