Giorno: 2 ottobre 2017

2 ottobre 2017 0

Aquino: Amministrative 2018, si scaldano i motori. Maria Rita Scappaticci a sostegno del Sindaco Libero Mazzaroppi

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Iniziano ad intensificarsi le iniziative politiche mirate a formare i gruppi per le prossime elezioni amministrative della città di Aq “In questi anni Aquino, grazie all’impegno costante del Sindaco Libero Mazzaroppi e ai risultati raggiunti, è tornato rapidamente, dopo un lungo periodo alquanto bui, ad occupare un posto di rilievo tra i paesi leader del territorio. Con la sua competente azione amministrativa, Libero Mazzaroppi, ha scelto di dare segnali importanti e concreti a tutti i settori di crescita e a tutte le categorie di persone, tant’è che questioni che erano ferme da decenni sono state finalmente dipanate. Per questo – dichiara Maria Rita Scappaticci- senza troppo esitare, ho accettato la sua proposta, che mi era stata formalizzata da tempo, di candidarmi nella Lista che ha approntato per concorrere alle prossime consultazioni amministrative. Sono certa – continua la Scappaticci- della riconferma che merita per i risultati ottenuti e per l’impegno costante profuso a favore della collettività per il raggiungimento del bene comune. Sono sinceramente orgogliosa ed onorata dell’invito del Sindaco Libero Mazzaroppi – continua Maria Rita Scappaticci – che stimo come persona ed apprezzo come amministratore; ha fatto tantissimo per la nostra Città e per i concittadini. I risultati sono davanti agli occhi di tutti e per questo merita il nostro sostegno per continuare la sua azione amministrativa. Un impegno costante, il suo, nel campo del sociale dove è stato capace di dare risposte concrete ed efficaci alle situazioni di disagio e di bisogno, senza tralasciare la cultura e leducazione. Gli interventi sull’edilizia scolastica sono stati apprezzati da tutti, hanno suscitato l’ammirazione anche delle altre comunità e quindi assumono il valore di fiore all’occhiello di un’azione amministrativa che merita condivisione. Voglio impegnarmi per continuare, insieme alla compagine disegnata per amministrare, un’opera importante e confrontarmi con i soggetti sociali che continueranno ad essere protagonisti e con chiunque vorrà suggerire, criticare o proporre soluzioni alternative. Tutti conclude come sempre, avranno un punto di riferimento e di ascolto. Abbiamo le idee e siamo pronti ad intervenire tenendo conto, come ha sempre fatto Libero Mazzaroppi, della voce diretta dei protagonisti del futuro, che sono i concittadini”. Il Sindaco si è molto entusiasta della scelta della Scappaticci e ha dichiarato “Maria Rita è una ragazza straordinaria, intelligente che sa stare sempre dalla parte giusta perché capace di discernere e ponderare. Siamo orgogliosi di poterla avere al nostro fianco e sono certo di poterla annoverare tra i volti nuovi del prossimo scenario amministrativo perché ha innate doti di umanità, sensibilità e preparazione. Una persona per bene e giusta”.

2 ottobre 2017 0

42 anni di successi per il Premio “Val di Comino”

Di redazionecassino1

Alvito – Un successo che si rinnova da quarantadue anni, dal 1976 – anno della sua fondazione – il Premio Letterario “Val di Comino”, senza mai saltare una edizione, fa di Alvito la capitale della poesia e della letteratura italiana. “Il prestigio di un riconoscimento letterario – sottolinea il patron Gerardo Vacana – è tutto nella scelta dei premiati. Sono passati da qui i più grandi scrittori italiani, e tutti in qualche modo sono rimasti legati al territorio ed all’iniziative del Centro Studi Letterari che organizza l’evento”. E la conferma più autentica del prestigio dell’iniziativa la si trova sfogliando l’albo d’oro della manifestazione. Mario Luzi, Andrea Zanzotto, Edoardo Sanguineti, Tonino Guerra, Alessandro Parronchi, Maurizio Cucchi, Vivian Lamarque, Maria Luisa Spaziani, Giovanni Raboni, Luciano Erba, Jolanda Insana, Claudio Magris, Luigi Baldacci, Lorenzo Mondo, Evgenij Solonovich, Sergio Givone, Giuseppe Bonaviri, Alberto Bevilacqua, Giancarlo Giannini, Giorgio Albertazzi, Enzo Decaro, Enrico Lo Verso, Vincent Spano, Giuliana De Sio, Jacqueline Risset, Lina Sastri, Angela Luce etc. Domenica 1 ottobre, nel Teatro Comunale di Alvito, si è segnato un nuovo successo. Una sala gremita, alla presenza delle massime autorità ha applaudito i vincitori dell’edizione 2017: per la Poesia Melo Freni, con il volume Oltre il labirinto / Poesie 1965 – 2015 (Città del Sole, Reggio Calabria); per la Traduzione Poetica Giuseppe Santoliquido (Per la versione francese di Solstizio di De Libero); per la Saggistica Letteraria Raffaele Pellecchia (Per l’insieme della sua produzione); per la Saggistica Storica Angelo D’Orsi, con il testo 1917. L’anno della Rivoluzione (Laterza, Bari); per il Giornalismo Luciano Fontana Direttore de Il Corriere della Sera, Stefano De Angelis de Il Messaggero, Frosinone. Menzione speciale per la Sezione Teatro a Astrid Pinero Herrera. La giuria del “Val di Comino”, Presieduta da Giovanna Ioli, annovera Elio Gioanola e Gerardo Vacana. Il Premio “Val di Comino” dopo il recital poetico affidato a Dionisio Paglia, ha omaggiato i presenti con un concerto d’onore di Maristella Mariani – soprano, Nicola Fiorillo – violino e Michele D’Agostino – pianoforte.

 

2 ottobre 2017 0

Basket C Gold: La NB Sora stecca la prima contro Petriana Roma

Di redazionecassino1

I ragazzi di coach Ortenzi escono sconfitti, nella gara d’esordio del campionato di C Gold, contro la Petriana Roma, al termine di una partita intensa e mai noiosa che ha visto prevalere gli avversari sotto l’aspetto fisico e tecnico.

Per la gara d’apertura svoltasi nella meravigliosa cornice, organizzata dal Comitato Regionale in collaborazione con la società Smit Roma, del Tellene Carpoint Arena per l’Opening Weekend, il coach volsco si affida a Dell’uomo in cabina di regia, Berardi e il neo acquisto Cara sugli esterni e al duo Dulovic – Bulatovic nel pitturato.

L’inizio di gara è subito complicato per i volsci che, complice la tensione dell’esordio, si ritrovano subito sotto incapaci di reagire alla foga offensiva dei papalini. Bisogna aspettare il 5′ di gara per vedere il primo squillo dei sorani, che sono costretti a ricucire il parziale è di 12 – 2 maturato nelle prime battute di gara. A suonare la carica per i ragazzi della Petriana sotto la guida di coach Pazzi, è Ferrarese la spina sul fianco dei ciociari che  facendo coppia  con Ficini permetto alla Petriana di chiudere il primo quarto sul punteggio di 18-4.

Nel secondo quarto la Petriana prova a fare ancora la voce grossa e gli ospiti  ciociari con Radonjic ( buona la sua prestazione) provano a ricucire il divario maturato nel primo frangente di gara. A mettersi in mostra per i papalini sono Mouaha e soprattutto Fokou padroni del pitturato, portano i giallo-blu in vantaggio di 15 lunghezze (27-9) . Il coch sorano Ortenzi  fa  girare i suoi  nel trovare  l’assetto giusto nel contrastare le sfuriate papaline e con  Dulovic e Vona para i colpi  inferti da Ficini e compagni, chiudendo il primo tempo sul punteggio di 37 a 20. La tendenza del secondo quarto è confermata nella ripresa, nel terzo periodo, infatti, sono i ragazzi romani a tenere le redini del gioco. La pressione della difesa ospite sale e il Sora non riesce ad arginare il duo Mouaha – Fokou che fa valere la maggiore tecnicità rispetto ai lunghi avversari. I due lungi papalini mettono in difficoltà i ragazzi di coach Ortenzi. Non bastano  i canestri  di sia Radonjic che Dulovic a  cambiare l’inerzia della partita. La Petriana fortemente avvantaggiata  sotto il profilo fisico  allunga  ancora il suo vantaggio con Gasperini. Da parte biancoceleste, si vede in campo il cuore  e le buone giocate di Radonjic e Cara, che fanno si a recuperare un po’ di terreno, sfruttando il temporaneo calo dei  papalini, affacciandosi  all’ultimo periodo di gioco sul punteggio di 53 – 36.

Quanto visto nei precedenti minuti lascia ben sperare in casa NB 2000, ma gli ospiti non hanno fatto i conti con la voglia di vincere dei padroni di casa. I ragazzi di Ortenzi riescono a recuperare terreno arrivando  al -14 con Stirpe  e Vona. Ma  la Petriana  si risveglia  dal temporaneo appannamento e  Forgione risalgono la china ritornando  al gioco delle prime frazioni di gara, i ragazzi di coach Pazzi ritrovare la via del canestro e sul versante difensivo la stanchezza degli ospiti si fa sentire e si è incapace di reagire, l’unico squillo degli ospiti porta il nome di Vona e Suriano che  realizzano gli ultimi canestri dei bianco-celesti  chiudendo il mach sul punteggio di 76- 51.

Nonostante la sconfitta, la prestazione dei volsci lascia ben sperare per il proseguo del campionato. Campionato che vedrà, per tutti i tifosi della NB Sora 2000, l’esordio tra le mura amiche del PalaPanico, sabato prossimo alle ore 18.30, data in cui la NB Sora 2000 affronterà la Virtus Aprilia.

Petriana 76 – N.B. Sora 2000 51

Parziali: 18-4 / 19-16 / 16-16 / 23-15

Petriana: Battistini 0, Melillo 0, Ferrarese 13, Forgione 8, Ficini 15, Mouaha 12, Nero 4, De Franciscis 5, Araja 0, Gasperini 6, Rubinetti 2, Fokou 12; Coach: Pazzi

N.B. Sora 2000: Stirpe 8, Dell’Uomo 0, Santucci 0, Radonjic 9, Berardi 0, Vona 8, Suriano 5, Bulatovic 4, Cara 7, Dulovic 10; Coach: Ortenzi

2 ottobre 2017 0

Chiusaroli (FI): “Abbiamo il dovere di cambiare passo”

Di redazionecassino1

“Con l’operazione verità abbiamo fatto chiarezza sulla reale esposizione debitoria del comune di Cassino e abbiamo smascherato chi, per cinque e passa anni, ha mentito spudoratamente ai cittadini facendo credere di aver risanato le casse dell’ente. Niente di più falso.

Ora però occorre cambiare passo e cominciare a lavorare per riuscire a mettere in pratica il nostro programma elettorale. Nei limiti del possibile visto e considerate le condizioni dell’ente. Ci sono progetti da portare avanti e che possono permettere l’attivazione di nuovi processi di crescita e sviluppo per Cassino”. Lo ha dichiarato il consigliere comunale e capo gruppo di Forza Italia, Rossella Chiusaroli.

“E’ palese che non basta, per saper amministrare, addossare le colpe a chi ci ha preceduto, è palese però che le colpe dell’amministrazione Petrarcone sono evidenti. Abbiamo perso cinque anni si, ma ora c’è bisogno di una svolta. Dobbiamo essere bravi a metterci di impegno per trovare delle soluzioni economiche per riuscire ad attuare il nostro programma elettorale. A breve partiranno i lavori per quanto concerne la Rotatoria Via Di Biasio/Viale Bonomi nei pressi del San Raffaele e ci stiamo adoperando per riuscire, entro breve tempo, per riuscire a restituire, anche dal punto di vista strutturale, Piazza Labriola alla città di Cassino dopo aver riqualificato già molte aree della città, come ad esempio Piazza De Gasperi, Piazza Toti e Piazza XIV febbraio.

Il gruppo di Forza Italia è unito e coeso e vuole guidare questo cambio di marcia dell’amministrazione D’Alessandro.

Abbiamo un ruolo fondamentale nella gestione politico amministrativa della città di Cassino. Non possiamo quindi rimanere inermi a guardare una disastrosa situazione finanziaria. Si deve lavorare e crescere e come primo movimento politico di questa amministrazione di centro destra ed è evidente che noi dobbiamo svolgere un ruolo importante per stimolare determinati processi”. Ha concluso il consigliere comunale e capo gruppo di Forza Italia, Rossella Chiusaroli.

 

2 ottobre 2017 0

Premio “Un autore da riscoprire” a Evelyn De Luca, del liceo scientifico statale “L. B. Alberti” di Minturno

Di redazionecassino1

Cassino – Si chiama Evelyn De Luca, ha 18 anni ed è lei la vincitrice dell’edizione 2017 del concorso letterario “Un autore da riscoprire” promosso dal Liceo Classico G. Carducci di Cassino e sostenuto, anche quest’anno, dalla Banca Popolare del Cassinate. Il premio è giunto quest’anno alla sua XI edizione e ogni anno vede la partecipazione di molti studenti delle ultime classi, selezionati fra gli istituti liceali della regione. Quest’anno il concorso è stato dedicato a Elsa Morante. La giovane studentessa del liceo scientifico statale “L. B. Alberti” di Minturno, accompagnata dalla preside del Liceo Carducci, la professoressa Filomena De Vincenzo, è stata ricevuta nel Palazzo di piazza Diaz della Banca Popolare del Cassinate, sede della Presidenza e della Direzione generale, rinnovando la tradizione che, da anni, vede l’assegnazione del premio consistente in una carta ricaricabile del valore di cinquecento euro , da parte dell’Istituto di Credito, al vincitore del concorso. Alla vincitrice del premio sono state regalte, dal presidente della Banca Popolare del Cassinate, Donato Formisano, alcune pubblicazioni e alcuni volumi, molti dei quali scritti da autori che sono stati ospiti nell’ambito della rassegna letteraria “Bpc Incontra”.

2 ottobre 2017 0

Weekend di controlli per la Polizia Stradale contro l’uso di alcool e droghe alla guida

Di redazionecassino1

Frosinone – Nella notte dello scorso weekend gli agenti della Polizia Stradale di Frosinone hanno svolto uno specifico servizio di prevenzione  e contrasto alla guida in stato di ebbrezza alcolica e sotto l’influenza di sostanze stupefacenti o psicotrope.

I controlli sono stati effettuati nei pressi del  chilometro 5+900 della S.R. 156 dei Monti Lepini, arteria stradale interessata sempre da traffico intenso.

Nel corso dell’ attività sono stati controllati 54 utenti,  di cui 3  contravvenzionati in quanto  trovati  alla guida in stato di ebbrezza.

Un veicolo è stato sottoposto a  sequestro amministrativo, mentre sono state ritirate   4  patenti  ed 1 carta di circolazione,  per un totale di 40 punti decurtati.

La Polizia di Stato invita a riflettere  sul reale pericolo, troppo  spesso sottovalutato, soprattutto dai giovani, che si corre nel mettersi alla guida sotto l’effetto di alcol o droghe  e del reale rischio a cui si espone la propria vita e quella degli altri.

L’alcol e gli stupefacenti infatti  vengono annoverati tra le sostanze “psicoattive”, in grado cioè di alterare le funzioni neuro-psichiche della persona, quindi la capacità di concentrazione, la capacità di attenzione e i tempi di reazione.

2 ottobre 2017 0

La BPC Virtus Cassino cede di misura in casa della fortissima Valmontone

Di redazionecassino1

Inizio con sconfitta per la BPC Virtus Cassino nel campionato nazionale di Serie B, 2017-18 , che cede di misura sul parquet della Virtus Valmontone. Era la terza volta nella storia della giovane società cassinate che il team di punta rossoblù scendeva sul campo dei romani. Nelle altre due apparizioni, 2013-14 e 2016-17, i cassinati si erano imposti. Stavolta invece hanno dovuto cedere l’onore delle armi alla truppa guidata da Donato Avenia.

“Devo dire che mi aspettavo di peggio” esordisce il DS della Virtus Cassino, il dott. Leonardo Manzari“di fronte avevamo una formazione molto esperta. Si perché, al di là delle parole, bisogna poi vedere chi scende realmente sul parquet e giocatori forti ed esperti come Bisconti, Ferraro, Rischia e Pierangeli farebbero le fortune di qualunque team in questa categoria. Per cui dire che siamo scesi sul parquet di una formazione piena di giovani non corrisponde al vero. Anche noi abbiamo giovani in formazione e se vogliamo verificare il minutaggio di utilizzo di questi ultimi allora dovremmo tutti riconsiderare molte cose. Al di là di tutto la nostra formazione ha giocato bene. Panzini per me è stato il migliore in campo, peccato che noi si sia stato in serata no al tiro. Infatti se tiri 37 volte da oltre l’arco dei tre punti, spesso con i piedi a terra e con vantaggi innegabili e fai canestro in sole 8 occasioni per il 22% di media realizzativa e perdi solo di tre punti hai fatto un capolavoro, ripeto, di fronte a questo tipo di avversari esperti, solidi e ben allenati. Ma ad ogni modo andiamo avanti e pensiamo già alla prossima partita che ci vedrà impegnati contro una tostissima Catanzaro (al PalaVirtus di Cassino, sabato 7 ottobre alle ore 18.00, ndr)” continua il DS dei cassinati.

Alla domanda poi sulle assenze “Non voglio rispondere, non abbiamo bisogno di questo tipo di alibi per giustificare una sconfitta come questa” afferma Manzari.

Il dato innegabile come ha sottolineato il dirigente cassinate è tutto lì nelle percentuali realizzative.

La BPC Virtus Cassino ha fatto ricorso al tiro da tre per ben 37 volte a fronte delle 12 volte della Virtus bianconera padrona di casa. Le percentuali realizzative sono state mostruosamente a favore del team padrone di casa, 33 a 22.

5 rimbalzi in più in totale per i padroni di casa 32 a 27 “Quindi non un abisso direi, avrebbero dovuto schiacciarci lì si pronosticava” afferma nuovamente il DS delle “V” rossoblù “ed oggettivamente non mi sembra che ciò sia avvenuto. Chapeau alla prestazione di un grandissimo giocatore quale è Bisconti. Un pivot di questa esperienza e di queste dimensioni si fa sentire. Un giocatore di questa qualità si fa apprezzare. Da amante di questo sport ne ho apprezzato i movimenti e la sagacia tattica sotto rimbalzo anche se ha utilizzato poco il pick’n’roll mi sembra. Devo poi fare i complimenti a Simone Rischia che ha dettato come suo solito i tempi ed i ritmi della formazione avversaria. Un giocatore maturo, il quale utilizzato per 30 minuti è stato in grado di alternare giocate dal perimetro a penetrazioni decisive. Comunque adesso ripeto dovremo concentrarci sul prossimo match. Voltiamo pagina” le parole di un fiume in piena, il direttore sportivo dei benedettini.

La partenza di Valmontone è di quelle vere. La formazione di casa è assolutamente concentrata. Svagata e poco attenta quella degli ospiti. Dapprima Rischia e poi Bisconti mettono subito il marchio al match. Il pivot padrone di casa sfrutta fin da subito i suoi centimetri ma anche i pochi aiuti dei piccoli cassinati, prima che l’ex Palestrina metta a segno ben 7 punti di seguito, 13 a 5 al quarto minuto per indurre Vettese a chiedere timeout.

Dopo la sospensione Cassino esce benissimo dalla panchina con due azioni ben congegnate con Cena e Sergio. I cassinati sembrano aver registrato la difesa e tornano e tornano a -2 grazie alla bomba di Sergio che però commette il secondo fallo e deve limitare l’aggressività su Bisconti, il quale scrive il 22-15 con cui si va alla prima pausa.

I padroni di casa toccano il +9 in apertura di secondo quarto ma Cassino a questo punto cambia l’inerzia della gara grazie alle giocate di Petrucci e all’assetto con quattro piccoli mentre in cabina di regia c’è il giovanissimo Di Poce. Importante anche il contributo di Di Poce in uscita dalla panchina per una Virtus che prova la fuga, stoppata da una tripla di Rischia e dal solito Bisconti prima dell’intervallo lungo. Cassinati però sempre in vantaggio 41 a 38.

Nel secondo tempo la partita si fa più maschia. Si devono registrare diverse infrazioni e fra tecnici e antisportivi pensare a fare canestro diventa davvero difficile anche perché la coppia arbitrale non appare troppo sicura nella gestione dell’incontro. Pietrangeli e Mathlouthi riportano avanti Valmontone mentre Bisconti viene graziato dopo essere venuto a contatto con Panzini. Sergio deve uscire dopo aver commesso il quarto fallo ma Cassino non sbanda grazie alla classe di Carrizo: 55-56 al 30’.

Tanta intensità e pochi canestri anche nel quarto periodo ma i cm di Bisconti continuano a fare la differenza e portano Valmontone sul +5 a metà frazione. Cassino prova a scuotersi con due palle rubate consecutive ma non segna mai contro la difesa schierata, così Valmontone allunga sul +7 a 3′ dalla fine. Cena spaventa i padroni di casa con la tripla del -4 ma nel finale i padroni di casa sono implacabili dalla lunetta e portano a casa la prima vittoria stagionale.

 

Virtus Valmontone – BPC Virtus Cassino 73-70

Parziali : 22-15, 16-26, 17-15, 18-14

Virtus Valmontone: Bisconti 26 (10/16, 0/1), Rischia 17 (4/8, 2/4), Pierangeli 13 (1/3, 2/3), Ferraro 7 (2/5, 0/2), Mathlouthi 4 (2/4, 0/0), Di Francesco 4 (2/3, 0/1), Gentili 2 (0/1, 0/1), Ugolini 0 (0/0, 0/0), Scodavolpe 0 (0/0, 0/0), Misolic 0 (0/0, 0/0), Aatata 0 (0/0, 0/0) All. Avenia

Tiri liberi: 19 / 25 – Rimbalzi: 32 5 + 27 (Pierangeli 7) – Assist: 12 (Mathlouthi 3)

BPC Virtus Cassino: Nicolò Petrucci 25 (6/8, 3/13), Enzo Cena 13 (2/4, 2/8), Maurizio Del testa 7 (0/2, 2/5), Biagio Sergio 7 (2/4, 1/2), Manuel Carrizo 6 (3/4, 0/3), Giuseppe Di Poce 6 (1/1, 0/1), Lorenzo Panzini 4 (1/3, 0/4), Fabrizio De Ninno 2 (1/1, 0/1), Robert Banach 0 (0/0, 0/0), Fabio Guglielmo 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 14 / 20 – Rimbalzi: 27 7 + 20 (Enzo Cena 10) – Assist: 7 (Manuel Carrizo 3) All. Vettese

2 ottobre 2017 0

Primi incontri nei tornei Eccellenza e Promozione e primi verdetti

Di redazionecassino1

Prima giornata di campionato Csi di calcio a 11. L’attesa finalmente è finita, la ventitreesima edizione del Campionato di calcio a 11, è iniziato nello scorso weekend, pronto a regalare alla storia locale di questo straordinario sport altre pagine gloriose, nuovi ed eccitanti momenti di passione e agonismo. I fischietti degli arbitri hanno risuonato sui campi di calcio di tutto il territorio sabato. Due i gironi suddivisi fra Eccellenza e Promozione con quindici formazioni per ciascun torneo. Nello scorso weekend i primi incontri ed i primi verdetti. In “Eccellenza” sei vittorie e due pareggi. Sei le formazioni a guidare la classifica, dopo la prima delle quindici giornate del turno di andata, e due pareggi. Da segnalare la vittoria 4 a 1 di Ducato Sora su DS Dodici. Successo anche per l’altra formazione volsca, Canceglie Sora, che sul terreno di San Giorgio infligge un 1 a 3 ai padroni di casa. Pareggio a reti inviolate nel primo derby della stagione fra Cervaro 2012 e Sordella Calcio. Una prima di campionato caratterizzata sostanzialmente da tre vittorie esterne. È sicuramente presto per delineare il quadro dell’andamento del torneo, un dato che non può essere sottovalutato è rappresentato dal numero di reti messe a segno, ben 19, che rappresenta sicuramente il biglietto da visita per un torneo agguerrito e pieno di sorprese. In “Promozione” sei le vittorie ed un pareggio. Due i successi esterni; Collecedro, 0 a 4, su Belmonte e Janula CFC, 2 a 4, Real Castelnuovo. Vince anche Drink Team Duff, 3 a 0, su Amatori Castelnuovo.

F.Pensabene