Black Saturday per la NB Sora 2000 a Riano

Black Saturday per la NB Sora 2000 a Riano

27 novembre 2017 0 Di redazionecassino1

Sabato nero per la NB Sora 2000. Sconfitta a Riano dalla sfida chiave con la Pall. Lazio alla ricerca di punti importanti per allontanarsi la zona calda della classifica.

Con il punteggio di 84 a 72 i volsci rientrano a Sora con l’amarezza di non poter contare, ancora una volta, di due pedine fondamentali per le rotazioni, ancora più ristrette a disposizione di coach Ortenzi, visto anche l’assenza  di Cara proiettato a rivestire una nuova casacca. Ad ogni modo, come dimostrato già contro Frassati, è una Sora in crescita quelle delle ultime settimane, che contro la Lazio prova a mettersi alle spalle un inizio di stagione difficile, in cui le buone prestazioni, comunque non sono di certo mancate.

Il Sora parte bene, Stirpe e compagni mostrano buona concentrazione nelle battute iniziali, prendendo subito in mano le redini della sfida. Positivo l’approccio alla gara di Hussin, con coach Bocci costretto al timeout dopo neanche 3′ di gioco (4-8). Al rientro, però, è una Lazio trasformata, con locali che ribaltano il punteggio con estrema facilità. Merito innanzitutto di un Milazzo convinto e convincente, lucido nell’attaccare il ferro anche col gioco spalle a canestro, sfruttando al meglio i pochi chili di vantaggio su Stirpe. Carletti e Grilli con inezia portano la Lazio a chiudere con un nutrito gruzzoletto di punti 15-2 il parziale che rende obbligatoria la sospensione di Ortenzi. Il primo quarto si chiude sul punteggio di 26-17.

Secondo quarto invariato rispetto al primo con la Lazio che ha buonissime percentuali realizzative che li porta a raggiungere il +13 con il duo Giuliano- Reale. Gli ospiti ciociari si affidano alle giocate di Stirpe, mentre la difesa, distratta regala punti preziosi ai locali che rimangono in doppia cifra. Nella meta di frazione il Sora con Vona e Jancic trovano la via del canestro riportando gli ospiti a galla (43-30 al 16’). Il periodo scivola via senza colpi a sorpresa con i padroni di casa forti a gestire la gara andando al riposo lungo sul punteggio di 50 a 37.

La ripresa si apre nuovamente con i padroni di casa a segno senza modificare la dinamica della gara con il massimo vantaggio biancoceleste +17 (57-40), ma il Sora finalmente manda qualche segnale di ripresa, cercando di rimettere sui binari giusti una sfida che sembrava ormai quasi scivolata via. Grandi protagonisti, neanche a dirlo, Stirpe e Hussin, anche se in realtà è la zona 2-3 ordinata da Ortenzi a sconvolgere la strategia della Lazio, che s’incartarsi più da sola che per merito degli avversari. Il risultato, in effetti, è un 1-10 di parziale che riapre la sfida, con coach Bocci, un po’ preoccupato, a fermare il cronometro ed abbassare ulteriormente il quintetto (58-50). Dopo il timeout il digiuno dei padroni di casa continua, quindi i volsci ne approfittano accorciando ulteriormente la distanza, il -2 (59-57) ne è la prova e fissa, con Hussin, la fine del terzo quarto.

Ultimo quarto inizia con una Lazio determinata, Reali e Sabatini sono gli artefici di un’ allungo nei confronti dei sorani che non riescono a tamponare, grazie soprattutto alle innumerevoli sbavature dei ragazzi di Ortenzi (63-57). I padroni di casa allungano il distacco portandosi sul +12 con un Carletti e Sabattini preziosi nella minuziosa rimonta locale. I volsci non si arrendono e con Stirpe provano a ricucire lo strappo, strappo che nuovamente si allunga con Galli che porta i suoi al +13 (77-64). Il Sora oramai scarico fisicamente ma soprattutto mentalmente non ha piu i mezzi e le strategie giuste per fare lo sgambetto ad una Lazio molto determinata a portare a casa la vittoria (84-72).I Volsci escono col morale sotto i tacchi da Riano, dimostrando tutta la loro inesperienza e la mancanza di un paio di tasselli (sia sugli esterni che tra i lunghi) difficili da sopperire, soprattutto se Stripe non si mette a fare il fenomeno. Ovviamente nulla è perduto, ma Ortenzi per primo spera che Roljic e Dulovic tornino al più presto in campo, anche perché il morale, ed è normale, inizia a livellarsi pericolosamente verso la sfiducia.

Lazio Pall. Riano 84 – N.B. Sora 2000 72

Parziali: 26-17 / 24-20 / 9-20 / 25-15
Lazio Pall. Riano: Torresani 2, D’Uva 0, Grilli 7, Cipriani 5, Milazzo 12, Carletti 7, Galli A. 5, Sabattini 8, Testi 0, Baldoni 6, Giuliano 12, Reali 20; Coach: Bocci
N.B. Sora 2000: Stirpe 18, Santucci n.e., Castellucci 0, Alonzi n.e., Favari 0, Radonjic 5, Berardi 5, Vona 6, Jancic 10, Di Prospero 4, Bulatovic 2, Hussin 22; Coach: Ortenzi. Ass. Berardi.