Giorno: 4 dicembre 2017

4 dicembre 2017 0

In Vespa da Artena a Campo Staffi di Filettino sfidando il freddo e la neve

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

FILETTINO –  Da Artena fino a Campo Staffi di Filettino, in sella alle loro Vespe 125, nonostante la temperatura glaciale e la neve. Sono i temerari del Vespa Club Artena che ieri mattina ha portato fino a quota 1500 metri sul livello del mare, una squadra di circa 25 “vespisti”. A mezzogiorno circa, si sono ritrovati su un tornante della Provinciale 30, quella che da Filettino si inerpica fino agli impianti sciistici di Campo Staffi, fermandosi solamente quando la percorribilità della strada era impossibile anche per le auto senza pneumatici da neve. Vederli salire sfidando le lastre di ghiaccio metteva i brivi ma con esperienza riuscivano a rimanere in sella. Poi sono scesi a Filettino per il pranzo per poi fare ritorno ad Artena.

Ermanno Amedei

4 dicembre 2017 0

Vigili del fuoco festeggiano Santa Barbara cercando l’anziano scomparso ad Alatri

Di admin

FROSINONE –  Vigili del fuoco in festa oggi per la loro santa protettrice: Santa Barbara. Invocata nei momenti di difficoltà dai soccorritori per eccellenza, la martire cristiana risalente al VI/VII secolo si festeggia il 4 dicembre e vede la messa celebrata in ogni presidio o distaccamento dei vigili del fuoco.

Frosinone non ha fatto eccezione e a orari diversi si sono svolte le cerimonie al comando provinciale di Frosinone dove il comandante provinciale Fabio Cuzzocrea ha accolto le autorità.

Poi ha presenziato alla cerimonia al distaccamento di Cassino officiata da Don Fortunato Tamburrini alla quale hanno partecipato le famiglie dei vigili (nelle foto), passando a salutare i suoi uomini dovunque fossero al lavoro ed in particolare ad Alatri dove una squadra di ricerca è sulle tracce di Vincenzo Frasca, l’82enne disperso dal 28 novembre. Alcuni lo avrebbero visto aggirarsi per la zona ma senza riuscire a fermarlo. Si teme che le rigide temperature notturne possano essergli fatali.

Ermanno Amedei

4 dicembre 2017 0

Tenta di rubare attrezzi da lavoro scoperto dal proprietario, nella fuga lo ferisce. Denunciato dai carabinieri un 47enne

Di redazionecassino1

 Ceccano –  I militari della locale Stazione, deferivano in stato di libertà per “rapina impropria”, lesioni e porto abusivo di arma da taglio” un 47enne del luogo, già censito per reati contro la persona, il patrimonio e in materia di stupefacenti. L’uomo, dopo aver asportato attrezzi da lavoro presso una rimessa agricola, veniva sorpreso dal proprietario ed alcuni vicini attratti dai rumori che lo inseguivano per un breve tratto. Una volta raggiunto, al fine di assicurarsi la fuga, abbandonava la refurtiva e colpiva con un taglierino l’avambraccio di uno dei presenti, dileguandosi.  I militari giunti sul posto, raccoglievano inconfutabili elementi utili all’identificazione, ponendosi immediatamente alla sua ricerca che dava però esito negativo. La refurtiva veniva restituita al legittimo proprietario mentre il taglierino sequestrato. La persona ferita, visitata presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale di Frosinone, veniva dimessa con alcuni giorni di prognosi per lievi lesioni.  Il soggetto, ancora attivamente ricercato, oltre a rispondere delle sue azioni, verrà proposto anche per l’applicazione di una ulteriore misura di prevenzione.

4 dicembre 2017 0

Fuggono all’Alt dei carabinieri, arrestato un 43enne ed espulsa una donna rumena

Di redazionecassino1

Cassino – Poseguono i servizi di prevenzione e controllo, attuati dal Comando Compagnia di Cassino, sotto il coordinamento del superiore Comando Provinciale di Frosinone, al fine di imprimere una più incisiva ed efficace azione preventiva e repressiva nel contrasto dei reati in genere. Sono stati incrementati, in particolar modo, i servizi di vigilanza tesi alla captazione di soggetti di interesse operativo che si aggirano per i centri abitati e zone periferiche dei comuni di questa giurisdizione. In tale contesto in Atina, i militari della Stazione di Picinisco, collaborati da quelli di S. Elia Fiumerapido  e Piedimonte S. Germano, traevano in arresto nella flagranza dei reati di “resistenza, oltraggio, violenza e lesioni a P.U.”  P.G.,  43enne campano, già censito per i reati di ricettazione e uso di atti falsi.  Il suddetto alla guida di una Fiat Punto, in quella Località “Colle Alto”, con a bordo una giovane di nazionalità romena, anch’essa domiciliata in provincia di Caserta, non si fermava all’alt impostogli dai militari operanti intenti ad effettuare un posto di controllo alla circolazione stradale, accennando inizialmente ad arrestare la marcia e poi repentinamente accelerava dandosi alla fuga. I militari operanti, si ponevano immediatamente all’inseguimento dell’autovettura attraversando i comuni di Atina, Belmonte Castello e percorrendo la SS 509 Sora – Cassino, direzione Cassino. Giunti all’altezza dello svincolo per S. Elia Fiumerapido, le pattuglie intervenute riuscivano ad accostarsi alla Fiat Punto che, invece di fermarsi, inseriva la retromarcia tentando una ulteriore fuga, impedita poi sulla SS 509. Alla richiesta di scendere, l’uomo si rifiutava, restando aggrappato tenacemente al volante,  aiutato nella circostanza anche dalla donna trasportata che lo tratteneva. Dopo alcuni minuti dall’apertura della portiera del lato passeggero, i militari riuscivano a divincolare l’uomo facendolo scendere. Durante tale operazione l’uomo nel tentativo di richiudere la portiera colpiva uno dei militari al ginocchio destro. Dal controllo effettuato, l’autovettura risultava essere sottoposta a sequestro amministrativo per infrazione dell’art. 193 C.D.S., mentre il 43enne risultava essere possessore di patente di guida scaduta nel 2012 e mai rinnovata. Per i fatti accaduti, il 43enne veniva dichiarato in stato di arresto ed inoltre  proposto per l’irrogazione del il Foglio di Via Obbligatorio con divieto di ritorno in quel Comune  per anni tre. L’autovettura veniva sottoposta a sequestro amministrativo per la confisca, essendo già stata sottoposta a ulteriore fermo amministrativo, operato da altro Comando Arma. L’arrestato, ad espletate formalità di rito, veniva ristretto presso la camera di sicurezza di quel Comando Compagnia in attesa del giudizio per direttissima.

4 dicembre 2017 0

Non si fermano all’Alt dei carabinieri, fuggono, inseguiti dai miltari, finiscono in manette

Di redazionecassino1

Ferentino – I militari della locale Stazione, coadiuvati da quelli del NORM della Compagnia di Anagni, delle Stazioni  di Sgurgola e Supino, nonché da aeromobile di Pratica di Mare,  al termine di mirato servizio, traevano in arresto per “porto e detenzione di strumenti atti ad offendere, detenzione illecita di sostanze stupefacenti, violenza e resistenza aggravata a Pubblico Ufficiale e lesioni personali” G.P., 33enne del luogo,  già censito per reati ambientali e F.M.D.,  43enne di Reggio Calabria, già censito per reati associativi, contro la persona, il patrimonio e misure di prevenzione. I militari della Stazione di Ferentino, impegnati in un controllo della circolazione stradale, intimavano l’alt all’autovettura Fiat 500X con a bordo 2 persone,  di cui una riconosciuta nel predetto 33enne che, allo scopo di sottrarsi all’accertamento, effettuava una rapida inversione di marcia allontanandosi dal posto a velocità elevata. Immediatamente inseguiti e raggiunti dalla pattuglia, il veicolo in fuga invece di fermarsi tentava di speronare l’auto militare che era costretta ad invadere la corsia opposta, al momento deserta, arrestandosi ai bordi della scarpata delimitante la sede stradale, mentre i fuggitivi riuscivano momentaneamente a far perdere le proprie tracce. La Centrale Operativa del Comando Provinciale di Frosinone, allertata dagli operanti, inviava in ausilio le pattuglie del NORM della Compagnia di Anagni, delle Stazioni di Sgurgola e Supino, nonché  l’elicottero del Nucleo Raggruppamento CC Aeromobili di Pratica di Mare. L’autovettura veniva rintracciata presso abitazione del citato 33enne che, al fine di evitare l’identificazione del complice e della perquisizione domiciliare, opponeva resistenza all’ingresso dei militari all’interno del proprio appartamento. Una volta dentro i  militari venivano minacciati dal 33enne con una rivoltella cal. 38 special, risultata carica e pronta all’uso, che lo stesso prelevava repentinamente dalla camera da letto e la  puntava contro gli operanti i quali, dopo colluttazione, riuscivano a disarmarlo. Nella circostanza il complice, approfittando della situazione, fuggito da una finestra nel tentativo di dileguarsi veniva prontamente inseguito e bloccato. Nel corso della perquisizione, oltre alla rivoltella, veniva rinvenuto un  fucile sovrapposto cal.12,  un pugnale di genere proibito, ulteriori 9 cartucce cal.38s, 221 cartucce da caccia cal.12 a pallini, una cartuccia cal.7.65, grammi 50,00 di sostanza stupefacente del tipo “cocaina” ed un involucro contenente residui di “marjuana”, il tutto sottoposto a sequestro.

4 dicembre 2017 0

La polizia con genitori e docenti per dire NO al cyberbullismo

Di redazionecassino1

Frosinone – Prevenire ogni forma di comportamento deviante nei giovani è l’obiettivo prioritario della Polizia di Stato: interessati studenti, genitori e docenti.  In quest’ottica il Direttore Tecnico Capo Psicologo dr.ssa Cristina Pagliarosi della Questura ed il Responsabile della Sezione Polizia Postale e delle Comunicazioni di Frosinone Sost. Comm. Tiziana Belli, nel tour informativo che sta interessando l’intera provincia, con professionalità ed esperienza, forniscono un valido contributo con la campagna di sensibilizzazione contro ogni forma di comportamento prevaricante.

L’intervento è ampio raggio: nel progetto sono coinvolti non soltanto i giovani studenti, ma anche genitori e docenti.

Nell’ultima “tappa” , i “grandi” interessati sono dell’Istituto Comprensivo II di Frosinone, dove è stato analizzato in modo particolare il cyberbullismo.

Gli adulti hanno, infatti, il compito ed il dovere di non minimizzare o sottovalutare i segnali di questo fenomeno, ma di riconoscerne e demonizzarne gli atti.

Bisogna saper individuare i primi campanelli di allarme e per far ciò la figura genitoriale e docente deve porsi in modo empatico nei confronti dei giovani, accompagnandoli in modo protetto nel loro percorso di crescita.

 

4 dicembre 2017 0

La Polizia denuncia un 44enne inottemperante alla Sorveglianza Speciale

Di redazionecassino1

Frosinone – Nel corso dei controlli, ulteriormente incrementati nel fine settimana, la Squadra Volante della Questura denuncia un 44enne inottemperante alla Sorveglianza Speciale. La Squadra Volante della Questura, nel fine settimana, ha ulteriormente incrementato i controlli presso le abitazioni dei soggetti sottoposti agli arresti domiciliari – controllate 28 persone – ed alla Sorveglianza Speciale, con un denunciato. L’uomo, un 44enne del capoluogo, è risultato inottemperante al provvedimento di non allontanarsi dall’ abitazione nella fascia oraria 19.00 – 7.00. Scatta la denuncia.

 

 

 

4 dicembre 2017 0

Studiare in Europa, cresce la scelta per una laurea in un Paese diverso dall’Italia

Di redazione

REDAZIONALE – Quando si tratta di investire sul proprio futuro professionale, il peso di una scelta non è mai lieve e il timore di affrontare un percorso che poi non possa rivelarsi come le attese e le speranze inizialmente maturate, inducono gli studenti ad attente riflessioni. Si cercano e si ascoltano esperienze di altri amici o colleghi, si naviga con attenzione nel mare di proposte, accompagnati da un grande desiderio di affermazione, che non sia precaria ma solida. È il caso di chi si accinge a scegliere un percorso di formazione universitaria. Studenti giovanissimi, ma non solo, pronti ad investire su se stessi anche con la valigia in mano. In Italia, nonostante il panorama delle Università sia vastissimo, è in crescita il numero di coloro che si spostano in altri Paesi europei per conseguire una laurea. A muovere questa decisione molteplici motivazioni. Nei paesi dell’Est, con forte riferimento alle università della Romania, vengono offerte delle condizioni estremamente favorevoli ed il costo della vita è sensibilmente più basso rispetto ad altri contesti. I poli universitari rumeni sono davvero moltissimi e gli spazi per studenti italiani non sono assolutamente limitati, ma anche in forte crescita e diffusione. A spingere coloro che intendano conseguire una laurea o anche specializzazioni post universitarie verso i centri della Romania anche un ulteriore elemento, non da poco: la possibilità di studiare in un contesto internazionale. L’esperienza in un Paese estero è già di per sé formativa e si tratta di un’ occasione di crescita comunque da non sottovalutare. I vantaggi partono dalla possibilità di apprendere una nuova lingua, usi e costumi, tradizioni di un paese differente dal proprio, ma anche mettersi alla prova di fronte a sfide del tutto nuove. E non ultimo confrontarsi con realtà lontane da casa. L’equipollenza dei titoli e delle professioni tra gli dell’Unione Europea come stabilito dalla “Convenzione sul riconoscimento dei titoli di studio relativi all’insegnamento superiore nella Regione europea”, nota come Convenzione di Lisbona, con ratifica italiana,  offre gli strumenti ulteriori per tornare poi in Italia ad esercitare la professione o a cercare semplicemente un’omologazione grazie ad un sistema normativo all’avanguardia ormai.

Fra i corsi di laurea più gettonati figurano quelli di Odontoiatria, Medicina, Farmacia, Scienze infermieristiche, Ostetricia, Fisioterapia e Radiologia. Ricordiamo si tratta di studi che formano figure professionali altamente richieste dal mondo del lavoro. Ma il paniere di offerta formativa è decisamente ampio con possibilità di conseguire anche altre lauree.

Cliccando ad esempio sul sito universitaromania.eu saranno visibili numerose informazioni per capirne di più sul mondo della formazione universitaria in Romania anche in considerazione del rapporto di partnership con le università del posto.

Oltre ai corsi di laurea vengono spiegate  dal team di esperti e consulenti la durata dei corsi e le modalità per accedere alle Specializzazioni in Medicina per esempio, con la programmazione di date entro le quali presentare richiesta di iscrizione.

Uno degli appuntamenti per il nuovo anno accademico è ad esempio  la tappa di iscrizione per i corsi di odontoiatria, della durata di 6 anni o fisioterapia della durata di 3 anni; il termine ultimo è il 30 marzo; si tratta di corsi creati appositamente per studenti italiani.

Molto richiesta, tra l’altro, anche la formazione per ottenere l’abilitazione all’insegnamento, unica via per avvicinarsi al posto di ruolo in ambito scolastico e quindi stabilizzazione.

Chi sceglie di studiare all’estero è sempre alla richiesta di un servizio di orientamento non solo per la scelta dell’università, ma anche per gli aspetti burocratici. Su universitaromania.eu è possibile trovare anche note di chiarimento su questo fronte.

A questo punto non resta che decidere cosa fare del proprio futuro e soprattutto, fatto più importante, con piena consapevolezza del ventaglio di scelte; sul sito universitaromania.eu si possono chiedere tutte le informazioni mediante il form dei contatti presente su questa pagina: http://www.universitaromania.eu/contattaci/

4 dicembre 2017 0

Terremoto, la neve e le scosse tornano ad Amatrice

Di admin

AMATRICE – Una forte scossa di terremoto è stata registrata questa notte tra le province di Rieti e L’aquila con epicentro tra i comuni di Amatrice, Accumoli e Campotosto. La zona, che ieri ha visto la neve cadere per tutto il giorno lasciando un manto di circa 5 centimetri, questa notte a mezzanotte e 34 minuti, ha tremato con una magnitudo di 4.2. Gli abitanti di Amatrice, la maggior parte abitano nei moduli abitativi, sono stati svegliati ma senza nessun danno.

I dipartimento di protezione civile ha emesso una comunicazione nella quale si legge: “A seguito dell’ evento sismico registrato dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, tra le province di Rieti e L’Aquila, alle ore 00.34 con magnitudo 4.2, la Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile si è messa in contatto con le strutture locali del Sistema nazionale di protezione civile.  Dalle verifiche effettuate, l’evento – con epicentro tra i comuni Amatrice (RI), Accumoli (RI) e Campotosto (AQ) – è risultato avvertito dalla popolazione, ma non sono stati segnalati al momento danni a persone o cose”.

Ermanno Amedei

4 dicembre 2017 0

NB SORA 2000 ennesima sconfitta casalinga!

Di redazionecassino1

Non fa più notizia l’ennesima sconfitta casalinga della N.B. Sora 2000 Alpo: stavolta a far festa in terra volsca è la Smit Roma che coglie proprio a Sora la quinta vittoria stagionale (57-73) dopo la sconfitta casalinga con il San Paolo Ostiense del turno precedente. Successo meritato per capitolini che sfruttano al meglio il nuovo inserimento avvenuto in settimana: la lunga Silvia Sarni si è presentata con 19 punti e 24 di valutazione. Curioso il fatto che le ospiti siano andate a segno esclusivamente con le 5 del quintetto, mentre dalla panchina sono arrivati zero punti. L’Alpo Basket paga la cattiva serata al tiro (33% da due e 18% da tre), ma soprattutto la condizione mentale che, in casa, sembra essere diventata uno scoglio insuperabile: troppa tensione, troppa paura per le biancoblù che hanno vinto soltanto due volte tra le mura amiche, a fronte di 6 sconfitte. Per fortuna domenica prossima si torna a giocare in trasferta, anche se su un campo difficilissimo, quello di Crema, rimasta ormai l’unica inseguitrice diretta dell’imbattuta Broni.

Riparte da Sora la rincorsa ai playoff di una buona Smit, corsara al PalaPanico al termine di una sfida praticamente sempre condotta, seppure lo strappo decisivo sia arrivato soltanto nei minuti finali.  Ad ogni modo, al netto di una prestazione un po’ a corrente alterna, ha di che sorridere la truppa di Marotta, che con la contemporanea sconfitta del Vis Nova aggancia addirittura il 10º posto, rendendo ancor più bella una prima parte di stagione fatta di tanti alti e pochi bassi. Ultima a farne le spese, come anticipato, la Nuova Basket di coach Ortenzi, che dopo un primo tempo tutto sommato confortante è andata via via spegnendosi, crollando del tutto a partita già abbondantemente compromessa. Merito di una Smit solida e piuttosto in controllo, che pur dovendo fare a meno del miglior Gai, limitato, almeno in parte, dal trattamento speciale pensato da Ortenzi, ha saputo trovare strade alternative per giungere alla vittoria, mantenendo comunque la solita identità difensiva. Così, come non accadeva da qualche settimana, sono toccati a Ligas i panni del primo violino, anche se la chiave di volta è stata tutta nella superiorità ospite nel pitturato, con Camillo e Giorgi a trovare rimbalzi e fondo della retina con buona continuità. Ciononostante, almeno nei primi 25’ minuti di gioco, Sora è riuscita a tenersi in partita, complice innanzitutto il buon impatto offensivo di un Di Prospero sicuramente in crescita. Per Stirpe ed Hussin, invece, arriva una serata realizzativa appena normale, col -7 (42-49) di metà gara che è quasi un affare. Nuova Basket che peraltro riesce anche a pareggiare i conti a metà della terza frazione, ma qualche passaggio a vuoto di troppo rimette in discesa la partita della Smit, cui bastano un paio di buone accelerate a cavallo delle ultime due frazioni per chiudere definitivamente i conti, regalando agli ospiti un finale tutto sommato tranquillo. Non a caso si allarga fino al +16 la forbice di disavanzo tra le due squadre, con la Smit che oltre ai due punti fa il pieno anche di fiducia ed entusiasmo. Al contrario non conosce sosta la crisi di Sora, ancora alla ricerca di un minimo di tranquillità e di quei giocatori in grado di completare il roster e di invertire il trend di inizio stagione. Giocatori che sembrano rispondere all’identikit di Roljic e Dulovic, costretti ai box per un passaporto elettronico che di arrivare proprio non ne vuole sapere.

N.B. Sora 2000 57 – Smit Roma Centro 73

Parziali: 15-18 / 17-21 / 14-16 / 11-18

N.B. Sora 2000: Stirpe 15, Santucci 0, Castellucci 0, Radonjic 6, Di Prospero 13, Berardi 6, Vona 5, Jancic 0, Suriano 0, Bulatovic 0, Hussin 12; Coach: Ortenzi

Smit Roma Centro: Gai 8, Ligas 16, Falcinelli 0, Martinelli 8, Mastrelli 12, Spinosa 4, Camillo 10, Corvo 2, Giorgi 11, Provenzano 2; Coach: Marotta