Categoria: Milano

23 dicembre 2016 0

Terrorista ucciso a Milano durante un controllo, la sicurezza che passa per una “paletta”

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Milano – L’agente scelto Cristian Movio (foto in alto) è ricoverato in Ospedale a Milano. Su di lui e sul suo collega Luca Scatà (nella foto in basso) si è riversata tutta l’ammirazione dell’Europa che, dopo la strage al mercatino di Natale di Berlino, temeva che il terrorista tunisino, seppur braccato, potesse commettere altri attentati.

Loro due, da soli, lo hanno fermato e reso inoffensivo. Due agenti di polizia, uno, Luca, indossa la divisa da appena 9 mesi. E’ stato lui ad uccidere questa notte alle tre a Sesto San Giovanni, il 24enne dopo averlo fermato per un normale controllo di routine.

Il presunto terrorista ha esploso un colpo di pistola contro Cristian ferendolo ma non in modo serio. Poi avrebbe cercato riparo dalla reazione degli agenti che è stata repentina e micidiale.

Un normale controllo di polizia, come quelli in cui è incappato chiunque di noi.

Non ci scocceremo, noi non terroristi, la prossima volta che un poliziotto, un carabiniere o un finanziere ci mostrerà la paletta. E’ da quella paletta che parte la nostra sicurezza.

Ermanno Amedei 

23 dicembre 2016 0

Terrorista di Berlino ucciso a Milano durante normale controllo di Polizia

Di admin

Milano – Lo scontro a fuoco questa mattina a Milano nella stazione di Sesto San Giovanni, sembrava un normale fatto di cronaca, invece era l’uomo più ricercato d’Europa, Anis Amr  il 24enne killer di Berlino che qualche sera fa ha ucciso 12 persone tra le quali una italiana, travolgendo con un camion il mercatino di Natale.

Il tunisino è stato fermato nei pressi della stazione di Milano dalla Polizia e, alla richiesta dei documenti, ha estratto la pistola facendo fuoco e ferendo uno degli agenti.

Nel conflitto a fuoco con lo stesso agente ferito e con il collega è stato poi ucciso. Arrivava con un treno dalla Francia e in Germania lo stavano cercando casa per casa. Lui ha avuto la possibilità di attraversare mezza Europa e arrivare a Milano dove, però, i controlli evidentemente funzionano.

18 febbraio 2014 0

Cologno Monzese, arrestati sindaco e assessore

Di admin

L’indagine Clean City, che lo scorso dicembre aveva svelato l’esistenza di un collaudato sistema corruttivo per ottenere appalti pubblici grazie a l pagamento di tangenti, con protagonista l’IMPRESA SANGALLI di Monza, si arricchisce di un nuovo capitolo. I Finanzieri del Comando Provinciale di Milano, coordinati dai Pubblici Ministeri Salvatore Bellomo, Manuela Massenze Giulia Rizzo della Procura di Monza, stanno indagando su una tangente di 300 mila euro. I l prezzo per affidare alla SANGALLI l’appalto del servizio di raccolta e smaltimento rifiuti del Comune di Cologno Monzese (MI), per un valore di oltre 28 milioni di euro . Una vicenda che ha fatto emergere la complicità tra amministratori comunali, accusati di corruzione ed imprenditori privi di scrupoli, pur di ottenere i loro illeciti scopi . Sono stati raggiunti da un ordine di carcerazione, firmato d a l GIP del Tribunale di Monza – Claudio Tranquillo -, Raffaele Cantalupo, vicesindaco ed assessore all’ambiente del Comune di Cologno Monzese e l’assessore al l’edilizia privata e pubblica, Maurizi o Diaco . Per loro l’accusa è pesante: aver ricevuto dai SANGALLI una mazzetta di 50 mila euro, quale acconto d e i 300 mila pattuiti, per favorire l’ impresa monzese nell’affidamento dell’appalto . Agli arresti domiciliari, invece, sono finiti Michele De Girolamo di AREA SUD Milano Spa, attuale affidataria del servizio di igiene urbana a Cologno e Fortunato Deleidi, dipendente della SANGALLI. Coinvolta anche la SAN GERMANO Srl di Pianezza (TO), azienda che opera in diversi comuni della Brianza . A tutti viene contestato di esser e complici del vice sindaco Cantalupo, del l’assessore Diaco e di Giorgio S angalli, in un preciso, illecito piano: fare in modo di annullare la gara per l ’affidamento del servizio di raccolta e smaltimento rifiuti bandito dal Comune di Cologno Monzese, in quanto non remunerativa, indir n e una nuova, per un valore superiore, favorendo la vittoria della SANGALLI . Sulla vicenda avevano iniziato ad indaga re la Procura di Monza ed i Carabinieri del NOE di Milano, dopo aver raccolto una denuncia su presunte anomalie nella procedura per l’ assegnazione de l servizio in questione . Una svolta decisiva, però, si è avuta quando Giorgio Sangalli, ormai alle strette, ha deciso di collaborare con gli inquirenti, confessando d i aver pagato una tangente al vice sindaco Cantalupo, per assicurarsi l’appalto. A quel punto il fascicolo è confluito in quello già aperto, relativo al l’operazione Clean City e le indagini sono state affidate ai finanzieri del Gruppo Monza. In meno di due mesi di intensa attività investigativa, attraverso numerose intercettazioni telefoniche ed ambientali, diversi servizi di pedinamento ed appostamento, registrazione Comando Provinciale Milano 20159 Milano, Via Valtellina 3 Ufficio Operazioni Telefono +39 02.6080887 Sezione Programmazione Operativa e – mail: MI0550004@gdf.it filmata di incontri, indagini bancarie e documentali, è stato possibile fare luce sul l’intero iter amministrativo dell’appalto incriminato, trovare i riscontri alle dichiarazioni accusatorie dei Sangalli ed individuare il ruolo e le responsabilità delle persone coinvolte. Sono stati ricostruiti tutti gli incontri avvenuti nel tempo tra il vice sindaco Cantalupo, l’assessore Diaco, Giorgio e Giancarlo Sangalli, serviti a pianificare, nei dettagli, la strategia per truccare la procedura di gara . E’ stato individuato il giorno ed il luogo dove è avvenuta la consegna dei 50 mila euro in con tanti al vicesindaco . Sono state trovate le prove per sostenere che la SANGERMANO si era prestata, per conto della SANGALLI – che non doveva figurare – a promuovere un ricorso sul bando di gara. In questo m odo l’Amministrazione comunale di Cologno ha potuto annullare la procedura, per indirne una nuova. S coperte anche le modalità che avrebbero permesso alla SANGALLI di vincere la nuova gara . Questa volta la turbativa non sarebbe avvenuta con il solito bando “cucito” su misura, per sbaragliare la concorrenza, ma attraverso il suggerimento di ben specifiche migliorie da inserire nell’offerta tecnica. Così, all’apertura delle buste, la società di Monza avrebbe avuto un punteggio più alto rispetto alle altre aziende. In quest’ultimo contesto investigativo avrebbero avuto parte attiva e sono indagati oltre al vicesindaco Cantalupo, anche Michele De Girolamo della società Area Sud Milano e Fortunato Deleidi, dipendente e consulente della SANGALLI. I militari della Guardia di Finanza di Monza sono in azione dalle prime ore di questa mattina per eseguire i provvedimenti cautelari emessi dall’Autorità Giudiziaria, per acquisire in Comune, a Cologno, la documentazione relativa al bando e soprattutto le buste presentate dalle società contenenti le offerte tecniche ed economiche.

17 novembre 2013 0

A Milano vivono 5 milioni di topi

Di admin

Da Aidaa riceviamo e pubblichiamo: Cinque milioni di topi che vivono nel sottosuolo di Milano e come spesso avviene emergono in diverse zone della città provocando di volta in volta, curiosità, panico, allarme sociale o semplicemente ribrezzo. Diverse le segnalazioni che sono giunte in queste settimane anche all’associazione AIDAA ed al telefono amico, prevalentemente da persone che ci chiedono cosa fare quando incontrano un topo (nel caso specifico pantegane – topi di fogna) sulla loro strada. Negli ultimi giorni le segnalazioni si sono moltiplicate e colonie di topi a spasso sono state avvistate sia in Piazza Firenze, Via Montefeltro, Via Malaga, vicino al sottopasso di via Cassala. Una colonia che viene all’aperto tutte le sere in cerca di cibo è quella dei topi che vivono in piazza Sigmond Freud a pochi passi dalla stazione ferroviaria di Milano porta Garibaldi, qui i topi belli pasciuti, pasteggiano ogni sera nei cestini dell’immondizia. L’ultima segnalazione in ordine di tempo riguarda infine la presenza di una colonia di pantegane nei giardini di Piazza Prealpi, ed in via Vallagrina a Quarto Oggiaro qui però si tratta prevalentemente di topi di campagna. “I topi- ci dice Lorenzo Croce presidente di AIDAA- per noi sono animali come tutti gli altri, anche se ovviamente la loro presenza in quantità cosi elevate spesso è un segnale di degrado ambientale. I topi vengono in superficie prevalentemente per due motivi, perchè spaventati dai lavori che sono in corso in molti cantieri milanesi, e che disturbano l’habitat naturale di questi roditori, ed come secondo ma non meno importante motivo che li spinge dal sottosuolo alla superficie è la ricerca di cibo, ed i topi sanno, perchè sono assolutamente animali intelligenti, dove gli umani lasciano i resti di cibo e li arrivano a colonizzare moltiplicandosi a volta a dismisura. Quindi- prosegue Croce- il primo suggerimento è quello di non abbandonare mai resti di cibo nei parchi o nei cassonetti dei rifiuti, i topi fiutano ed arrivano a banchettare, il secondo consiglio è rivolto al comune di Milano perchè provveda ad una maggiore raccolta differenziata dell’umido, in quanto spesso anche i rifiuti indifferenziati lasciati per strada in attesa della raccolta diventano banchetti per colonie di ratti. A questo aggiungiamo la necessità di popolare, anzi ripopolare Milano di gatti, sostenendo ed incentivando le colonie feline presenti, laddove c’è una colonia di gatti i ratti anche in presenza di cibo ci pensano due volte ad avventurarsi. Infine- conclude Croce- noi siamo contrari in linea di principio alle derattizzazioni che spesso provocano più danno che bene, infatti a fronte di qualche topo morto avvelenato, troviamo anche decine di altri animali che soffrono i sintomi degli avvelenamenti per i bocconi avvelenati che il topo abbandona non appena si rende conto di stare male, bocconi che a spesso finiscono in pancia a cani, gatti e piccioni provocandone spesso la morte”.

24 giugno 2013 0

Processo Ruby, Berlusconi condannato a sette anni

Di admin

Interdizione perpetua dai pubblici uffici e la condanna a sette anni di carcere. E’ questa la sentenza emessa dai giudici al Palazzo di Giustizia di Milano Giulia Turri, Carmen d’Elia e Orsola de Cristofaro dopo 7 ore di Camera di Consiglio. E’ stata inoltre disposta la trasmissione degli atti alla Procura per valutare le presunte false testimonianze. Si susseguono commenti, alcuni anche durissimi da parte del Pdl e lo stesso leader Berlusconi ha annunciato un’intervista con la quale spiegherà la sua posizione e la sua versione sui fatti. Certamente questa è una situazione che tocca direttamente la tenuta del governo Letta e la compattezza dello stesso Pdl.

4 febbraio 2013 0

Incidente mortale sull’A1 tra Casalpusterlengo e Lodi

Di admin

Alle ore 7,15 circa sull’autostrada A1 Milano-Napoli, nel tratto compreso tra Casalpusterlengo e Lodi in direzione Milano, è avvenuto un incidente in corrispondenza del km 30 in cui sono rimaste coinvolte una vettura ed un mezzo pesante. Nell’incidente una persona ha perso la vita. Sul luogo dell’evento, oltre al personale della Direzione 2° Tronco di Milano, sono intervenuti i Vigili del Fuoco, le pattuglie della Polizia Stradale, i soccorsi meccanici e sanitari. Alle ore 8 sul luogo dell’evento si registrano 3 km di coda e il traffico transita su una sola corsia al fine di favorire le operazioni di soccorso. Autostrade per L’Italia consiglia per gli utenti in transito in A1 diretti verso Milano come alternativa di uscire allo svincolo di Casalpusterlengo e rientrare al casello di Lodi dopo aver percorso la via Emilia. Costanti aggiornamenti sulle condizioni di viabilità e sui percorsi alternativi, vengono diramati su RTL 102.5, Isoradio 103.3 FM e sul circuito TV INFOMOVING in Area di Servizio, oltre che sui pannelli a messaggio variabile. Per ulteriori informazioni si consiglia di chiamare il Call Center Autostrade al numero 840-04.21.21.

15 dicembre 2012 0

Schianto tra auto e moto sull’A8 tra bivio A8/tangenziale e Milano Nord, un morto

Di admin

Autostrade per l’Italia comunica che è stato risolto l’incidente avvenuto sull’autostrada A8 Milano-Varese nel tratto compreso tra il bivio con la Tangenziale Ovest e Milano Nord in direzione Milano all’altezza del km 5+700 in cui sono rimaste coinvolte un’autovettura ed una motocicletta. A seguito dell’incidente una persona è deceduta durante il trasporto in ospedale. Sul luogo dell’evento, dove oltre al personale della Direzione 2° Tronco di Milano sono intervenute le pattuglie della Polizia Stradale, i soccorsi meccanici e sanitari, il traffico scorre regolarmente. Costanti aggiornamenti sulle condizioni di viabilità vengono diramati da RTL 102.5, Isoradio 103.3 FM, attraverso i pannelli a messaggio variabile e sul network TV Infomoving in Area di Servizio. Per ulteriori informazioni si consiglia di chiamare il Call Center Autostrade al numero 840-04.21.21.

15 novembre 2012 0

Tir investe e uccide pedone sull’A1 tra Lodi e Milano

Di admin

Autostrade per l’Italia comunica che, un incidente avvenuto alle 11:00 circa sull’A1 Milano – Napoli nel tratto tra Lodi e Milano Sud in direzione Milano all’altezza del Km 18, ha visto coinvolto un mezzo pesante che ha investito un pedone. La dinamica è in corso di accertamento e, la persona investita è deceduta. Sul luogo sono intervenute le pattuglie della Polizia Stradale, i soccorsi sanitari e meccanici, oltre al personale della Direzione 2° Tronco di Milano, attualmente (ore 11:25 circa) il traffico circola su 2 corsie e non si registrano turbative al traffico. Costanti aggiornamenti sulle condizioni di viabilità vengono diramati da RTL 102.5 FM, Isoradio 103.3 FM, attraverso i pannelli a messaggio variabile e sul network TV INFOMOVING in Area di Servizio. Per ulteriori informazioni si consiglia di chiamare il Call Center Autostrade al numero 840-04.21.21.

4 settembre 2012 0

Romanticismo estremo, Shakespeare in un sms e fidanzata pensa ad annuncio suicidio

Di redazione

Attenzione al… romanticismo estremo, oppure, se proprio volete citare un “classico” in un messaggio amoroso, accertatevi che il/la destinatario/a conosca l’autore. Certamente starà più attento il 38enne originario di Isernia ma residente a Milano che ieri si è visto raggiungere dagli agenti della polizia dopo aver spedito un sms alla fidanzata 23enne. Pare che il messaggio contenesse uno stralcio dell’opera Romeo e Giulietta di Shakespeare. La ragazza, però, ha mal’interpretato quelle parole d’amore, ipotizzando che il fidanzato volesse togliersi la vita. Quando gli agenti lo hanno fermato, convinti di avergli salvato la vita, l’uomo, vinta la sorpresa, ha spiegato l’equivoco ed è corso a tranquillizzare la fidanzata. Finalmente una tragedia dal lieto fine che i due, se la storia continuerà, potranno raccontare come simpatico aneddoto. Er. Amedei

24 agosto 2012 0

Investita sull’A8 Milano-Varese, morta una persona che transitava a piedi sulla corsia di sorpasso

Di admin

Autostrade per l’Italia comunica sulla A8 Milano-Varese, intorno alle 21.40 di ieri, è avvenuto un incidente tra Legnano e Castellanza in direzione di Varese, all’altezza del km 16. Una persona che percorreva a piedi l’autostrada è morta, investita da un mezzo leggero che transitava lungo la corsia di sorpasso. Sul luogo dell’evento sono intervenuti gli operatori della Direzione 2° Tronco di Milano, le pattuglie della Polizia Stradale e i soccorsi meccanici e sanitari. Costanti aggiornamenti sulle condizioni di viabilità vengono diramati da Isoradio 103.3 FM, RTL 102.5 ed attraverso i pannelli a messaggio variabile e sul network TV INFOMOVING in Area di Servizio. Per ulteriori informazioni si consiglia di chiamare il Call Center Autostrade al numero 840.04.21.21.