Tag: chiusaroli

2 ottobre 2017 0

Chiusaroli (FI): “Abbiamo il dovere di cambiare passo”

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

“Con l’operazione verità abbiamo fatto chiarezza sulla reale esposizione debitoria del comune di Cassino e abbiamo smascherato chi, per cinque e passa anni, ha mentito spudoratamente ai cittadini facendo credere di aver risanato le casse dell’ente. Niente di più falso.

Ora però occorre cambiare passo e cominciare a lavorare per riuscire a mettere in pratica il nostro programma elettorale. Nei limiti del possibile visto e considerate le condizioni dell’ente. Ci sono progetti da portare avanti e che possono permettere l’attivazione di nuovi processi di crescita e sviluppo per Cassino”. Lo ha dichiarato il consigliere comunale e capo gruppo di Forza Italia, Rossella Chiusaroli.

“E’ palese che non basta, per saper amministrare, addossare le colpe a chi ci ha preceduto, è palese però che le colpe dell’amministrazione Petrarcone sono evidenti. Abbiamo perso cinque anni si, ma ora c’è bisogno di una svolta. Dobbiamo essere bravi a metterci di impegno per trovare delle soluzioni economiche per riuscire ad attuare il nostro programma elettorale. A breve partiranno i lavori per quanto concerne la Rotatoria Via Di Biasio/Viale Bonomi nei pressi del San Raffaele e ci stiamo adoperando per riuscire, entro breve tempo, per riuscire a restituire, anche dal punto di vista strutturale, Piazza Labriola alla città di Cassino dopo aver riqualificato già molte aree della città, come ad esempio Piazza De Gasperi, Piazza Toti e Piazza XIV febbraio.

Il gruppo di Forza Italia è unito e coeso e vuole guidare questo cambio di marcia dell’amministrazione D’Alessandro.

Abbiamo un ruolo fondamentale nella gestione politico amministrativa della città di Cassino. Non possiamo quindi rimanere inermi a guardare una disastrosa situazione finanziaria. Si deve lavorare e crescere e come primo movimento politico di questa amministrazione di centro destra ed è evidente che noi dobbiamo svolgere un ruolo importante per stimolare determinati processi”. Ha concluso il consigliere comunale e capo gruppo di Forza Italia, Rossella Chiusaroli.

 

13 marzo 2017 0

Chiusaroli: le teorie complottistiche sono patetiche. La magistratura fara’ chiarezza

Di redazionecassino1

“Dopo la notizia dell’avviso di garanzia all’ex assessore alla Legalità, Igor Fonte, in casa Petrarcone è scoppiata una malattia molto comune in Italia. L’ex primo cittadino, infatti, che aveva visto in Fonte il suo delfino, il giovane a cui passare un giorno lo scettro, ha gridato al complotto. Che sia stata la mano del nemico a infilare strane schede nell’urna e a decidere di far passare il presidente emerito della Peppino Impastato per un politicante da strapazzo, o che sia stata la volontà di qualcun altro, questo a stabilirlo saranno sicuramente le indagini e la magistratura. Sicuramente la teoria del complotto sembra un po’ troppo stiracchiata. Ogni territorio ha i suoi candidati di fiducia ma la sezione incriminata si trova in un’area che ha come riferimento diversi candidati, esponenti di peso di entrambe le fazioni. Di quella che attualmente sedie in maggioranza, ma anche di quella che, abbandonato lo scranno nella precedente Giunta, siede ora in opposizione. Lo ha dichiarato il consigliere comunale e capo gruppo di Forza Italia, Rossella Chiusaroli. “Complotto o coincidenza, qui non si sta parlando di una partita, ma di elezioni comunali e per chi si è reso colpevole di qualche reato in questo contesto ci penserà la giustizia a rimettere ordine. L’opposizione ha imparato bene la poesia “Noi siamo garantisti”, ma bisogna esserlo sempre, come lo siamo noi, non solo quando fa comodo. Un avvocato dovrebbe riporre più fiducia nella magistratura e nella legge e molta meno nei giochi oscuri di un eventuale nemico che complotta alle spalle di un singolo candidato con l’obiettivo di screditare un’intera coalizione. Dopo l’aviaria, l’asiatica e il virus intestinale è arrivata tra i banchi dell’attuale opposizione la sindrome del complotto. Noi, dal canto nostro, riponiamo la massima fiducia nelle attività degli inquirenti, chi ha commesso reato sarà punito in maniera adeguata e per arrivare a sentenza ci saranno sicuramente prove concrete. Le patetiche teorie complottistiche le lasciamo ad altri”. Ha concluso la consigliera comunale Rossella Chiusaroli.

29 novembre 2016 0

Chiusaroli (FI): “Cinque anni città senza controllo e ora chiedono Consiglio comunale su immigrati”

Di redazionecassino1

“Ci vuole una bella faccia di bronzo a richiedere un consiglio comunale straordinario sulla questione immigrati, quando per cinque anni si è lasciata la nostra città allo sbando senza un minimo di controllo sul territorio. Ricordo che durante l’amministrazione Petrarcone, le palazzine di via Vaglie, come del resto ha ribadito anche la Cooperativa che gestisce l’arrivo degli ormai famigerati 87 richiedenti asilo, è stata più volte residenza per i profughi senza che il comune abbia effettuato nessuna verifica sugli stabili e sulle condizioni igienico sanitarie delle strutture”. Lo ha dichiarato il consigliere comunale e capo gruppo di Forza Italia, Rossella Chiusaroli. “La sottoscritta, ad agosto, qualche giorno dopo l’arrivo di alcuni immigrati presso l’ex Commissariato di Polizia, in via Arigni, ha depositato una richiesta di consiglio straordinario, in cui si richiedeva anche la presenza di S.E. il Prefetto della Provincia di Frosinone, Emilia Zarrilli. Invece, qualcuno ha aspettato che le criticità relative al soggiorno dei richiedenti asilo diventassero popolari e catalizzassero l’attenzione dei media per fare una richiesta di una assise ad hoc. Non è mia competenza calendarizzare gli argomenti da trattare nelle sedute del consiglio comunale, ma trovo disarmante come persone che hanno amministrato questa città senza il benché minimo controllo possano avanzare solleciti palesemente strumentali solo per manie di protagonismo. Qui c’è solo un solo un protagonista, il Sindaco, Carlo Maria D’Alessandro che ha emesso, sta emettendo e continuerà a emettere provvedimenti per il rispetto delle regole e una regolare accoglienza ed integrazione dei richiedenti asilo che, molto spesso, quotidianamente, vengono considerati come “pacchi postale” mentre sono solo ragazzi in cerca di un futuro migliore. Pertanto, inviterei una parte dell’opposizione che ha mandato in porto un tentativo di plagio non indifferente, visto che l’idea di un consiglio straordinario sulla questioni profughi era stata avanzata dalla consigliera, Sara Grieco in conferenza dei capi gruppo, a lasciar perdere simili strumentalizzazioni”. Ha concluso Rossella Chiusaroli.