Tag: costrette

17 settembre 2017 0

I due pitbull le cacciano di casa, tre donne costrette a scappare dalla finestra con vigili del fuoco

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true }); ROMA – In balia di due grossi pit bull, tre donne hanno cercato riparo in una stanza della loro abitazione. E’ accaduto ieri sera a Roma in un appartamento sulla via Portunnese al civico 100. Non si sa cosa abbia innescato la rabbia dei due animali che si sono rivoltati contro la loro padrone 48 anni e le sue due conviventi di 81 e 76 anni costrette, ferite, a rinchiudersi in una stanza del loro appartamento. Per salvarle sono dovuti intervenire i vigili del fuoco che le hanno fatte uscire da una finestra grazie ad una piattaforma mobile. Sul posto anche i carabinieri della radiomobile di Roma e i veterinari della Asl che hanno narcotizzato gli animali portandoli in un luogo sicuro. Le tre donne sono state trasportate in ospedale con ferite giudicate guaribili in 30 giorni.
24 luglio 2010 Non attivi

Operazione “Baby Squillo”, minorenni costrette alla prostituzione

Di redazione2

Baby squillo, così i carabinieri della compagnia di Frosinone hanno chiamato l’operazione che, questa mattina, ha permesso di arrestare i componenti di una organizzazione criminale rumena che gestiva un vasto giro di prostituzione minorile. Ragazze giovanissime, quasi tutte minorenni, arrivavano in Italia ignare di ciò che sarebbe loro capitato. Tutta l’indagine sarebbe nata da informazioni assunte da un carabiniere fuori servizio che, notando una minorenne vestita con abiti succinti e, sicuramente non idonei per una ragazzina, l’ha prima avvicinata riuscendo poi a farsi raccontare i particolari della squallida vicenda. Quattro connazionali, due uomini e due donne, affittavano appartamenti a Frosinone o sul litorale romano e lì, dopo averle “convinte” a prostituirsi drogandole e violentandole, le costringevano ad incontrare clienti di ogni età. Questa mattina i carabinieri agli ordini del colonnello Sparagna, hanno arrestato i quattro aguzzini con l’accusa di induzione e sfruttamento della prostituzione, e due clienti con l’accusa di violenza sessuale. Quattro ragazze sono state rintracciate e affidate ai servizi sociali di Frosinone. Tamara Graziani

24 giugno 2010 0

Costrette a prostituirsi sotto la minaccia di orrende mutilazioni

Di redazione2

Una brutta storia di prostituite violentate, mutilate e picchiate fino ad abortire. I carabinieri della Compagnia di Velletri hanno arrestato una banda di aguzzini composta da 6 persone, di cui 2 ad Anagni, dove è stato sequestrato anche un noto night club. Si tratta del Faschion club di via del Pascione. Gli aguzzini obbligavano giovani donne, che prima violentavano, a prostituirsi nelle abitazioni dei clienti e all’interno di locali notturni arrivando anche a mutilarle se si rifiutavano. La banda di sei persone, romeni, tunisini e un italiano, di età tra i 35 e i 50 anni, sono stati arrestati dai Carabinieri della Compagnia di Velletri tra Anagni e Roma. Le giovani, romene e sudamericane, saranno affidate ai servizi sociali. Il sodalizio criminale aveva la sua base operativa nella cittadina dei Castelli romani. I sei arrestati, in concorso tra loro, negli anni hanno avviato alla prostituzione numerose giovani donne. Le giovani in caso di rifiuto subivano pesanti ritorsioni come la mutilazione di parti del corpo. Tamara Graziani