Tag: interviene

21 agosto 2018 0

Loculi cimeteriali a Cassino, il sindaco interviene: i lavori vanno ripresi e le consegne effettuate

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – “Sulla questione dell’ampliamento del Cimitero di San Bartolomeo interviene l’amministrazione comunale nella persona del sindaco Carlo Maria D’Alessandro”.

Lo si legge in una nota dell’amministrazione comunale di Cassino.

“Alla luce dei continui solleciti da parte dei cittadini che chiedono spiegazioni sulla sospensione dei lavori decretata dal segretario comunale”. “Dopo la sospensione dei lavori da parte del segretario comunale – dichiara D’Alessandro nella stessa nota – abbiamo voluto chiedere lumi al direttore dei lavori in quanto l’ampliamento del cimitero rappresenta una necessità impellente, considerando che i loculi sono già stati pagati da molti cittadini ed esiste la necessità di recuperare posti denominati presenza-salma a disposizione del comune. Ieri è infatti pervenuta una dettagliata relazione del direttore dei Lavori con allegati tutti gli elaborati tecnici-contabili inerenti ai lavori attualmente eseguiti e per i quali si renderà necessaria una perizia di variante da depositare agli organi competenti come indicato dalla stessa Direzione dei Lavori cui compete la trattazione tecnica del’intera vicenda. Per questo motivo era stata richiesta alla direzione dei lavori una relazione sullo stato di fatto; sulla ripresa dei lavori è necessario attendere ancora qualche giorno per poter dare dei tempi certi in quanto legata alla predisposizione della perizia di variante, anche se è stato sollecitato il Direttore dei Lavori alla immediata redazione cosicché possano essere abbattuti i tempi di consegna agli organi competenti degli elaborati grafici e riprendere le attività edificatorie entro i primi giorni del mese di settembre. É importante che i lavori riprendano, e che siano consegnati al più presto i nuovi loculi soprattutto a quei cittadini che hanno effettuato il pagamento delle somme dovute già da tempo e che meritano di vedere soddisfatte le loro richieste. La degna sepoltura dei propri cari è una priorità imprescindibile cui ogni amministrazione comunale deve porre la doverosa attenzione”.

20 aprile 2018 0

Incidente stradale a Cassino, si aggravano condizioni del 29enne: interviene eliambulanza

Di admin

CASSINO – Si è aggravato il quadro clinico del 29enne che, questa sera in località Panaccioni a Cassino, alla guida di una Fiat Punto, si è scontrato frontalmente con una Mercedes guidata da un uomo di 42 anni che viaggiava in compagnia del padre.

Tutti feriti, sono stati trasportati in ospedale a Cassino ma le condizioni del più giovane sono apparse gravi e, per questo, in ospedale è atterrato un elicottero per trasportarlo a Roma. Il 29enne era da poco uscito dallo stabilimento Fca di Piedimonte e stava tornado a casa.

I carabinieri hanno richiesto, come da prassi, l’alcool test ai conducenti.

13 dicembre 2017 0

Ladra in azione in doppio furto : la Polizia interviene e la denuncia

Di redazionecassino1
Frosinone – Una 40enne nata in Romania decide di dedicare un pomeriggio allo shopping natalizio: dopo aver visitato un negozio di oggettistica fa un “salto” presso un’attività commerciale specializzata in articoli sportivi. Giunta alle casse decide di effettuare un pagamento parziale nel primo caso, senza essere scoperta, mentre nel secondo caso omette di sistemare la merce sul nastro. Fatale è stato il secondo furto: nel guadagnare l’uscita il gesto non è passato inosservato alla vigilanza, che allerta il 113. Gli agenti, giunti prontamente sul posto, identificano la donna che, per esibire i documenti richiesti, conduce i poliziotti nel parcheggio adiacente al centro commerciale in quanto li aveva riposti nella propria auto. Qui la scoperta: altra merce ancora munita di antitaccheggio. Dopo i necessari accertamenti, inutili le scuse della “ladra”: la Squadra Volante la denuncia.
22 novembre 2017 0

Cosilam, Il presidente Zola interviene sulla questione degli odori nauseabondi

Di redazione

“Conosciamo bene la problematica segnalata dai comitati che abbiamo incontrato, qualche settimana fa, insieme alla società AeA srl che da gennaio 2017 gestisce in house gli impianti di depurazione e le stazioni di sollevamento. Come abbiamo avuto modo di dire alle diverse associazioni siamo al loro fianco per risolvere insieme questa problematica. È importante evidenziare che i cattivi odori non vengono generati dal Cosilam o dalla società in house, ma dai reflui immessi nella rete. E proprio la società AeA ritiene che possa esserci anche la presenza di scarichi abusivi o difformi all’interno delle rete. Per questo dallo scorso mese di giugno ci siamo attivati per la sottoscrizione di un protocollo d’intesa con i Comuni territorialmente competenti e con la Provincia di Frosinone per l’avvio di controlli a tappeto in tutte le aziende dell’area industriale. Ad oggi siamo in attesa solo della Provincia per consentire la sottoscrizione dell’accordo coinvolgendo, così, tutti gli attori del territorio. Tuttavia ci sono anche progettualità specifiche che abbiamo elaborato per intervenire sugli odori e, anche, sugli episodi di sversamento dei reflui. Episodi sui quali ci sono indagini in corso essendo stata presentata una denuncia dalla società AeA per sabotaggio di uno degli impianti di sollevamento. Ribadisco, così come fatto nel corso dell’incontro e della corrispondenza con i comitati, la piena e totale volontà di collaborare fattivamente alla risoluzione di ogni problematica. Noi siamo al fianco delle associazioni, dei cittadini e del territorio”, lo ha dichiarato il Presidente del Cosilam Pietro Zola.

25 ottobre 2017 Non attivi

Degenera una discussione, la Polizia interviene e sequestra sei fucili e due pistole

Di redazionecassino1

Frosinone – Una discussione per futili motivi  tra padre e due figli degenera ed interviene la Polizia in seguito a segnalazione giunta sulla linea di emergenza 113. L’episodio si è verificato nella parte bassa del capoluogo. Giunti prontamente sul posto, valutata la situazione, gli agenti della Squadra Volante allertano  i sanitari per un malessere accusato dall’anziano genitore e per un evidente stato di agitazione del figlio 42enne. Nel corso dei dovuti accertamenti emerge che quest’ultimo detiene  regolarmente pistole e fucili. I poliziotti decidono allora di procedere, nella circostanza, al un sequestro preventivo. Nell’abitazione del 42enne viene rinvenuto soltanto 1 fucile con 99 cartucce.

Mancano altre armi. I familiari riferiscono allora che  5 fucili e 2 pistole erano stati già tolti dalla disponibilità del loro congiunto in quanto si erano già verificati episodi simili. Anche per queste armi si procede comunque a sequestro.

26 luglio 2017 0

Ragazzo disabile bloccato in ascensore a Frosinone, interviene la polizia

Di admin

FROSINONE – In una calda mattina d’ estate,  una madre ed un figlio, portatore di handicap, stanno rincasando. Il loro rientro, però, improvvisamente  si arresta al primo piano dello stabile dove risiedono: è sopraggiunto un problema al montascale sul quale è  seduto l’adolescente.

La donna cerca  aiuto, sollecitando anche la manutenzione, ma ogni tentativo resta vano. Dopo quasi due ore  di estenuante attesa,  la madre decide di fare l’ultimo tentativo, segnalando questa volta  la difficile situazione al numero di emergenza 113 della Questura.

La nota viene immediatamente diramata alle Volanti presenti sul territorio che prontamente giungono sul posto. Costata la situazione di emergenza, i poliziotti, senza perdersi d’animo, trasportano il giovane a braccio fino al 4 piano.

4 maggio 2017 0

Rinnovamento Popolare Cristiano: Michela Del Vecchio interviene sul Piano Urbano del Traffico

Di redazionecassino1

“Finalmente si torna a parlare di problemi concreti per la salute e la vivibilità sostenibile di Cassino. Ignorato fino alla fine dalla precedente amministrazione Petrarcone e oggetto di discussione della campagna elettorale per il rinnovo del sindaco e del consiglio comunale di Cassino, torna in primo piano il Piano Urbano del traffico. Il problema riemerge per un intervento in Consiglio Comunale, con un richiamo quasi pacato fatto dall’opposizione. È dal 2016 che si attende il varo del provvedimento. In particolare, lo si attende dal deposito del PGTU da parte dell’equipe di ingegneri cui fu affidata la redazione del PUT, ma in realtà fino ad oggi nulla è stato detto o fatto per la viabilità cittadina salvo sporadici, ma non esaustivi, interventi per monitorare e controllare l’inquinamento ambientale che ha raggiunto limiti pericolosi di tollerabilità per la salute dei cittadini di Cassino”. Lo sostiene l’avvocato Michela Del Vecchio, vice segretario politico del Lazio di Rinnovamento Popolare Cristiano.

“Nel progetto preliminare sulla viabilità urbana dell’intero centro cittadino – secondo l’avv. Del Vecchio – l’obiettivo per il futuro di Cassino è di una “città partecipata” attrattiva e soprattutto ecosostenibile. Il superamento dei limiti di guardia di polveri sottili ed inquinanti nell’aria in città ha troppo spesso raggiunto limiti di pericolosità estremamente preoccupanti nei mesi passati, per questo occorre una seria e concreta opera che modifichi la viabilità della città soprattutto in centro. Concordo con l’assessore all’Urbanistica, Beniamino Papa, che si è dichiarato disponibile ad aprire la discussione, sul piano del traffico, alla partecipazione dei cittadini oltre che dei gruppi consiliari, in considerazione dei disagi che potrebbero derivare ai cittadini per i cambiamenti nelle abitudini quotidiane”.

Sul tema l’avv. Michela Del Vecchio è molto determinato secondo cui occorre porre in essere azioni volte a cambiare il tessuto veicolare cittadino così da rendere concretamente “sostenibile” l’intera viabilità in città con particolare riguardo a quella pedonale. “Auspico – prosegue l’avv. Del Vecchio – che possa aprirsi un confronto con tutte le componenti della società nella discussione sul PGTU, che veda la partecipazione attiva di esponenti delle associazioni di disabili e degli anziani per rendere la città concretamente a “misura di cittadino” nell’interesse di tutti”.

“Ritengo che una città come Cassino, priva di ostacoli, possa rappresentare un modello anche per altre realtà della nostra regione. Auspico – conclude l’avv. Del vecchio – che nella realizzazione delle isole pedonali, peraltro fra gli obiettivi del programma elettorale del sindaco D’Alessandro, possano trovare realizzazione luoghi di aggregazione e di sviluppo di attività sociali, culturali e non meno che sportive per l’intera comunità cassinate”.

F. Pensabene

31 marzo 2017 0

Omicidio di Alatri, il questore interviene sulla tensione: “Serve equilibrio e buonsenso”

Di admin

Alatri – “Le forze dell’ordine unite per garantire la sicurezza nel territorio di Alatri”. Lo ha detto il questore di Frosinone Filippo Santarelli responsabile provinciale dell’ordine pubblico in merito alle tensioni dopo l’uccisione del giovane Emanuele Morganti.

“Quello che è accaduto è un fatto grave e doloroso ma serve equilibrio e buonsenso”.  Santarelli con i suoi modi pacati invita quindi la cittadinanza, anche le persone più prossime alla vittima a distogliersi da pensieri di vendetta o violenza.

“Così come stabilito dal tavolo tecnico dell’ordine e la sicurezza pubblica provinciale, la polizia, al fianco dei carabinieri, sta impiegando su Alatri il nucleo di prevenzione crimine, le volanti, la polizia amministrativa e la stradale. La Finanza sta facendo altrettanto. In questo clima, tutti dobbiamo dare il contributo, anche la stampa, sottolineando la voglia di pace e tranquillità della gente, stigmatizzando gli aspetti violenti”.

I funerali di domani rappresentano un momento particolarmente delicato. “Ci sarà il servizio d’ordine previsto per ogni manifestazione pubblica dedicando la giusta attenzione”.

Ermanno Amedei

 

6 luglio 2010 0

Investe un cane e scappa, interviene la polizia

Di redazione

Avrebbe investito un cagnolino ed è andato via senza prestargli soccorso. E’ accaduto nella tarada mattinata di oggi in via dei Cappuccini a Lanciano. a finire sotto le ruote di una utilitaruia è stato un pechinese la cui propritaria ha un negozio in prossimità del luogo dell’investimento. L’auto avrebbe fatto una manovra per fare inversione di marcia senza che il conducente si accorgesse della presenza del cane. poi è andata via senza soccorrere l’animale. I testimoni hanno allertato la polizia del commissariato di Lanciano che avrebbero già individuato l’autore dell’investimento.

31 maggio 2010 0

Da quattro mesi senza stipendi alla società Morsilli, interviene Tedeschi (IdV)

Di redazione

Il Consigliere Regionale Anna Maria Tedeschi (IdV) ha incontrato i nove lavoratori in mobilità in deroga della società F.lli Morsilli (distributore di carburante AGIP di Castrocielo). I nove lavoratori non ricevono i pagamenti da quattro mesi. La situazione sta diventando insostenibile: la maggior parte di loro ha figli a carico e l’assenza del sia pur minimo sostegno della mobilità in deroga è fonte di disagio per la gestione della famiglia, per l’affitto, la spesa alimentare quotidiana, le spese per la scuola, le bollette. Il Consigliere Tedeschi si è impegnata a verificare le cause di questi mancati pagamenti ed a sollecitare sia il competente assessorato regionale, sia i funzionari ministeriali. “In provincia di Frosinone la situazione sta diventando insostenibile” ha dichirato Annamaria Tedeschi. “Cassa intergrazione ordinaria, speciale, in deroga, mobilità e mobilità in deroga vengono pagate con notevoli ritardi ed il disagio economico delle famiglie coinvolte non può ormai essere sottaciuto o passare in sordina. Il Presidente Polverini è impegnata in un’azione di tagli e riduzioni, ma forse sta dimenticando che la Regione Lazio, che dovrebbe governare, è abitata da cittadini che ogni giorno hanno bisogno di veder riconosciuto il diritto alla sopravvivenza: gli importi di questi ammortizzatori garantiscono solo la sopravvivenza, ma adesso nemmeno più quella.”