Tag: patente

28 maggio 2018 0

False generalità per nascondere la guida senza patente: arrestato

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

FROSINONE – False generalità rese a Pubblico Ufficiale è l’accusa mossa dagli agenti della Squadra Volante della Questura nei confronti di un 29enne residente nella Capitale.

L’uomo, dopo essere stato fermato ad un posto di controllo sulla SR 214, aveva dichiarato di aver dimenticato i documenti, fornendo al contempo dati anagrafici che non trovavano alcun riscontro in banca dati.

I poliziotti erano, pertanto, costretti a fotosegnalarlo e soltanto nella circostanza ha declinato le “vere” generalità: arrestato.

A suo carico diversi pregiudizi di polizia, con revisione della patente di guida presso la Commissione Medica.

Il mezzo è stato sottoposto a sequestro amministrativo.

29 marzo 2018 0

Guidava con una patente falsa: la Polstrada denuncia 67enne

Di redazionecassino1

VEROLI –  Stava percorrendo la strada regionale 214 con la propria auto, ma il 67enne era in possesso di una patente falsa.

Una pattuglia del Distaccamento Polizia Stradale di Sora  nei pressi del Km.16,800 della S.R.214, nel territorio del comune di Veroli, procede  al controllo  di una vettura  con targa prova ed a bordo il solo conducente.

Agli occhi esperti degli agenti la patente di guida, mostrata dall’uomo, desta sospetto: fiuto vincente.

Nei confronti 67enne campano, scatta la denuncia per uso di atto falso e ricettazione, e contravvenzionato ai sensi del C.d.S. per guida senza patente per un importo di euro 5.000.

 

 

16 gennaio 2018 0

20enne di Piedimonte S. Germano, senza patente e senza assicurazione, coinvolto in un incidente sulla Casilina

Di redazione

Problemi per un ragazzo di 20 anni, residente a Piedimonte San Germano che si è reso responsabile del reato di “guida senza patente”, (lo stesso risulta già gravato da analoga vicenda penale nonché per il reato di furto). In particolare, il giovane, alla guida di un motociclo, con a bordo un compaesano di 22 anni rimaneva coinvolto in un sinistro stradale, sulla SR 06 Casilina, coinvolgendo un’altra autovettura condotta da una donna di cittadinanza marocchina. Nel corso dei rilievi planimetrici, i carabinieri operanti, accertavano che il suddetto era sprovvisto della patente di guida poiché mai conseguita ed il motociclo, risultato essere sprovvisto di polizza assicurativa obbligatoria verso terzi, veniva sottoposto a sequestro amministrativo. A causa delle ferite riportate, i due giovani e la donna venivano trasportati presso il pronto soccorso dell’ospedale di Cassino ove i sanitari, dopo aver praticato le cure del caso, provvedevano alla loro dimissione.

5 aprile 2017 0

Automobilista a Cassino senza patente, assicurazione e revisione. Sequestro dell’auto e denuncia

Di admin

Cassino – Senza patente, senza assicurazione, senza revisione all’auto. Queste, tra le altre, le contestazioni fatte dagli agenti del commissariato di Cassino ad un 22enne egiziano fermato per un controllo. Gli uomini diretti dal vice questore Alessandro Tocco, hanno proceduto al sequestro amministrativo del mezzo e alla denuncia del giovane per uso di atto falso. Alla richiesta di documenti, infatti, il giovane ha mostrato una patente che riportava un nome diverso da quello del documento di riconoscimento, e della Carta di Soggiorno.

Nel corso dello stesso genere di controlli , gli agenti hanno fermato una 46anne, di nazionalità ucraina che a seguito di accertamenti da parte dell’Ufficio Immigrazione, risulta non in regola con le norme sul soggiorno e pertanto è stata espulsa con ordine del Questore di lasciare il territorio nazionale.

Lo stesso Ufficio ha denunciato anche un cittadino cileno di 26anni  per inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità.

Personale del Settore Anticrimine è intervenuto presso la sede di un istituto bancario della città in seguito a segnalazione di una dipendente per assegno bancario di dubbia provenienza.

Da verifiche fatte, il titolo bancario da contabilizzare risultava smarrimento.

L’assegno è stato sequestrato ed il titolare, un 64enne del luogo, è stato denunciato.

Ermanno Amedei

14 febbraio 2017 0

Assuntori di droga appiedati, 51 cassinati rischiano la patente di guida

Di admin

Cassino – Ben 51 cassinati di età compresa tra i 19 e i 46 anni sono stati segnalati alla Prefettura di Frosinone quali consumatori abituali di sostanze stupefacenti.

Anche questo è il frutto dell’operazione “La Storia Infinita” con cui i carabinieri del Norm della compagnia di Cassino comandata dal tenente Emanuele Grio, direttamente coordinati dal colonnello Giuseppe Tuccio, un mese fa sgominarono una articolata rete di spaccio a Cassino arrestando 20 persone.

Il provvedimento ha colpito, quindi, anche i consumatori per i quali è scattata anche la segnalazione alla Motorizzazione Civile per la revisione delle patenti di guida.

I segnalati, infatti, dovranno garantire in una verifica il possesso dei requisiti fisici e psichici per poter guidare. A due di loro è stato anche revocato il permesso di detenere armi per uso caccia.

15 gennaio 2013 0

Arriva la patente Ue per gli scooter, dal 19 gennaio niente più corsi nelle scuole e certificati di frequenza

Di admin

Da Giovanni D’Agata riceviamo e pubblichiamo:

Anche in tema di circolazione stradale a bordo di ciclomotori, ci dobbiamo adeguare alle normative europee. Entra, infatti, in vigore da sabato 19 gennaio prossimo il decreto legislativo 59/2011 che introduce la nuova procedura per l’emissione delle patenti europee.

Con le circolari 635 e 636 del 9 gennaio scorso il ministero dei Trasporti esplica le istruzioni conseguenti.

La prima circolare la numero 635 individua i dettagli sul Cigc, certificato di idoneità alla guida del ciclomotore.

Come è noto, infatti, il cosiddetto “patentino” di guida sarà sostituito dalla patente Ue di categoria Am e comporterà, come per tutte le altre patenti, un esame teorico e uno pratico, mentre non vi sarà più alcun obbligo di frequentare il corso teorico.

In conseguenza di tale novità vengono eliminati i corsi nelle scuole e l’obbligo di conseguire il certificato di frequenza al corso al fine dell’iscrizione agli esami.

Per coloro che hanno compiuto la maggiore età entro il 30 settembre 2005 e per i quali sino ad ora vi era la possibilità di ottenere il “patentino” senza esami ma soltanto con l’obbligo del corso, anche per loro saranno valide le nuove regole. In Italia occorre avere 14 anni per conseguire la patente Am, mentre negli altri Stati Ue è valida solo a partire da 16 anni.

Ma venendo alla circolare 636 essa specifica un dettaglio non meno importante: la patente C si potrà conseguire già dai 18 anni – e non 21 come l’Ue sembrava imporre – se si è titolari anche della Cqc merci, carta di qualificazione del conducente.

Per la patente D, come già attualmente, si potrà conseguirla a partire dai 21 anni, e non dai 24, se si è titolari della Cqc persone.

Per Giovanni D’Agata, fondatore dello “Sportello dei Diritti” se da una parte le nuove norme sembrano voler facilitare il conseguimento dell’idoneità alla guida per i ciclomotori nei confronti dei più giovani, dall’altra l’aver eliminato i corsi almeno a scuola può costituire un vulnus per la sicurezza stradale di categorie, quale quelle di minori di anni 18 per i quali la frequentazione di qualche ora di teoria può essere utile per meglio inculcare la conoscenza delle insidie della strada e i diritti e obblighi dei conducenti.

21 agosto 2012 0

Quando compi gli anni scade la patente: il rinnovo nel giorno della ricorrenza del compleanno

Di admin

Da Giovanni D’Agata riceviamo e pubblichiamo: Anche per le patenti come i documenti d’identità e di riconoscimento il rinnovo alla scadenza nel giorno del compleanno(novella introdotta dall’art. 7, d.l. n. 5 del 2012). Pertanto a questo documento si applica l’allineamento della scadenza al compleanno dell’interessato introdotto dal dl 5/2012. Lo ha chiarito, dichiara Giovanni D’Agata, fondatore dello “Sportello dei Diritti”, il Ministero per la pubblica amministrazione e la semplificazione con la circolare del 20 luglio 2012 n° 7

Il decreto legge n. 5/2012 ha disposto che i documenti di identità e di riconoscimento di cui all’art. 1, comma 1, lett. c), d) ed e), del decreto del dpr n. 445/2000 sono rilasciati o rinnovati con validità prolungata fino alla data del compleanno del titolare immediatamente successiva alla loro scadenza naturale. In pratica si tratta dei documenti rilasciati o rinnovati dopo il 10 febbraio 2012, data di entrata in vigore del decreto. Circa l’applicabilità della riforma anche alle patenti di guida il tenore letterale dell’art. 7 del dl n. 5/2012 in un primo momento in realtà lasciava spazio a forti dubbi e perplessità Oggi con la circolare il Ministero per la pubblica amministrazione e la semplificazione lo chiarisce definitivamente. Infatti, secondo la definizione che viene data dal dpr 445/2000 è documento di riconoscimento «ogni documento munito di fotografia del titolare e rilasciato, su supporto cartaceo, magnetico o informatico, da una pubblica amministrazione italiana o di altri stati, che consenta l’identificazione personale del titolare», compresa la patente, come peraltro evidenziato dal Ministero dell’interno con il parere del 13 dicembre 2004. Però, l’eventuale allungamento fino alla data del compleanno della scadenza di validità farebbe sorgere importanti criticità, in considerazione delle norme speciali nazionali e delle disposizioni comunitarie attualmente vigenti in materia di rilascio e conferma di validità delle licenze di guida. Questi dubbi sono oggi stati superati con la circolare che ha incluso l’applicazione dell’art. 7 del dl 5/2012 alle patenti di guida. Giovanni D’Agata ricorda inoltre agli automobilisti che l’art. 126 del codice della strada fissa in modo preciso la durata di validità delle varie categorie di patente, prevedendo sanzioni pecuniarie e accessorie per chi circola con il documento di guida scaduto.

21 maggio 2011 0

Patente a punti, per la Cassazione se la multa è contestata oltre 90 giorni è esclusa la sanzione se è ignoto il conducente

Di admin

Da Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti” riceviamo e pubblichiamo: Importante ordinanza della Cassazione in tema di patente a punti ed omessa comunicazione dei dati del conducente, quella emessa il 20 maggio 2011, che Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale del “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori nonché fondatore dello “Sportello dei Diritti” riporta. Secondo la seconda sezione civile della Suprema Corte, infatti, se la notifica del verbale per la contestazione principale avviene oltre il termine massimo previsto dalla data della infrazione, che come è noto è stato ridotto a 90 giorni, l’amministrazione procedente non può poi pretendere che il pagamento della sanzione successiva in caso di omessa comunicazione dei dati del conducente del veicolo individuato nella prima rilevazione. Questo anche se l’infrazione relativa all’omessa comunicazione è sempre oggetto di verbale diverso da quello riguardante la violazione principale. Come è noto, infatti, il Codice della Strada prevede un termine perentorio per la contestazione delle violazioni del codice della strada che è individuato dall’articolo 201 Cds e stabilito in novanta giorni e quindi la notifica tardiva del verbale rende tardiva la contestazione. Peraltro, per alcune sanzioni specifiche è previsto l’obbligo per il proprietario del veicolo di comunicare entro sessanta giorni dalla notifica, il soggetto che si trovava materialmente alla guida. In caso di omessa comunicazione è stabilita un’altra multa. Gli ermellini, hanno però sottolineato che la pretesa dell’ente accertatore, non può estendersi indeterminatamente: nel caso in cui la notifica della violazione principale sia avvenuta fuori oltre il termine indicato, il verbale per la mancata indicazione dei dati del trasgressore deve essere dichiarata illegittima. In virtù di un principio logico, oltreché giuridico, infatti, non si può pretendere che il proprietario del veicolo a distanza di molto tempo dall’infrazione contestata conservi il ricordo preciso di chi fosse alla guida dell’auto multata. Ma la Suprema Corte si spinge oltre è stabilisce che non è necessario che il primo verbale, pure notificato tardivamente, non sia stato poi opposto. Può, quindi, essere impugnato autonomamente il verbale della sanzione successiva di cui all’articolo 126 Cds bis. Secondo i giudici di piazza Cavour, infatti, le due violazioni sono vincolate l’una all’altra e la notifica in ritardo del primo verbale rende illegittima la seconda sanzione.

22 aprile 2010 0

Guida in stato di ebbrezza e senza patente, denunciata una 24enne

Di redazione

Continua l’attività di contrasto alla guida in stato di ebbrezza e sotto l’effetto di stupefacenti: nella rete della radiomobile lancianese e della stazione Carabinieri di casoli sono finiti D.R.G. 24enne di Fossacesia sopresa alla guida di autovettura con tasso alcolemico superiore al consentito e senza patente perchè mai conseguita; a Casoli T.M. 48enne del luogo è finito fuori strada riportando lesioni e danneggiando l’autovettura. Dagli esami effettuati presso il locale ospedale è emerso che guidava in stato di ebbrezza e sotto l’effetto di stupefacenti del tipo hascisc. Per entrambi è scattato il deferimento alla Procura della repubblica.

15 marzo 2010 0

Ladro di carburante e automobilista senza patente beccati dai carabinieri

Di redazione

Notte d’intenso lavoro per i Carabinieri della Compagnia di Vasto (Ch). Dopo l’arresto di J. Pellerini, 25 enne pregiudicato, di Vasto, per oltraggio e lesioni a pubblico ufficiale, i militari hanno tratto in arresto, per furto aggravato, Del Borrello Alessandro, di Vasto, di 28 anni. Verso l’1.30, infatti, Del Borrello è stato fermato subito dopo essersi impossessato di due taniche di benzina asportate da un distributore di carburanti di Vasto, precedentemente manomesso. Alla vista dei militari comandati dal capitano Loschiavo, ha tentato la fuga con uno scooter, ma è stato prontamente inseguito e fermato. Successivamente, espletate le formalità di rito, è stato associato al carcere di Torre Sinello in attesa di essere sentito dal magistrato. La refurtiva, invece, è stata restituita al legittimo proprietario avvisato dai carabinieri. Sempre durante la notte, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile, hanno fermato alla guida di una Audi A3, B. V. 24enne di Vasto, di etnia rom, senza patente perché mai conseguita. B. V., quindi, è stato deferito alla competente A.G. per guida senza patente, mentre l’autovettura è stata sequestrata e affidata in custodia ad un deposito giudiziario in attesa delle decisioni della competente Autorità.